Agfa multicontrast developer

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Agfa multicontrast developer

Messaggioda franny71 » 09/01/2013, 9:23

Cercavo info riguardo questo sviluppo, qualcuno mi sa aiutare?


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11596
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Agfa multicontrast developer

Messaggioda Silverprint » 09/01/2013, 9:50

L'equivalente attuale è l'Agfa Photo Print MCC, o anche MC-DEV, ma mi pare si trovi anche col solito nome... :))

Io lo uso principalmente 1+4 (molto energico), ma si può diluire di più (1+9). Il tono è sul neutro-caldo, ha alta capacità. D-max elevata, buone caratteristiche anti-velo.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Agfa multicontrast developer

Messaggioda franny71 » 09/01/2013, 21:32

differenze col neutol NE?
me lo sono trovato in mezzo a chimici acquistati da "un amico", e non mi ricordavo di averlo... ;)
quindi buona capacità di annerimento, veloce ad impressionare l'emulsione e in base alla diluizione va dal neutro al caldo...
durata buona? più del neutol?
perchè pensavo di utilizzare il neutol dopo l'eukobrom, che mi è piaciuto abbastanza rispetto al multigrade, unico rivelatore per carte testato prima del tetenal...


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11596
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Agfa multicontrast developer

Messaggioda Silverprint » 10/01/2013, 0:57

Rispetto all'NE è un po' più caldo. Si comportano un po' diversamente, l'Ne più lento e graduale l'MC un po' più aggressivo, ma molto dipende dalle diluizioni. Prova.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement


  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti