Analogico e scanner

Discussioni sugli scanner per l'acquisizione digitale dei rullini fotografici

Moderatore: isos1977

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8654
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Analogico e scanner

Messaggioda chromemax » 16/10/2017, 23:49

Giacomo Sardi ha scritto:il vero problema è quanti sono disposti a stampare in grande formato?

Il vero problema, almeno per me, è che non saprei che farci con le "lenzuolate" da 1 metro, inoltre piccolo è (più) bello :)



Advertisement
Avatar utente
areabis
guru
Messaggi: 671
Iscritto il: 21/03/2014, 15:20
Reputation:
Località: Cervia

Re: Analogico e scanner

Messaggioda areabis » 16/10/2017, 23:58

Io ho una co e ho uno scanner come si deve .... mi piace fare le stampe in co ma mi piace avere anche dei buoni file..... e , delle volte, il file può anche togliere dai pasticci perché se il negativo è sottoesposto l’unica maniere per tirare fuori una stampa decente (almeno con la mia esperienza) e farla dal file.... e ho anche una macchina digitale perché in alcune situazioni il digitale è meglio .... poi ognuno la pensa come vuole ma se si ha la possibilità dimconoscere più tecniche si dovrebbe anche avere la capacità di scegliere quale tecnica di adatta meglio al risultato che si vuole
Ottenere .


Stefano da Cervia

la passione tinge con i propri colori ciò che tocca ...

https://www.flickr.com/photos/[email protected]/

Avatar utente
Softbox
esperto
Messaggi: 137
Iscritto il: 26/04/2017, 17:18
Reputation:

Re: Analogico e scanner

Messaggioda Softbox » 17/10/2017, 5:11

Ed io straquoto AreaBis...tranne che per lo scanner che devo ancora comprare.



Avatar utente
Tomash
guru
Messaggi: 445
Iscritto il: 21/04/2010, 22:02
Reputation:
Località: Bologna

Re: Analogico e scanner

Messaggioda Tomash » 17/10/2017, 5:52

chromemax ha scritto:
Giacomo Sardi ha scritto:il vero problema è quanti sono disposti a stampare in grande formato?

Il vero problema, almeno per me, è che non saprei che farci con le "lenzuolate" da 1 metro, inoltre piccolo è (più) bello :)


:-bd



Advertisement
Avatar utente
herma
guru
Messaggi: 391
Iscritto il: 16/10/2016, 22:11
Reputation:

Re: Analogico e scanner

Messaggioda herma » 17/10/2017, 8:55

areabis ha scritto:Io ho una co e ho uno scanner come si deve .... delle volte, il file può anche togliere dai pasticci perché se il negativo è sottoesposto l’unica maniere per tirare fuori una stampa decente (almeno con la mia esperienza) e farla dal file....


Quoto! Anch'io con il file riesco a recuperare scatti sottoesposti PER ME instanpabili in CO

ps. però il mio scanner è un po' della mutua (CanoScan 9000F) ma tanto non faccio "lenzuolate" e la qualità mi è sufficiente in quei pochi casi



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5336
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Analogico e scanner

Messaggioda -Sandro- » 17/10/2017, 10:03

herma ha scritto:
Quoto! Anch'io con il file riesco a recuperare scatti sottoesposti PER ME instanpabili in CO



Un bel corso di tecniche di camera oscura presso Andrea Calabresi, e poi lo scanner non lo userai più.

Come si diceva una volta: garantito al limone verde.



Avatar utente
emmeffepi
guru
Messaggi: 644
Iscritto il: 06/04/2015, 12:39
Reputation:
Località: GE/HK/SIN

Re: Analogico e scanner

Messaggioda emmeffepi » 17/10/2017, 10:33

-Sandro- ha scritto:Un bel corso di tecniche di camera oscura presso Andrea Calabresi, e poi lo scanner non lo userai più.


...e non solo...

herma ha scritto: Anch'io con il file riesco a recuperare scatti sottoesposti PER ME instanpabili in CO


basterebbero pochi accorgimenti...ad esempio se non si è sicuri dell'esposizione meglio uno stop in più che male non fa al negativo...oppure usare il bracketing per gli scatti davvero importanti...usare una fotogamera digitale se si vuol pensare meno ;)

l'uso di un sistema ibrido dovrebbe a mio parere essere fatto con cognizione...ossia una scelta "artistica" ben precisa e non una via per salvare ciò che non andrebbe salvato...

Gursky è forse l'esempio più fulgido di sistemi ibridi...ma non lo usa per salvare gli scatti bensì come forma espressiva vera e propria


Massimiliano

Avatar utente
emmeffepi
guru
Messaggi: 644
Iscritto il: 06/04/2015, 12:39
Reputation:
Località: GE/HK/SIN

Re: Analogico e scanner

Messaggioda emmeffepi » 17/10/2017, 10:36

chromemax ha scritto:Il vero problema, almeno per me, è che non saprei che farci con le "lenzuolate" da 1 metro, inoltre piccolo è (più) bello :)


Bravo Diego ;)

In quelle due parole scambiate con Kenna due anni fa mi disse che lui non arriva agli 8"x 8" per la maggior parte delle sue stampe ;)


Massimiliano

Avatar utente
Giacomo Sardi
appassionato
Messaggi: 12
Iscritto il: 16/10/2017, 21:23
Reputation:

Re: Analogico e scanner

Messaggioda Giacomo Sardi » 17/10/2017, 12:38

lenzuolate mi sembra davvero eccessivo... I 100x70 sono stampe che si vedono comunemente alle mostre di fotografia. A forza di contare pixel sul web purtroppo si è portato il fotografo a stampare sempre meno.... siamo alla filatelia digitalizzata e si perde il contatto con la realtà, con la luce, con la carta. Inutile parlare di summicron , di lenti iper risolventi per poi finire con una stampina che non ti fa apprezzare i particolari di una fotografia.
Sfido chiunque a preferire un paesaggio delle colline toscane stampato 24x36 ad uno stampato 70x100 . Quando ci sono i dettagli si apprezzano e vanno evidenziati con la giusta tecnica. A volte anche i bayer da 24 megapixel vanno in crisi su stampe A3 rispetto ad un negativo.
Ho consegnato dei 60x90 alla biennale di Firenze ma non mi sembrava di essere in un negozio di biancheria per la casa e le dimensioni delle foto erano davvero importanti, alcune anche oltre i 100 cm.

Il fatto che ci siano delle difficoltà maggiori nella dimensione di stampa oltre al 30x45 in camera oscura rispetto alla stampa a getto d'inchiostro non vuol dire che "piccolo è più bello", vuol dire che stampare un metro di lato in camera oscura è molto difficile, ma non impossibile . Avere la possibilità di scansionare un negativo ad alta risoluzione per poi postprodurlo in lightroom e adattarlo ai propri gusti di contrasto e tonalità e stamparlo in 10 minuti per poi vederlo su carte cotone, baritate , matte o glossy con pannello incorniciato è francamente di una comodità ed efficienza indiscutibile, com'è indiscutibile che riuscire a farlo in camera oscura da molte più soddisfazioni , non lo metto in dubbio. Più che una cosa è difficile, in meno la sanno fare e diventa motivo d'orgoglio... allora più che misurare i lenzuoli bisognerebbe misurare l'orgoglio?

Io credo che ottenere il massimo dai due supporti tradizionale a pellicola e digitale, tenendo presente anche costi, tempi e fattibilità , sia una delle strade da seguire, come tante altre, e tutte ti portano a destinazione.



Avatar utente
areabis
guru
Messaggi: 671
Iscritto il: 21/03/2014, 15:20
Reputation:
Località: Cervia

Re: Analogico e scanner

Messaggioda areabis » 17/10/2017, 13:51

Giacomo Sardi ha scritto:lenzuolate mi sembra davvero eccessivo... I 100x70 sono stampe che si vedono comunemente alle mostre di fotografia. A forza di contare pixel sul web purtroppo si è portato il fotografo a stampare sempre meno.... siamo alla filatelia digitalizzata e si perde il contatto con la realtà, con la luce, con la carta. Inutile parlare di summicron , di lenti iper risolventi per poi finire con una stampina che non ti fa apprezzare i particolari di una fotografia.
Sfido chiunque a preferire un paesaggio delle colline toscane stampato 24x36 ad uno stampato 70x100 . Quando ci sono i dettagli si apprezzano e vanno evidenziati con la giusta tecnica. A volte anche i bayer da 24 megapixel vanno in crisi su stampe A3 rispetto ad un negativo.
Ho consegnato dei 60x90 alla biennale di Firenze ma non mi sembrava di essere in un negozio di biancheria per la casa e le dimensioni delle foto erano davvero importanti, alcune anche oltre i 100 cm.

Il fatto che ci siano delle difficoltà maggiori nella dimensione di stampa oltre al 30x45 in camera oscura rispetto alla stampa a getto d'inchiostro non vuol dire che "piccolo è più bello", vuol dire che stampare un metro di lato in camera oscura è molto difficile, ma non impossibile . Avere la possibilità di scansionare un negativo ad alta risoluzione per poi postprodurlo in lightroom e adattarlo ai propri gusti di contrasto e tonalità e stamparlo in 10 minuti per poi vederlo su carte cotone, baritate , matte o glossy con pannello incorniciato è francamente di una comodità ed efficienza indiscutibile, com'è indiscutibile che riuscire a farlo in camera oscura da molte più soddisfazioni , non lo metto in dubbio. Più che una cosa è difficile, in meno la sanno fare e diventa motivo d'orgoglio... allora più che misurare i lenzuoli bisognerebbe misurare l'orgoglio?

Io credo che ottenere il massimo dai due supporti tradizionale a pellicola e digitale, tenendo presente anche costi, tempi e fattibilità , sia una delle strade da seguire, come tante altre, e tutte ti portano a destinazione.


:-bd :-bd :-bd


Stefano da Cervia

la passione tinge con i propri colori ciò che tocca ...

https://www.flickr.com/photos/[email protected]/



  • Advertisement

Torna a “Scanner”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite