Adox 20,come svilupparle?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: Adox 20,come svilupparle?

Messaggioda Tecnico73 » 26/12/2011, 13:14

vngncl61 ha scritto:Il modo migliore per usare un film, qualsiasi film, è di conoscerlo perfettamente, e sopratutto sapere cosa vogliamo ottenere da quel film, le "sperimentazioni" degli altri hanno poco, o nessun, valore, possono servire per mettere in moto, ma poi per il resto del viaggio dobbiamo guidare noi.
Franco tutti abbiamo iniziato da zero, siamo stati tutti novizi e novelli, l'unica cosa che mi sento di suggerirti è quella di scegliere una pellicola ed un rivelatore, e "torturarli" fino a che non t'abbiamo detto tutto il possibile di loro, solo a questo punto cambia l'una o l'altro, o tutt'e due ;)
Ciao




sono in accordo con il tuo pensiero, ma per un novizio, alle prime armi conviene cominciare con quelli che sono i parametri standard del fabricante, una volta compreso il processo e acquistata sicurezza, manualità e quant'altro, può cominciare ad effetture prove e sperimentazioni che lo porteranno a scegliere, sembpre in base hai gusti la pellicola + adatta al suo stile accopiato al rivelatore che più lo soddisfa


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Advertisement
Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: Adox 20,come svilupparle?

Messaggioda Tecnico73 » 26/12/2011, 13:26

franny71 ha scritto:io per ora sto cercando di capire le T-max 100 e le tri-x 400, sensibilità più basse per ora mi sembrano difficiline da utilizzare...
appena finisco il primo rullo di t-max procedo con lo stand...
avrei pensato ad una diluizione 1+100 ed un'ora con ribaltamento iniziale di 1 minuto e poi stop.
EDIT
con rodinal.




capisco che la fotografia è un mondo vasto ed infinito ma qui si sta andando fuori discorso

apro una parentesi, qui trovate 2 discussioni in merito allo stand e semi stand
http://www.analogica.it/sviluppo-stand-e-semi-stand-t83.html?hilit=stand

http://www.analogica.it/oggi-provo-il-mio-primo-stand-t832.html


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Avatar utente
maxnumero1
guru
Messaggi: 1177
Iscritto il: 13/01/2011, 12:50
Reputation:
Località: Parma

Re: Adox 20,come svilupparle?

Messaggioda maxnumero1 » 26/12/2011, 22:28

Come ho gia scritto,non mi va di comprare un altro rivelatore,quindi usero il rodinal e cerchero di usare questa pellicola con foto non molto importanti



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8417
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Adox 20,come svilupparle?

Messaggioda chromemax » 27/12/2011, 0:03

Scusa Max ma la Adox CSM20 non è una pellicola normale; il suo sviluppo dedicato non è stato fatto per spillare altri soldi agli ignari fotoamatori ma per ottenere buoni risultati con questa pellicola. Puoi usare il Rodinal molto diluito ma la qualità, a quanto scrivono (non ho mai usato questa pellicola), non è la stessa. Ora, usare una pellicola così e "castrarla" in sviluppo a me non sembra molto sensato, poi ogniuno faccia come vuole :)



Advertisement
Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: Adox 20,come svilupparle?

Messaggioda Tecnico73 » 27/12/2011, 0:11

è una pellicola da usare con ottiche molto luminose f2.8 f2 preferibilmente lenti fisse e non zoom, poi la spiegazione del perchè utilizzare l'adotech è stata spiegata largamente da chromemax

qui trovi un esempio di cosa si può ottenere con questa pellicola http://www.flickr.com/photos/[email protected]/5057787909/in/photostream

questa è una stampa scannerizzata e si vede in questa maniera, prova ad immaginare la stampa, una nitidezza, dettaglio, un contrasto indescrivibile


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti