acido acetico

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Luigi.cap
esperto
Messaggi: 113
Iscritto il: 06/11/2014, 12:24
Reputation:

acido acetico

Messaggioda Luigi.cap » 06/11/2014, 12:35

ciao
chiedevo se questo acido che ho usato come bagno di stop per pellicole posso usarlo anche come bagno di stop per la carta dopo lo sviluppo



Advertisement
Avatar utente
manalog
esperto
Messaggi: 246
Iscritto il: 21/02/2013, 20:33
Reputation:
Località: Roma

Re: acido acetico

Messaggioda manalog » 06/11/2014, 12:40

Si, io lo utilizzo senza problemi.
Usi chimici puri o bottiglie confezionate? Nel secondo caso dovresti trovare la diluizione scritta sull'etichetta, sulla mia viene richiesto 1+19 sia per pellicole che per carte.



Avatar utente
Luigi.cap
esperto
Messaggi: 113
Iscritto il: 06/11/2014, 12:24
Reputation:

Re: acido acetico

Messaggioda Luigi.cap » 06/11/2014, 12:43

ho quello della Adox
mi pare di aver letto che troppo concentrato può rovinare le pellicole.
chiedo troppo se mi dici le diluizioni da usare?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: acido acetico

Messaggioda Silverprint » 06/11/2014, 12:53

La soluzione da usare come bagno di arresto è tra 1 e 2%.

L'acido acetico per fotografia però viene venduto già parzialmente diluito e diluito in varie proporzioni per cui quanto va diluito per l'uso dipende a sua volta dalla concentrazione del prodotto che hai.

Quello Adox dovrebbe essere diluito al 60%, comunque c'è scritto sulla confezione. Al 60% significa, per esempio, che in 10 ml di prodotto ci sono 6 ml di acido acetico e che con 10 ml puoi quindi preparare 300 ml di soluzione al 2%. La diluizione da usare è quindi 1+29.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
manalog
esperto
Messaggi: 246
Iscritto il: 21/02/2013, 20:33
Reputation:
Località: Roma

Re: acido acetico

Messaggioda manalog » 06/11/2014, 13:03

Hai l'Adostop: http://www.adox.de/english/ADOLUX/ADOLU ... age48.html o l'acido acetico della Adox: http://www.adox.de/Photo/?page_id=2528 ?
Con il primo vai tranquillo a 1+19, con il secondo segui il consiglio di Andrea :)
In generale, dei tre chimici l'arresto è quello che richiede minor precisione, dato che il suo compito è esclusivamente quello di fermare l'azione dello sviluppo per controllare i tempi, evitare uno "shock" alla pellicola e preservare il bagno di fissaggio.
Credo che danni alle pellicole possono avvenire soltanto con concentrazioni molto forti (tipo 1+5), oppure se le "dimentichi" nel bagno di arresto. Io in genere le arresto un minuto a 1+19 con 30s di agitazione e non ho mai avuto problemi.
Sentiamo cosa dice Andrea a riguardo :)
In stampa di accorgi del funzionamento dell'arresto quando senti sparire sulle mani il "viscidino" tipico del rilevatore e le senti invece più "ingrippate", segno dell'avvenuto arresto (comunque anche quì per le politenate circa un minuto può andare bene).



Avatar utente
Luigi.cap
esperto
Messaggi: 113
Iscritto il: 06/11/2014, 12:24
Reputation:

Re: acido acetico

Messaggioda Luigi.cap » 06/11/2014, 13:13

grazie 1000



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: acido acetico

Messaggioda Silverprint » 06/11/2014, 13:28

Il bagno di arresto è quasi sempre necessario, solo con alcune pellicole particolari viene suggerito di non usarlo e sostituirlo con un lavaggio intermedio. L'avvertenza nel caso è chiaramente riportata nelle istruzioni.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Luigi.cap
esperto
Messaggi: 113
Iscritto il: 06/11/2014, 12:24
Reputation:

Re: acido acetico

Messaggioda Luigi.cap » 06/11/2014, 13:42

stessa diluizione anche per la carta?



Avatar utente
TricksterG
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 04/03/2012, 17:52
Reputation:

Re: acido acetico

Messaggioda TricksterG » 06/11/2014, 13:47

Io per la carta uso una bottiglia (se non sbaglio) di Tetenal al 60% con diluizione 1+29, ma per le pellicole ho del citrico in polvere perché avevo dei problemi di gas (la tank mi diventava una bomba chimica). La situazione è solo leggermente migliorata, va comunque aperto il tappo per far uscire il gas..



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: acido acetico

Messaggioda Silverprint » 06/11/2014, 14:08

È normale che si formi un po' di gas.

La procedura è di farlo uscire dopo aver fatto qualche agitazione.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti