agfa apx 400 new

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1044
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

agfa apx 400 new

Messaggioda claudio44 » 21/05/2015, 14:46

ho acquistato una bobina di agfa apx 400 new, forse nella speranza di ritrovare le cartteristiche della vecchia agfa apx 400..
speranza delusa, perchè con il primo sviluppo a sensibilità consigliata dalla casa con il rodinal a 320 iso i risultati sono stati davvero deludenti specie per la grana,che a differenza della vecchia agfa, risulta fioccosa e non ben definita.. questo gia fa pensare che non è la versione migliorata della apx come affermano i produttori, ma un'altra pellicola..sono comunque stupito dei tempi insolitamente lunghi previsti per la sviluppo nei diversi rivelatori ( almeno nel pdf della casa produttrice)
ho sentito dire che sarebbe la kentemire 400, ma i tempi di sviluppo rispetto a quest'ultima sono troppo diversi per essere la stessa pellicola..
forse è vero che la fa la il ford..
comunque il problema è questo: fermo restando che, almeno per quello che ho visto, il rodinal non va bene per questa pellicola, quale rivelatore, che voi sappiate, si sposa meglio con questa pellicola, in grado cioè di fornire una grana secca e una buona scala tonale alla sua sensibilità di 400 iso?
Grazie



Advertisement
Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1912
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: agfa apx 400 new

Messaggioda bafman » 21/05/2015, 14:50

...e se non hai ottenuto grana secca col Rodinal............. eri a 1+25?



Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1044
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

Re: agfa apx 400 new

Messaggioda claudio44 » 21/05/2015, 15:04

sì, 1+25
ma ho detto una cosa imprecisa.. ho detto che i tempi della agfa apx 400 new e della kentmire 400 sono diversi.. ma vedendo i tempi con lo studional ( su digitalthurt) delle due pellicole.. ho visto che sono assolutamente identici.. tempi identici per lo studional ( che è poi una versone migliorata del rodinal) e diversi per il rodinal.. mha..



Avatar utente
Rodinalforever
esperto
Messaggi: 104
Iscritto il: 24/04/2014, 0:04
Reputation:
Località: Bologna

Re: agfa apx 400 new

Messaggioda Rodinalforever » 21/05/2015, 20:31

Claudio, considera che Rodinal e Rodinal Special (Studional) sono rivelatori completamente diversi e che i tempi di sviluppo indicati per lo Studional sono quasi identici per qualsiasi pellicola: 3,5 minuti nella diluizione 1+15 (per motivi pratici molti presferiscono 7 minuti a 1+31), quindi avere lo stesso tempo di sviluppo non significa necessariamente che la Apx400 sia necessariamente una Kentmere400.

Io mi trovo molto bene con il Rodinal per le pellicole da 100 Asa (fp4, tmax100 e rpx100), mentre con l'unica 400 Asa che utilizzo (kodak trix) ho trovato piu' soddisfacente lo Studional rispetto al Rodinal.



Advertisement
Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1044
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

Re: agfa apx 400 new

Messaggioda claudio44 » 21/05/2015, 21:26

se non sono le stesse pellicole la agfa apx 400 new e la kentemire 400 ne sono contento.. certo con la vecchia agfa i risultati erano diversi e l'accoppiata agfa apx 400 studional era spettacolare... mi viene il dubbio che siano però le stesse pellicole e che entrambe le faccia la ilford.. da un indizio.. quando ho cercato di infilare la bobina nella bobinatrice ( la z 60) non ci sono riuscito.. il rocchetto era troppo piccolo e di una forma strana, non tondo... stranamente ha esattamente la stessa forma di quello della bobina della fp4 plus.. strano vero?
Ma spero che non siano le stesse pellicole anche per un altro motivo.. il produttore ha scritto che questa pellicola, la agfa apx 400 new in reatà è stata realizzata da tecnici dell'agfa che hanno migliorato le caratteristiche della vecchia apx... se ciò non fosse vero e le agfa apx sono in realtà le kentmire ci troveremmo davanti a un frode bella e buona



Avatar utente
fede0192
appassionato
Messaggi: 11
Iscritto il: 03/03/2015, 22:20
Reputation:

Re: agfa apx 400 new

Messaggioda fede0192 » 21/05/2015, 21:40

claudio44 ha scritto:quando ho cercato di infilare la bobina nella bobinatrice ( la z 60) non ci sono riuscito.. il rocchetto era troppo piccolo e di una forma strana, non tondo... stranamente ha esattamente la stessa forma di quello della bobina della fp4 plus..


Non c'entra con la discussione sulla pellicola ma mi permetto di rivolgere a tutti una domanda inerente alla bobinatrice: anche io posseggo una bobinatrice Z comprata in un mercatino (in blocco ad una tank Paterson per una dozzina di euro). Ho poi comprato una bobina di Fp4 Plus ma al momento di inserirla nella bobinatrice non sono riuscito a causa del diverso diametro del foro del rocchetto...
Quindi, per fare i rullini, srotolo al buio uno spezzone di pellicola per volta, lo taglio e poi lo arrotolo pazientemente al buio attorno al rocchetto del rullino ed infine richiudo tutto, non è il metodo più comodo del mondo.
Voi come avete risolto questo problema?



Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1044
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

Re: agfa apx 400 new

Messaggioda claudio44 » 21/05/2015, 22:20

ti posso dire come ho fatto io...è un po' complicato ma nemmeno tanto..
1) Se hai un rocchetto di un'altra bobina, come quello della foma, che avevo io, metti ( ovviamente al buio) un po' di scoth sulla coda della pellicola vergine e metti la coda sul rocchetto della altra bobina.. svolgine una e arrotola l'altra, non è difficile, ci vuole un po' di lavoro di polso ma alla fine avrai arrotolato la bobina sul rocchetto della misura giusta, metti tutto nella bobinatrice e avrai risoslto il problema;
2) se non hai un rocchetto ricevente dalla misura giusta, al buio organizza tutto su un tavolo sgombro metti solo la bobinatrice, aperta, il suo coperchio e la bobina.. sul tavolo con la bobbina coricata su un fianco, allarga la bobina fino a quando estrai il rocchetto.. a questo punto stringi di nuovo la bobina.. quando senti ( con le dita) che è della circonferenza giusta, la infili nella bobinatrice..
il primo sistema è certamente il più sicuro e più facile, anche se richiede più tempo



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9182
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: agfa apx 400 new

Messaggioda chromemax » 21/05/2015, 23:57

claudio44 ha scritto:Ma spero che non siano le stesse pellicole anche per un altro motivo.. il produttore ha scritto che questa pellicola, la agfa apx 400 new in reatà è stata realizzata da tecnici dell'agfa che hanno migliorato le caratteristiche della vecchia apx... se ciò non fosse vero e le agfa apx sono in realtà le kentmire ci troveremmo davanti a un frode bella e buona

Ahhh italiani sempre a pensar male :)
Cosa c'è scritto sulla scatola? Made in Germany o Made in England?
Fabbricare una pellicola non è una cosa semplice e di tutte le fasi quella più complicata e prona ad errori è la stesa sul supporto che deve essere fatto da macchinari estremamente precisi e quindi costosi. Fare la gelatina è relativamente più semplice, quindi è prassi abbastanza consolidata affidare la fase di stesa ai pochissimi produttori che hanno le macchine per farlo bene, tra cui appunto c'è la Ilford.
Altra strada è quella di farsi fare tutta la produzione da chi ha macchine, laboratori e conoscenze, facendosi produrre una pellicola su specifica; pinco pallino chiede una pellicola con determinate caratteristiche, manda i suoi controllori e la fabbrica "ospite" produce dall'inizio alla fine la pellicola con le caratteristiche richieste.
Altre fasi di produzione che sembrano banali possono diventare estremamente problematiche, ad esempio il confezionamento; Adox ha avuto grandi problemi con le scatole delle carte da stampa, essendo l'ordine minimo richiesto da una ditta specializzata di molto superiore all'intero volume di vendita delle carte e l'investimento iniziale, solo per le scatole, era talmente alto da mettere a repentaglio tutta la produzione dei prodotti Adox (Adox adesso si fa le scatole in casa con piccoli macchinari acquistati apposta, e le fa pure quadrate per la carta dello stesso formato :) ).
Quindi dove trovare i caricatori 135? Chi fa i barattolini di plastica? Dove procurarsi le scatoline di cartone o il core di plastica delle bobine? Dove se non da chi già produce pellicole? :)



Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1044
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

Re: agfa apx 400 new

Messaggioda claudio44 » 22/05/2015, 12:10

a dire il vero è una voce che gira sul web, specie all'estero :) , che in realtà l'apx sia la kentmire.. io mi auguro di no.. una cosa però l'ho verificata fino ad ora... non è la vecchia apx, nemmeno migliorata, almeno con il rodinal è semmai peggiorata, proverò, però, con lo studional, cioè il rodinal s che con la apx 400 dava risultati eccellenti...qui dovrebbero essere ancora migliori.. vedremo...
comunque le apx era ottime, perché mai "migliorarle".. fatele uguali



Avatar utente
ooxarr
guru
Messaggi: 326
Iscritto il: 16/02/2013, 21:49
Reputation:

Re: agfa apx 400 new

Messaggioda ooxarr » 22/05/2015, 14:54

ricordo che le ultime pellicole sviluppate da agfa prima del digitale erano molto interessanti. e avevano prezzi elevati.
ora con le produzioni bassissime dei nostri giorni le vendono a una via di mezzo tra kentmere e t-max, quindi.... dubito ci siano margini per fare chissà quale ricerca.
ne ho fatto solo un rullino quindi non mi sbilancio ma la grana non mi è parsa così disastrosa, fatta 1+25 8'30''.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite