caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5092
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda -Sandro- » 01/02/2015, 9:27

Boh, mi sembrano tutte soluzioni complicate, inutilmente complicate.

Ciò che impedisce o rallenta l'inserimento della pellicola nelle spire è la curvatura eccessiva del film che si impunta sui canali della spirale.

Una volta estratta la coda del rullino per circa 5/6 cm, la si arrotola all'incontrario molto, molto stretta, facendo un rotolino del diametro di una sigaretta, la si tiene in posizione per qualche secondo e la si srotola. A questo punto il tratto iniziale (che è quello che si impunta) sarà perfettamente disteso, e poco importa se tutto il resto della pellicola resta curvo, avanzerà regolarmente sino alla fine.
Questo vale anche per i film 120.



Advertisement
Avatar utente
Ottavio Colosio
guru
Messaggi: 352
Iscritto il: 05/08/2014, 22:54
Reputation:
Località: Bergamo/Milano

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda Ottavio Colosio » 01/02/2015, 18:31

Concordo con Sandro,
personalmente faccio anche attenzione, nel 35mm, a non tagliare centrando la perforazione ma
ad agire con la forbice fra un foro e l'altro, e' piu' difficile che si impunti durante l'avvolgimento sulla spirale.

8vio


Saluti

Ottavio


Matematicamente parlando, la fotografia e' un'applicazione lineare da R3 in R2

Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda Pacher » 01/02/2015, 18:55

io taglio sempre gli angolini a 45°, anche le 120. In generale non ho mai avuto problemi. A volte quando sviluppo spesso, vado nel reparto donne con la spirale e do un'asciugatina con 'l'asciugacapelli anche se al tatto sembra asciutta. A volte negli interstizi resta umida o bagnata.



Avatar utente
svarfi
esperto
Messaggi: 240
Iscritto il: 23/11/2010, 19:44
Reputation:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda svarfi » 01/02/2015, 21:19

Anche x me nessuna peripezia estrema... Taglio degli angoli a 45 gradi e piega del primo centimetro di pellicola nel verso opposto, sempre andato tutto ok... Certo che da marca a marca le cose possono cambiare.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk



Advertisement
Avatar utente
teodolite
esperto
Messaggi: 224
Iscritto il: 15/12/2014, 15:22
Reputation:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda teodolite » 04/02/2015, 10:50

gobbo ha scritto:Tolte le palline ed ovviamente arrotondata la coda sale che è una bellezza!

ho fatto anche io così e non ho mai avuto il minimo problema. per dirla tutta devo ringraziare un amico che mi ha aiutato nel primo sviluppo. Mi ricordo ancora che, una volta sballata la tank dalla scatola, per prima cosa tolse dagli alloggi le rotelline di acciaio e le buttò via lasciandomi sgomento. Mi disse che non servivano a niente ed erano solo una complicanza; poi mi insegnò a inserire la pellicola a spinta con il rullino ancora nel contenitore. E' facilissimo.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda Silverprint » 04/02/2015, 12:39

È sempre facilissimo, anche usando le spirali sane.

Il fatto che tu preferisca usarle rotte non credo sia un consiglio da condividere. Ti è già stato detto e non è proprio il caso di ripetere consigli opinabili.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1909
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda bafman » 04/02/2015, 13:20

Pacher ha scritto:In generale non ho mai avuto problemi. A volte [...] vado nel reparto donne [...] e do un'asciugatina con 'l'asciugacapelli anche se al tatto sembra asciutta. A volte negli interstizi resta umida o bagnata.


Pacher amico mio sei il primo che sento preferirla asciutta

@};-



Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda Pacher » 04/02/2015, 14:49

Alberto da te propio non me l'aspettavo…adesso ho capito…la Germania… :@).. io pensavo fosse stata una scelta etica, dettata da una ricerca interiore... :))
Tiè ti meriti questo!
https://www.youtube.com/watch?v=qRRLhGtKDwU



Avatar utente
kermit
appassionato
Messaggi: 17
Iscritto il: 06/02/2015, 16:23
Reputation:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda kermit » 08/02/2015, 12:09

gobbo ha scritto:Tolte le palline ed ovviamente arrotondata la coda sale che è una bellezza!

e come ti sei trovato facendo così?



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5092
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: caricamento su spirale difficoltoso- un metodo

Messaggioda -Sandro- » 08/02/2015, 12:17

kermit ha scritto:
gobbo ha scritto:Tolte le palline ed ovviamente arrotondata la coda sale che è una bellezza!

e come ti sei trovato facendo così?


L'ha già scritto, l'hai pure quotato: "sale che è una bellezza". Intervento inutile.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti