accoppiata carta-sviluppo

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

accoppiata carta-sviluppo

Messaggio da luca_dega »

ciao.

Sicuramente argomento già trattato ma che non ho trovato...

Non che io voglia carpire segreti di alchimia spinta, ma volevo sondare (dai più smaliziati sperimentatori) quale fosse l'accoppiata carta-rivelatore più gradita...



Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: accoppiata carta-sviluppo

Messaggio da zioAlex »

ciao
credo che vale lo stesso discorso (di massima) per l'accoppiata pellicola/rivelatore...
Ogni carta può dare il meglio di se con un rivelatore o +.. Magari altre si comportano diversamente e credo che la scelta é anche soggettiva, a me ad esempio piace il Dektol che usavo con la ilford o Bergger.... :)
Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12217
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: accoppiata carta-sviluppo

Messaggio da Silverprint »

Eh... la risposta è complessa.

Tutto sviluppa tutto... Secondo me è più importante usare bene il rivelatore più che farsi troppi interrogativi.

Innanzi tutto bisogna distinguere tra carte reattive e carte "gnucche" (cioè refrattarie a visualizzare variazioni di trattamento).
Le carte reattive di solito si riconoscono perché danno buoni "neri" anche con tempi di sviluppo brevi e rivelatori diluiti, quelle gnucche hanno bisogno di rivelatori più energici poiché le alte densità tendono a svilupparsi "bene" solo andando a fondo.

Le carte gnucche hanno meno possibilità interpretative, ma vista la gnucchità sono sicuramente più facili da usare. Con le carte gnucche il tono (colore) varia pochissimo cambiando rivelatore e non permettono quasi variazioni del tempo, pena nero farlocco. Tanto vale quindi non scervellarsi ed usare un bel rivelatore energico e durevole. Una tipica carta gnucca è la Ilford MG IV che infatti ben si accoppia col potentissimo Dektol, la Berger è un po' meno gnucca comunque non troppo reattiva ed anche essa va bene con rivelatoeri tosti.

Con le carte reattive si può usare di tutto ed ogni cosa da risultati diversi. A parità di rivelatore variazioni del tempo di sviluppo portano variazioni di contrasto e di microcontrasto, generalmente esponendo meno e sviluppando più a fondo si ha una migliore separazione dei toni più scuri e viceversa. Inoltre variando la diluizione dei rivelatori si possono avere variazioni di tono (colore), ma non sempre: dipende molto dal rivelatore. Un classico era il Neutol plus con la Agfa MCC, si andava dal "blu" usato 1+4 ad un bel tono caldo bruno usato 1+19. Le eredi della Agfa MCC (Adox Mc11 e Rollei Vintage 111) cambiano un po' meno purtroppo. Altra compianta ultra reattiva (forse veramente troppo difficile per la maggior parte degli utenti) era la Forte Polywarmtone...

Insomma non resta che provare. Provare bene però, ovvero sempre usando lo sviluppo fattoriale e facendo almeno il test del minimo tempo (fattore) che da un buon "nero" ed un test per verificare con quale fattore si ha sviluppo completo (tempo max).
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
davide2k
fotografo
Messaggi: 81
Iscritto il: 03/11/2011, 15:16
Reputation:

Re: accoppiata carta-sviluppo

Messaggio da davide2k »

Silverprint ha scritto: Insomma non resta che provare. Provare bene però, ovvero sempre usando lo sviluppo fattoriale e facendo almeno il test del minimo tempo (fattore) che da un buon "nero" ed un test per verificare con quale fattore si ha sviluppo completo (tempo max).
Eehh?? Di cosa stai parlando?? :) :) :)

Avatar utente
guarrellam
guru
Messaggi: 1179
Iscritto il: 11/02/2010, 21:46
Reputation:

Re: accoppiata carta-sviluppo

Messaggio da guarrellam »

Davide,se cerchi nel forum,Andrea nè ha parlato ;)
Non mi interessano i paesaggi di bellezza disinfettata, tipo Ansel Adams.

Don McCullin



Ho una reflex digitale da 4000 euro,
che può scattare fino 128.000 ISO,
e mi piace aggiungere la grana
in post,come per la pellicola.........

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: accoppiata carta-sviluppo

Messaggio da zioAlex »

per Andrea
ma da curioso che sono, come faccio a sapere quali sono le carte gnucche e quelle reattive?
Io ora sto provando le Foma e le Rollei.. :-*
sulla Rollei vintage ad esempio ho letto un documento pdf con le diverse accoppiate rivelatore e diluizioni, con risultati molto differenti uno dall'altro... :)
Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12217
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: accoppiata carta-sviluppo

Messaggio da Silverprint »

zioAlex ha scritto:.... come faccio a sapere quali sono le carte gnucche e quelle reattive?
Silverprint ha scritto:... Le carte reattive di solito si riconoscono perché danno buoni "neri" anche con tempi di sviluppo brevi e rivelatori diluiti....

.... Un classico era il Neutol plus con la Agfa MCC, si andava dal "blu" usato 1+4 ad un bel tono caldo bruno usato 1+19. Le eredi della MCC (Adox Mc11 e Rollei Vintage 111) cambiano un po' meno purtroppo....
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1784
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: accoppiata carta-sviluppo

Messaggio da isos1977 »

Silverprint ha scritto:
zioAlex ha scritto:.... come faccio a sapere quali sono le carte gnucche e quelle reattive?
Silverprint ha scritto:... Le carte reattive di solito si riconoscono perché danno buoni "neri" anche con tempi di sviluppo brevi e rivelatori diluiti....

.... Un classico era il Neutol plus con la Agfa MCC, si andava dal "blu" usato 1+4 ad un bel tono caldo bruno usato 1+19. Le eredi della MCC (Adox Mc11 e Rollei Vintage 111) cambiano un po' meno purtroppo....
grazie per queste informazioni!

Interessante questa cosa delle carte gnucche e reattive.. forse quello che voleva chiedere zioAlex (e che interesserebbe anche me) è se c'è modo di sapere a quale categoria appartengono le carte in modo da non doverle provare prima... ;-)

grazie!
"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu

luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: accoppiata carta-sviluppo

Messaggio da luca_dega »

isos1977 ha scritto:...in modo da non doverle provare prima... ;-)
...eh, gira e rigira pariamo sempre li: siamo pigri ed abbiamo poco tempo e vorremmo la pillola magica, che ti fa dimagrire senza fare fatica e senza rinunciare a mangiare :))

io, più che per cercare "scorciatoie" che mi evitino di sperimentare (cosa che tra l'altro vorrei fare, perchè mi piace) ho aperto il post più che altro per capire dove ognuno è (per ora) andato a parare con carta-sviluppo...e quindi intrinsecamente anche per capire i gusti di ognuno. toni caldi ? Freddi ? carte "pesanti" ? ecc...

Comunque Silverprint non ci hai detto quali accoppiate carta-sviluppo preferisci (quindi sicuramente in base ai gusti ed esigenze personali, ovviamente !)
Io per ora sto "vagliando" le Foma, che a dispetto del prezzo mi sembrano buone, però ho provato pochi rivelatori e soprattutto pochissime variazioni di concentrazione.

A tal proposito, chiedo sempre a Silverprint suggerimenti su un'impostazione "metodica e ragionata" di sperimentazioni proprio in àmbito carta-sviluppo. Su cosa vale la pena di più concentrarsi-focalizzarsi ? variazione concentrazioni ? mix sviluppi (tipo Neutol ecc) ?

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12217
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: accoppiata carta-sviluppo

Messaggio da Silverprint »

luca_dega ha scritto:
isos1977 ha scritto:... A tal proposito, chiedo sempre a Silverprint suggerimenti su un'impostazione "metodica e ragionata" di sperimentazioni proprio in ambito carta-sviluppo. Su cosa vale la pena di più concentrarsi-focalizzarsi? Variazione concentrazioni? Mix sviluppi (tipo Neutol ecc) ?
La mia carta preferita era l'Agfa MCC, proprio per la buona reattività che consentiva cambiando rivelatori una gamma di tonalità molto ampia. Dal piuttosto caldo al freddo. Le alternative di oggi sono la Rollei Vintage 111 e l'Adox Mc, purtroppo non sono proprio la stessa cosa anche se gli assomigliano abbastanza. Secondo me hanno fatto una scelta discutibile sul colore della base, bianco puro per entrambe mentre l'originale era leggermente calda.
Per i toni estremamente caldi usavo la Forte Polywarmtone con il Neutol Wa 1+30, con quella carta il tono cambiava in relazione all'energia del rivelatore, più si a fondo si sviluppava più neutra diventava: molto divertente! Sicuramente un rompicapo per chi sviluppava a occhio (abominio). Al momento non mi pare ci siano carte in grado di produrre toni così caldi :( .

La maggior parte dei rivelatori non produce significative variazioni di tono variando la diluizione, ma bisogna provare. Sulle carte reattive non conviene avere sviluppi molto veloci, io cerco tempi medi intorno ai 3 minuti in modo da poter sovra-sotto-sviluppare alla bisogna.

Come scelta per i rivelatori io ne vorrei tre di base: tono caldo, freddo e neutro. Ci sono molte alternative e vanno provate. Un esempio è la famiglia dei Neutol è adatta allo scopo con molte carte. Il plus, può dare un bel tono freddo se concentrato (1+4), l'Ne è un buono sviluppo abbastanza neutro (da provare anche il Multicontrast developer), il WA è leggermente caldo.
Il Dektol è molto energico, ma indubbiamente dalla resa tonale bella piena, anche questo va provato.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi