Cervello in cerca di vie di fuga...

Spazio Aperto a qualunque tipo di discussione, idea o proposta non necessariamente legata alla fotografia

Moderatore: DanieleLucarelli

Avatar utente
skyweb
esperto
Messaggi: 292
Iscritto il: 04/04/2013, 14:41
Reputation:
Località: Cosenza
Contatta:

Re: Cervello in cerca di vie di fuga...

Messaggioda skyweb » 28/08/2013, 22:39

etrusco ha scritto:Anche io ti consiglio linkedin


anch'io non solo per inserire il proprio curricula e quindi essere reperibile da ricerche mirate ma anche per iscriverti/seguire gruppi internazionali che trattano di fotografia analogica, spesso anche lì si trovano offerte di lavoro.



Advertisement
Avatar utente
riccardo_Tokyo
esperto
Messaggi: 222
Iscritto il: 19/01/2012, 8:14
Reputation:
Località: tokyo
Contatta:

Re: Cervello in cerca di vie di fuga...

Messaggioda riccardo_Tokyo » 30/08/2013, 4:25

Linkedi, io ricevo una media di 2/3 proposte a settimana senza contare i recruiter che mi bombardano di telefonate. Se fai un buon profilo, credibile, è un ottimo social network per trovare lavoro!



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11428
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Cervello in cerca di vie di fuga...

Messaggioda Silverprint » 30/08/2013, 10:39

Il profilo su linkedin l'ho fatto...


Ora mi aiutate a farlo bene, vero?

Datemi istruzioni e suggerimenti che per queste cose sono negato!!! :((


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
skyweb
esperto
Messaggi: 292
Iscritto il: 04/04/2013, 14:41
Reputation:
Località: Cosenza
Contatta:

Re: Cervello in cerca di vie di fuga...

Messaggioda skyweb » 30/08/2013, 22:10

ho visto il profilo e a proposito, la cosa buona di linkedin è che sai chi visita il tuo profilo così se qualcuno passa te ne accorgi e magari lo insegui tu se non lo fà lui.
và inserita la foto, secondo me andrebbe eliminata la voce Born artist, unluckily in quanto gli anglofoni non li vedo con il senso dell'humor ma è una mia personalissima opinione.
Vanno create le reti, devi inserire degli skills e poi aggiungere persone alla tua rete e chiedere che confermino quegli skills... ovvero: fine art photographer, 20 persone confermano che tu sei bravo in questo e così via... e se sono del tuo stesso campo il peso del riconoscimento intrinseco naturalmente aumenta....
se hai un account gmail/facebook/altro è semplice aggiungere i tuoi contatti... inoltre io metterei in rilievo qualcosa di particolare.. es. ho partecipato nel 20XY alla mostra X, mi ha affidato questo lavoro importante la persona Y, ci sono alcuni lavori che devono essere posti in rilievo e non finire nel grande calderone: dal 1990 al 2010 consulenze... perché aiuta a capire l'esperienza nel tempo ma nello specifico cosa?
dovresti, poi, iscriverti a diversi gruppi perché a volte è proprio lì che appaiono inserzioni, non necessariamente vanno seguiti tutti, anzi... io ricevo una email riepilogativa con gli oggetti più caldi del gruppo e spesso lì si annidano le richieste di rescruting :D
ho detto la mia su linkedin se può essere utile o serve altro basta un fischio....



Advertisement
utente04

Re: Cervello in cerca di vie di fuga...

Messaggioda utente04 » 30/08/2013, 23:26

Quando leggo queste cose mi vengono i brividi e mi rendo conto che sto vivendo in un mondo che capisco ogni giorno di meno.
Se io dovessi cercare lavoro tramite queste diavolerie sarei rovinato del tutto.
Scusate la riflessione personale.



Avatar utente
skyweb
esperto
Messaggi: 292
Iscritto il: 04/04/2013, 14:41
Reputation:
Località: Cosenza
Contatta:

Re: Cervello in cerca di vie di fuga...

Messaggioda skyweb » 30/08/2013, 23:56

fotoloco ha scritto:Quando leggo queste cose mi vengono i brividi e mi rendo conto che sto vivendo in un mondo che capisco ogni giorno di meno.


capisco il tuo pensiero anche se come avrai potuto capire non lo condivido, perché per me vale il contrario.



Avatar utente
elimatilde
guru
Messaggi: 730
Iscritto il: 16/11/2012, 15:49
Reputation:

Re: Cervello in cerca di vie di fuga...

Messaggioda elimatilde » 31/08/2013, 17:08

Ciao
Buona fortuna di cuore...
Spiace da morire che si sia costretti ad andare "fuori" per cercare lavoro o soddisfazioni....
Mi è giusto partita la nipote ieri per l'Australia... si.sic.sic.
Azzo è che eravamo un popolo di viaggiatori, poeti ed Artisti .....
Spero che quando rimedio un po di tempo, tu sia ancora nello stivale....

Elia :( :(


.. Sbagliando s'impara....
........... Spero !!!!!....

utente04

Re: Cervello in cerca di vie di fuga...

Messaggioda utente04 » 31/08/2013, 19:24

Senza andare troppo indietro nella storia, fino a due/tre decenni fa, quelli più esposti alla scelta di emigrare per cercare di sbarcare il lunario (con le dovute eccezioni ovviamente) erano quelli senza troppa arte nè parte, insomma se uno studiava ed era bravo, aveva la relativa certezza di sistemarsi dignitosamente a casa propria.
Oggi è tutto sovvertito, quelli senza arte nè parte sono stanziali anzi ne importiamo pure in abbondanza, e quelli bravi e specializzati sono costretti ad andare a cercarsi da vivere all'estero.
Sarà, ma secondo me era meglio prima......



Avatar utente
giofex
guru
Messaggi: 1376
Iscritto il: 22/08/2012, 10:33
Reputation:
Località: BRESCIA
Contatta:

Re: Cervello in cerca di vie di fuga...

Messaggioda giofex » 31/08/2013, 20:49

fotoloco ha scritto:Senza andare troppo indietro nella storia, fino a due/tre decenni fa, quelli più esposti alla scelta di emigrare per cercare di sbarcare il lunario (con le dovute eccezioni ovviamente) erano quelli senza troppa arte nè parte, insomma se uno studiava ed era bravo, aveva la relativa certezza di sistemarsi dignitosamente a casa propria.
Oggi è tutto sovvertito, quelli senza arte nè parte sono stanziali anzi ne importiamo pure in abbondanza, e quelli bravi e specializzati sono costretti ad andare a cercarsi da vivere all'estero.
Sarà, ma secondo me era meglio prima......


Concordo con te fotoloco.
Qui rimane sempre un'accozzaglia di mediocrità...speriamo che prima o poi il trend si inverta e che anche il nostro paese inizi, oltre che a tenere i propri cittadini meritevoli, ad attirare anche quelli degli altri paesi. Dopo tutto rimango ottimista. Non costa nulla...
Detto questo un grande in bocca al lupo ad Andrea (mi raccomando però di mantenere i corsi che un'altra capatina in Toscana la faccio prima o poi)


ciao

Giorgio

Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1833
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: Cervello in cerca di vie di fuga...

Messaggioda NikMik » 01/09/2013, 23:25

fotoloco ha scritto:Quando leggo queste cose mi vengono i brividi e mi rendo conto che sto vivendo in un mondo che capisco ogni giorno di meno.
Se io dovessi cercare lavoro tramite queste diavolerie sarei rovinato del tutto.
Scusate la riflessione personale.


grazie mille di cuore del commento, mi sento meno solo, sono esterrefatto e smarrito, non ci capisco una mazza: non so cosa sono gli skilss, il rescrut o che diavolo... ma non me ne vanto affatto, trovo assurdi, per esempio, qualli che dicono con un sorrisetto compiaciuto "io di matematica non ci capisco niente"; per cui lo dico davvero senza compiacimento.





  • Advertisement

Torna a “Open Space”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti