Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11612
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Messaggioda Silverprint » 26/11/2015, 13:07

Scialba non si capisce... Che vuol dire, fotograficamente parlando?

Inviato dal mio A0001 utilizzando Tapatalk


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
Gibbs
fotografo
Messaggi: 42
Iscritto il: 27/08/2015, 16:28
Reputation:

Re: Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Messaggioda Gibbs » 03/12/2015, 17:18

non mi riferivo a delle immagini viste, ma a delle recensioni online sui risultati del tiraggio: resta da provare.
Per spiegarti cosa intendo con scialba, ti devo spiegare il mio gusto.
Non amo molto le fotografie in cui ogni dettaglio deve vedersi per forza, dove il bianco e il nero puri quasi non esistono perché tutto si deve vedere. Amo Klein, Moriyama e Trent Parke, Aue Sobol e D.A. Harvey...vorrei avere dalle mie fotografie quel tipo di sensazione, di realtà sfuggente e sgranata, anche se ovviamente non sarò mai all'altezza dei maestri.
Con la Tmax ho fatto diverse prove, e mi è sembrata una pellicola "troppo perfetta" (nella mia esperienza ho usato, in bianco e nero, solo hp5+, tri-x, Tmax e rollei retro), con tantissimi mezzi toni ma senza i picchi di intensità che prefiguro nella testa prima di scattare.
Come vedi sono molto inesperto...porta pazienza



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11612
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Messaggioda Silverprint » 03/12/2015, 17:44

Mi pare che Sobol lavori in digitale e per lui è più semplice, meglio (anche come tecnica) quelli da cui scopiazza: Petersen, Akerman o anche Dagata che scattano in pellicola o lo hanno fatto. Harvey mi pare assai diverso, come tecnica e come ricerca, quando lavora in BN lo fa con tutti i toni.

Ho capito le caratteristiche che vorresti ottenere. Queste non dipendono tanto dalla pellicola in sé, quanto dalla combinazione di esposizione e sviluppo e dalla tecnica di stampa. Comunque una pellicola sensibile e versatile ti è di aiuto.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Gibbs
fotografo
Messaggi: 42
Iscritto il: 27/08/2015, 16:28
Reputation:

Re: Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Messaggioda Gibbs » 03/12/2015, 18:49

confermo il digitale per Sobol. Harvey lo cito perché fa parte di quelli su cui il mio occhio si sta formando: non mi stanca mai.

capisco dalla tua chiosa che sarebbe meglio per me andare su una tri-x rispetto alla hp5 che uso, in virtù di una migliore sensibilità...corretto?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11612
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Messaggioda Silverprint » 03/12/2015, 23:01

Ripensavo il tutto alla luce degli autori citati.

Secondo è me se esageri con la sotto-esposizione non riesci ad ottenere sufficiente "pathos" nei toni più scuri. Insomma ci deve essere roba anche nei toni bassi poiché per ottenere certi super-neri dovrai esporre abbondantemente la carta e quindi perdere anche in fase di stampa un po' di dettaglio. In pratica esporrei un po' di più continuando a sviluppare abbondantemente.

Metti comunque in conto di dover faticare in camera oscura, quelli che ti piacciono hanno stampe molto "faticate".


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Gibbs
fotografo
Messaggi: 42
Iscritto il: 27/08/2015, 16:28
Reputation:

Re: Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Messaggioda Gibbs » 04/12/2015, 16:17

seguirò il tuo consiglio: in pratica, tu dici, meglio sovraesporre di 1/3-1/2 stop e casomai allungare i tempi di un minutino, oppure semplicemente di sovraesporre tenendo i tempi standard e lavorando in stampa?

da ignorante credevo che bastasse sviluppare per avere il risultato, e invece mi rendo sempre più conto di quanto in realtà io abbia bisogno (e voglia) di stampare da me; manca il luogo adatto, ma ci sto lavorando ;)



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11612
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Messaggioda Silverprint » 04/12/2015, 21:23

In verità pensavo ad un tiraggio molto meno estremo o nullo, ma unito a sovrasviluppo.

In ogni caso operare così obbliga a molte fatiche sotto l'ingranditore.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
dylandog32
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 09/09/2013, 14:27
Reputation:
Località: Bolzano

Re: Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Messaggioda dylandog32 » 13/01/2016, 1:45

Ho visto un po' di lavori dei sopracitati fotografi e mi sono piaciute tantissimo le loro stampe!!!
Vorrei sperimentare ma mi piacerebbe poterlo fare con dei piccoli punti di partenza.

In verità pensavo ad un tiraggio molto meno estremo o nullo, ma unito a sovrasviluppo.

In ogni caso operare così obbliga a molte fatiche sotto l'ingranditore.


Andrea, traducendo si può dire che espongo a 400 e sviluppo con tempi per 1600 od ho capito male io?
Le fatiche sotto l'ingranditore sono per trovare il giusto contrasto?

Scusa le domande banali, ma è da qualche tempo che combatto per riuscire a trovare il giusto contrasto cercando di esporre e sviluppare correttamente, e non vorrei complicarmi la vita con sperimentazioni assurde visto la fatica che faccio per trovare il tempo di stampare... :-s :-s


Roberto

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11612
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Messaggioda Silverprint » 13/01/2016, 9:47

dylandog32 ha scritto:Andrea, traducendo si può dire che espongo a 400 e sviluppo con tempi per 1600 od ho capito male io?


Il principio è quello, esposizione abbastanza corretta + sovrasviluppo. Peró come regolarle esattamente per ottenere un certo effetto non può che essere frutto di sperimentazione.

dylandog32 ha scritto:Le fatiche sotto l'ingranditore sono per trovare il giusto contrasto?

No, sono per riuscire a tirare fuori quel che ti piace da negativi duri o molto duri. In pratica su quelle immagini è sempre necessario lavorare molto* di mascherature e bruciature poiché i negativi sono troppo duri. Stamparli con un contrasto bassissimo (ammesso basti) andrebbe nella direzione di annullare quel tipo di effetti.

*(alla faccia di quella "Verità" di cui tanti autori che stampano così usano come leit motiv della loro personale retorica.... :( )


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
dylandog32
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 09/09/2013, 14:27
Reputation:
Località: Bolzano

Re: Ars-imago FD + [email protected] (grave errore)

Messaggioda dylandog32 » 13/01/2016, 10:17

Grazie della risposta puntuale come sempre.
Allora comincerò a sperimentare e vediamo cosa ne esce ;-)

Io uso tmax 400 sviluppato in ars imago fd, che in condizioni "normali mi soddisfa assai... pensi che anche per questo tipo di sviluppo possa essere consono?


Roberto



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti