Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fare?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Messaggioda franny71 » 26/10/2012, 16:38

vedo che non sono l'unico a far macelli...
anche io ho avuto qualche "problemino", anche se sembrerebbe risolto.
ho utilizzato anche io studional 1+30, 4 minuti mi parevano davvero pochi per lo sviluppo, anche se contemplato sul bugiardino sia di efke che di foma.
stasera stampo, se sono asciutte, poi vi saprò dire di più.
grazie Andrea. ;)


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Advertisement
Avatar utente
rolloman
fotografo
Messaggi: 36
Iscritto il: 16/02/2012, 23:04
Reputation:

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Messaggioda rolloman » 26/10/2012, 21:43

Ok!
forse la domanda è stupida, ma come mai indichi come valore iso 50 su N e non 100?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11555
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Messaggioda Silverprint » 26/10/2012, 21:46

Avendo misurato la Sensibilità Effettiva? ;)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
rolloman
fotografo
Messaggi: 36
Iscritto il: 16/02/2012, 23:04
Reputation:

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Messaggioda rolloman » 26/10/2012, 21:53

:D avevo questo presentimento!



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11555
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Messaggioda Silverprint » 26/10/2012, 22:03

=))

Nota... La sensibilità indicata sulle confezioni NON è la Sensibilità Effettiva (S.E.), ma l'Indice di Esposizione (I.E. o E.I. -Exposure Index in Inglese).
Di solito l'I.E. (per le pellicole negative) vale circa il doppio della S.E.

Per capire meglio l'intricata questione ci sarebbe un thread kilometrico e molto seguito... qui: rivelatore-tri-x-400-lezioni-di-fotografia-t3018.html

Si legge in un ora circa... per digerirlo ci vuole un po' di più. :(


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Messaggioda franny71 » 26/10/2012, 22:30

Andrea, dopo tonnellate di diger seltz ancora non va giù, ma non posso dire di non aver capito nulla, anzi...
peccato che poi al momento dello scatto ci si dimentichi qualche particolare.... ;)


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9180
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Messaggioda chromemax » 27/10/2012, 15:54

Franny, se mi prometti che lo leggi, ti dedico un articolo basic basic sul blog con un po' di sensitometria e qualche grafico e vedrai che capisci subito tutto :D



anonymous1

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Messaggioda anonymous1 » 27/10/2012, 16:28

io non ci ho ancora capito una rava (e fava) ma giuro che mi sto impegnando



Avatar utente
rolloman
fotografo
Messaggi: 36
Iscritto il: 16/02/2012, 23:04
Reputation:

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Messaggioda rolloman » 30/11/2012, 10:24

Ciao Andrea!
ho sviluppato finalmente in Studional :D le Across sono fantastiche! il rullo esposto a 400 sembra veramente molto bello anche se ho sviluppato per 6 min a 7 erano troppo cariche probabilmente a causa dell'esposizione, stessa cosa per le tri-x, infatti su uno sviluppo di rulli sovraesposti di un paio di stop sono sceso anche a 4,5 min con un buon risultato in termini di densità e leggibilità del negativo.
In generale ho agitato moderatamente tipo primi 45 sec e poi un capovolgimento(con tank da 3 rulli) ogni 30 sec per evitare contrasti elevati.
Il problema è arrivato nel momento in cui ho sviluppato le t-max( 100 e 400 insieme tank da 3 rulli) ho seguito la stessa logica: rulli sovraesposti uno-due stop circa, agitazioni moderate, tempo 5 min. risultato sottosviluppo :wall: possibile una variazione cosi sensibile? soprattutto la tmax 100 è critica non so nemmeno se è stampabile.....sigh sigh! non so se puo incidere ma non credo, le ho tenute nel fissaggio 11 min, ero all'undicesimo rullo quindi ho aumentato un po.
PS rulli da 120; diluzione studional 1+30; 20 gradi.
Grazie
Rolando



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11555
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Messaggioda Silverprint » 30/11/2012, 10:41

Ciao Rollo!

Finalmente! :D

Bene, bene... l'agitazione ha un effetto relativo e maggiormente localizzato in alte luci rispetto ad una variazione di tempo. È un controllo fine, per la regolazione del contrasto meglio affidarsi alla sola variazione del tempo.

Nello specifico, la Neopan Acros va probabilmente meglio con agitazione ridotta poiché rimane lineare (senza spalla) fino a valori di esposizione molto alti ed una agitazione ridotta può aiutare (nel caso servisse) a tenere a bada i valori più alti. Caso opposto con la Tri-x che invece è caratterizzata da una spalla precoce, per cui spesso, una agitazione frequente aiuta i livelli più alti a sviluppare un po' di densità in più dando un po' più di vitalità ai toni chiarissimi...
Naturalmente poi la cosa va bilanciata sulla catena di stampa analizzando la relazione tra toni chiari e toni chiarissimi... :))

Sempre per le caratteristiche della curva della Acros (che ha il piede e non la spalla) questa risulta abbastanza sensibile alla sovra-esposizione potendo sviluppare densità un po' troppo elevate.

Per quanto riguarda le T-max invece (la 100 è più schizzinosetta) sicuro, sicuro che non si tratti invece di sotto-esposizione? Puoi valutarla dal negativo, se ci sono vaste aree trasparenti o le parti poco dense sono estese è sotto-esposizione, se invece c'è densità nelle parti meno esposte e non abbastanza densità nelle parti più esposte è sotto-sviluppo.

Fissare per 11 minuti non è una grande idea... Prova la rigenerazione, è risparmiosa e non occorre allungare i tempi.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti