caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8423
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda chromemax » 21/06/2011, 21:37

Ricordavo una cosa del genere ma sono passati troppi di anni...



Advertisement
Avatar utente
ric1854
esperto
Messaggi: 121
Iscritto il: 27/09/2010, 12:48
Reputation:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda ric1854 » 21/06/2011, 22:54

Vi ringrazio per l'attenzione prestata al ..... borotalco.
Non ho cognizioni particolarmente approfondite di chimica, tuttavia osservo che la quantità di borotalco che "impolvera" la spirale deve essere veramente minima. un film sottilissimo che, a occhio, è praticamente invisibile ( se riuscissimo a pesarlo saremmo nell'ordine di pochi miligrammi ). Per cui anche ammettendo una qualche interazione con i composti chimici presenti nelle soluzioni di sviluppo l'effetto dovrebbe essere scarso.
Ad ogni buon conto un prelavaggio elimina il problema.
Riguardo alle possibili rigature della pellicola: ho fatto delle prove sviluppando dia Elite 100 con kit Tetenal con prelavaggio, a pellicola asciutta non si notano le benchè minime tracce ne di rigature ne di particelle.



Avatar utente
ryo
esperto
Messaggi: 285
Iscritto il: 01/04/2011, 11:53
Reputation:
Località: Napoli

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda ryo » 07/07/2011, 10:32

Ciao, come molti, anche io, agli inizi, ho avuto qualche difficoltà a caricare i rullini nelle spirali.
Dopo vari esperimenti (tagli di code sagomati, spirali riscaldate con il phon, rullini con meno fotogrammi, ecc), ho trovato quella che per me si è rivelata essere la "soluzione definitiva".
NIENTE FRETTA!!! In poche parole, riavvolgo tutta la pellicola nel rullino e la lascio "a riposo" per 24 ore. Questa attesa si rende necessaria per far riacquistare alla pellicola il giusto senso di piegatura dopo essere stata avvolta, in quello opposto, all'interno della macchina fotografica.
"Decantata" per 24 ore, ne estraggo la coda con l'apposito attrezzo e, in totale oscurità, procedo al suo caricamento nella spirale.
Da quando non lascio più fuori la coda al momento del riavvolgimento e da quando attendo 24 ore per procedere, l'operazione tanto frustrante del caricamento della spirale è diventata facilissima.
Marcello



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8423
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda chromemax » 07/07/2011, 11:03

il giusto senso di piegatura dopo essere stata avvolta, in quello opposto, all'interno della macchina fotografica.

Non tutte le macchine fotografiche caricano la pellicola avvolgendola nel senso opposto a quello con cui il film è avvolto nel rullino.
Poi esistono dei supporti che non perdono la loro "piega" neanche dopo anni che sono sotto un peso, non penso che 24 ore cambino qualcosa.



Advertisement
Avatar utente
ryo
esperto
Messaggi: 285
Iscritto il: 01/04/2011, 11:53
Reputation:
Località: Napoli

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda ryo » 07/07/2011, 17:18

Ho parlato di "quella che si è rivelata essere la soluzione definitiva PER ME", non in generale!!!
Dell'esistenza di macchine che caricano la pellicola non rovesciata, anche io posso dire di saperne qualcosa!
L'ultima la ritengo essere una tua personale opinione, non suffragata da alcuna esperienza diretta, dato che ti esprimi dicendo "non penso" e lasciando, quindi, largo spazio ad altre eventualità. Posso dirti che, per mia esperienza diretta, tutti i supporti 35mm che mi è capitato di adoperare, caricati alla rovescia nella mia M3, acquisivano una "brutta piega" che solo (almeno) 24 ore nel loro giusto verso erano in grado di eliminare.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8423
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda chromemax » 07/07/2011, 18:08

Mi spiace che tu abbia frainteso il tono del mio post, rispondendo in modo piccato e con qualche punto esclamativo di troppo; fa niente, succede comunicando attraverso un forum.
Ma potrebbe essere cosa utile cercare di assumere un atteggiamento empatico scrivendo su un forum; cosa farebbe un utente al suo terzo sviluppo leggendo il tuo post? Lo interpreterebbe come il racconto di un esperienza personale o come un consiglio da seguire? Per poi scoprire, magari, che poteva risparmiarsi di attendere 24 ore perche' la sua macchina fotografica non caricava "al contrario". A me questo premeva soprattutto, per il resto ognuno ha le sue esperienze e le mie sono state diverse dalle tue.



Avatar utente
ryo
esperto
Messaggi: 285
Iscritto il: 01/04/2011, 11:53
Reputation:
Località: Napoli

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda ryo » 07/07/2011, 18:37

Anche il mio intervento deve essere stato frainteso.
Tono "piccato"? Punti esclamativi visti "male"? Quando l'ho scritto non l'ho fatto con intenti polemici.
Quanto alle esperienze, sono contento che anche tu abbia avuto le tue e che non siano state uguali alle mie.



Avatar utente
stramaiol
esperto
Messaggi: 135
Iscritto il: 30/10/2012, 14:48
Reputation:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda stramaiol » 30/11/2012, 16:41

Se prendi un estrattore puoi preparare per bene la coda che poi metterai nella spirale, i bordi vanno tagliati pochissimo, soprattutto con pellicole con supporti deboli tipo efke foma ecc ecc, quando la sfili tienila nel rocchetto.



Avatar utente
ric1854
esperto
Messaggi: 121
Iscritto il: 27/09/2010, 12:48
Reputation:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda ric1854 » 31/01/2015, 23:29

Io, del borotalco... ho abbandonato il borotalco.

Non sempre funziona.

Da un pò di tempo faccio così: avvolgo la pellicola introducendola non per la coda ma per il termine, ossia per la parte attaccata al cilindretto del rullino.
La coda e un buon tratto di pellicola è spesso poco curva o addirittura tende a stare diritta. Ciò può dare problemi quando la pellicola deve seguire la parte più stretta della spirale, dopo una buona metà di pellicola avvolta. il film fa attrito e si impunta.

La parte terminale della pellicola di solito è assai curva e consente l'avvolgimento senza problemi.

Problema: la pellicola andrebbe preventivamente estratta dal rullino per trovare la sua parte terminale. Facendo così il film si avvolge in modo terribile e.. si smoccola.
Ho risolto riavvolgendo il film in un altro rullino vuoto. Occorre un rullino vecchio tipo che ha i due fondelli fissati semplicemente a pressione. Basta estrarli per avere in mano il cilindretto di plastica su cui fissare con un pezzetto di nastro la coda del film. Questa fase si può fare alla luce, dal rullino "vero" esce solo la coda. Si rimettono i due fondelli e si chiude il rullino "ausiliario". Ora, al buio, si ruota il famoso cilindretto, che sporge dal rullino, e si riavvolge il film fino ad arrivare alla fine, ci si può aiutare con una matita infilata nel cilindretto. Si taglia e ci ritroviamo con la fine della pellicola, la quale è al sicuro nel rullino "ausiliario", che andiamo a introdurre nella spirale.
E' più difficile a spiegare che a fare.
Accorgimenti validi comunque: usare guanti di cotone, se il film era in frigo levarlo parecchie ore prima , per sicurezza un getto d'aria, fredda o tiepida, del fon anche sulle spirali per essere certi che non vi siano tracce di umidità.

Ho usato questo metodo per diverse decine di film, non ho mai avuto problemi. I 5 minuti occorrenti sembrano tempo perso fino a quando si butta un film rovinato dentro la spirale, come è successo a me.

Dimenticavo: controllare i feltrini del rullino che non siano impolverati. Ogni tanto li spazzolo e spruzzo aria .



Avatar utente
gobbo
esperto
Messaggi: 191
Iscritto il: 05/03/2014, 3:55
Reputation:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda gobbo » 01/02/2015, 8:26

Tolte le palline ed ovviamente arrotondata la coda sale che è una bellezza!





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti