Baritizzarsi

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4694
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Baritizzarsi

Messaggioda impressionando » 14/10/2013, 19:11

Parlacene.
Parlando delle superfici.....
La lucida (per me spara troppo).... è proprio plasticosa
La opaca perde troppo.... è una forzatura sulla politenata.
La velvet (perla) è passabile ma mi pare che non la fanno più (o megli tempo fa la cercai ma non la trovai da nessuna parte).
Per il resto manca di vivacità.... se forzi per far uscire la grinta perdi gli estremi.
Comunque paragonate alla Varycon erano decisamente sotto.
E' possibile che io abbia sbagliato rivelatore/cottura/soggetto ecc....
...le si può sempre dare una seconda chance ;)



Advertisement
MarcoLeoncino

Re: Baritizzarsi

Messaggioda MarcoLeoncino » 14/10/2013, 21:50

Sul fatto che sia un po' plasticosa non posso darti torto, ma d'altronde è una carta lucida, avevo provato una Ilford e anche quella mi aveva dato un'impressione simile.
Provata anche la matt, ma quella non mi era decisamente piaciuta, non faceva per me. Ritornando alla variant 311, quella lucida, ecco qualche impressione, umile e
personale. Al contrario, l'ho trovata "equilibrata": ho stampato qualche foto su 40x50 e sono riuscito ad ottenere una buona scala tonale. I bianchi sono belli "puliti" e
i neri "oleosi", "profondi" (come dicevi della lford). In mezzo pero' una piacevole gamma di grigi, spalmati, come dicevo su una vasta gamma tonale. Insomma, non posso
che espirmermi in questi termini, assolutamente soggettivi e non quantitativi. Ma ti posso assicurare che la stampa finale è veramente piacevole, e gli estremi non sono
cazzotti in faccia. Ovvio comunque che ci sarà di meglio sul mercato. Tecnicamente l'ho stampata con condensatori e filtri di contrasto tra 2 e 3, da negativi di TriX 400
in 120 (esposta a 400 e sviluppata in D76). Ho usato il multigrade nella diluizione 1+9, a 22-23 gradi, per 90 secondi. Stop e fissaggio come da ricetta.
Asciugata perde un po' di quell'aspetto plasticoso (il che è un vantaggio). Sto valutando un bagno nel selenio ma solo per scopi conservativi, non voglio aumentare la densità dei neri.
My 2 cents! :)



Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1911
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: Baritizzarsi

Messaggioda NikMik » 15/10/2013, 11:28

Silverprint ha scritto:Io proverei la Adox MCP 312 (perla), costa anche il giusto.


Vedo abbastanza comune, fra quelli bravi, la preferenza per le politenate semiopache (perla) piuttosto che (=invece che) per le politenate lucide.
Per le baritate è il contrario: è abbastanza comune la preferenza per le baritate lucide - ma si raccomanda di NON smaltare - a quelle matt o semi-matt.
Per entrambi i casi c'è una ragione fotografica più o meno oggettiva o è questione di gusti e di mode ? Scusate se la domanda è scema.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11610
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Baritizzarsi

Messaggioda Silverprint » 15/10/2013, 11:35

Oggettiva, non saprei...

Quelle lucide, lucide sono un po' scomode da guardare. La baritata lucida non smaltata o la politenata perla mantengono una buona lucentezza, quindi buoni "bianchi" e neri profondi senza diventare scomode da guardare.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: Baritizzarsi

Messaggioda Pacher » 15/10/2013, 11:43

NikMik ha scritto:quali sono secondo voi i punti di forza delle baritate a gradazione variabile Fomabron e Bergger (queste ultime care assai !)...

Le Bergger, le nuove le ho usate parecchio sopratutto la NB e la tono caldo CM mi sembra. Purtroppo vista la mia ignoranza in materia non posso esprimere un parere che non sia campato in aria. Le abbiamo usate anche con Silverprint "mettendole a confronto" con la Adox Mcc. Magari lui puo dirti qualche cosa di piu sensato. Ho visto delle differenze fra Bergger e Foma. Quest'ultima mancava in definizione e separazione dei toni nelle ombre comparata alla bergger. Fra l'altro dovrebbe esserci un esempio qui su analogica se lo trovo te lo linko..
Comunque se la adox per Silverprint è un'ottima carta non vedo perche per me stampatore della domenica non andrebbe piu che bene. Cosi si risparmia qualche soldino (mi sembra 20 euro di differenza per un pacco da 24x30 50 fogli) che non è poco e si compra un pacco in piu :D
Ultima modifica di Pacher il 15/10/2013, 11:54, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1911
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: Baritizzarsi

Messaggioda NikMik » 15/10/2013, 11:53

Silverprint ha scritto:Oggettiva, non saprei...

Quelle lucide, lucide sono un po' scomode da guardare. La baritata lucida non smaltata o la politenata perla mantengono una buona lucentezza, quindi buoni "bianchi" e neri profondi senza diventare scomode da guardare.


Chiarissimo, grazie. Però la lucentezza di una baritata lucida non smaltata mi è risultata... più lucente (e profonda) ! (mentre la politenata perla della Ilford mi sta un po' intristendo, dopo un anno d'uso e una settantina di stampe). Per questo mi era venuta voglia di baritizzarmi anch'io; e in parallelo sperimentare una politenata lucida; ma in effetti, come dici, i riflessi rendono scomoda la visione... proverò entrambe le politenate Adox (ho visto che da Ars-imago ci sono anche confezioni di prova con pochi fogli...). Grazie dei consigli.



MarcoLeoncino

Re: Baritizzarsi

Messaggioda MarcoLeoncino » 15/10/2013, 11:59

A me la FomaVariant311 non e' sembrata "scomoda" per la visione!



Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: Baritizzarsi

Messaggioda Pacher » 15/10/2013, 12:22

Per quello che puo contare...
in alto Foma, in Basso Bergger
gallery/image.php?image_id=455



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4694
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Baritizzarsi

Messaggioda impressionando » 15/10/2013, 13:47

Silverprint intende per "scomodo da guardare" l'attitudine a riflettere la luce... cosa abbastanza fastidiosa che costringe a manipolare il foglio per trovare l'angolo più favorevole. Le Baritate lucide non hanno famigliarità con le politenate lucide. La loro superficie non ha il liscio plastica ma piuttosto il liscio carta. Le politenate perla sono un tentativo d'imitazione della superficie baritata lucida non smaltata.
Le baritate smaltate sono ancora un'altra categoria..... sono più lucide delle politenate lucide ma a differenza di queste ultime mantengono le caratteristiche di resa tonale delle baritate.
L'esempio postato da Pacer è un riassunto emblematico della Fomabrom rispetto ad altre carte..... come dicevo ha le luci spente e i neri impastati. Nulla toglie che con il giusto trattamento sia in CO che in ripresa si riesca a recuperare parte del gap soprattutto nelle luci lasciando però insipida la zona medioalta..... 'zomma per quello che costa è ottima ma c'è di meglio.



Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1911
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: Baritizzarsi

Messaggioda NikMik » 15/10/2013, 14:54

Pacher ha scritto:
NikMik ha scritto:quali sono secondo voi i punti di forza delle baritate a gradazione variabile Fomabron e Bergger (queste ultime care assai !)...

Le Bergger, le nuove le ho usate parecchio sopratutto la NB e la tono caldo CM mi sembra. Purtroppo vista la mia ignoranza in materia non posso esprimere un parere che non sia campato in aria. Le abbiamo usate anche con Silverprint "mettendole a confronto" con la Adox Mcc. Magari lui puo dirti qualche cosa di piu sensato. Ho visto delle differenze fra Bergger e Foma. Quest'ultima mancava in definizione e separazione dei toni nelle ombre comparata alla bergger. Fra l'altro dovrebbe esserci un esempio qui su analogica se lo trovo te lo linko..
Comunque se la adox per Silverprint è un'ottima carta non vedo perche per me stampatore della domenica non andrebbe piu che bene. Cosi si risparmia qualche soldino (mi sembra 20 euro di differenza per un pacco da 24x30 50 fogli) che non è poco e si compra un pacco in piu :D


Non preoccuparti, anch'io campo in aria e schivo dirigibili. Ma rimango curioso di sapere del confronto fra Bergger e Adox mcc fatto con Andrea: che venne fuori?





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 1 ospite