Che formato e cosa farne?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
JacopoCh
esperto
Messaggi: 144
Iscritto il: 10/11/2011, 10:17
Reputation:
Località: Nettuno (RM)

Che formato e cosa farne?

Messaggioda JacopoCh » 06/02/2014, 20:00

Mettendo in ordine è uscito questo, non so minimamente che formato sia. Vi allego una foto da solo ed una con un 35mm a fianco per le proporzioni.
Mi piacerebbe vedere se sopra c'è ancora qualcosa, ma come fare?? Non credo che i laboratori lavorino queste vecchie pellicole... Io non sviluppo colore, pensavo quasi di buttarlo in uno sviluppo bn e vedere se sopra c'è rimasto qualcosa... Voi che fareste considerando il fatto che nella spirale non c'entrerà di sicuro?
Immagine
Immagine



Advertisement
Avatar utente
schyter
guru
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/12/2013, 21:36
Reputation:

Re: Che formato e cosa farne?

Messaggioda schyter » 06/02/2014, 20:17

il formato è il 127 in disuso ma qualcosa si trova ancora (Blufire e Rollei)
io con la mia modesta tank AP riesco a svilupparlo... la spirale ha il blocco
per il 127... fino a un paio d'anni fa Efke le produceva ancora.

Per lo sviluppo nn saprei... probabilmente in rodinal 1+100 stand.


Una volta nel gregge, è inutile che abbai: scodinzola. ;/)
Mentre la fotografia non può mentire, i bugiardi possono fotografare...
Solo i pesci morti seguono la corrente... ;/)
https://www.flickr.com/photos/schyter/

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5549
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Che formato e cosa farne?

Messaggioda -Sandro- » 06/02/2014, 20:39

E' un negativo colore, a naso direi che il rodinal non c'entra un cavolo.



Avatar utente
michele95
guru
Messaggi: 480
Iscritto il: 28/05/2013, 12:18
Reputation:
Località: Varese

Re: Che formato e cosa farne?

Messaggioda michele95 » 06/02/2014, 21:01

Secondo me dovresti trovare qualcuno che sviluppi il colore in casa e fartelo sviluppare (Visto che le comuni tank, almeno quelle che ho io ma penso tutte quelle che hanno le spirali adattabili in base al formato, accettano questo formato) oppure trovare un laboratorio serio che te lo tratti perché non ho mai provato ma penso che la maggior parte dei normali fotografi non saprà neanche che formato sia questo (Tanti non sanno quasi neanche cosa sia il 120 o comunque non lo trattano quindi ti lascio immaginare...). E poi dovresti incrociare le dita e sperare che esca qualcosa visto che di sicuro è li da tanti anni in attesa di essere sviluppata.



Advertisement
anonymous1

Re: Che formato e cosa farne?

Messaggioda anonymous1 » 06/02/2014, 21:10

direi che la cosa migliore e' svilupparlo in casa con un kit c41.
non e' detto che venga fuori qualcosa ma se e' stato conservato benino...
se vuoi mandamelo e te lo sviluppo io ;)
mi e' sempre piaciuto sviluppare vecchie pellicole ignote :D



Avatar utente
franzcalab
guru
Messaggi: 310
Iscritto il: 11/03/2013, 20:49
Reputation:
Località: S. Lazzaro di Savena (BO)

Re: Che formato e cosa farne?

Messaggioda franzcalab » 06/02/2014, 21:15

Agfacolor CNS 80 asa, process C22, formato 127, fine anni 60...
Se pensi che le foto possano essere interessanti, prova a chiedere a questo laboratorio: sono specializzati in roba stagionata...
http://www.processc22.co.uk/


Ciao.
Francesco

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 1030
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Che formato e cosa farne?

Messaggioda fabriziog » 06/02/2014, 21:21

Ciao jacopo, di dive sei?
Se sei dalle mie zone (Treviso) e ti va di rischiare, al prossimo giro di sviluppo C41 ti faccio un fischio e sviluppiamo il tuo rullo assieme.



Avatar utente
Slowhand78
esperto
Messaggi: 182
Iscritto il: 14/06/2013, 22:14
Reputation:
Località: Prato

Re: Che formato e cosa farne?

Messaggioda Slowhand78 » 06/02/2014, 21:28

Chiedo: ma c'è differenza fra c41 e c22?? :-o
Altrimenti mi sa che lo può davvero mettere anche nel Rodinal.


Daniele

Avatar utente
schyter
guru
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/12/2013, 21:36
Reputation:

Re: Che formato e cosa farne?

Messaggioda schyter » 06/02/2014, 23:16

-Sandro- ha scritto:E' un negativo colore, a naso direi che il rodinal non c'entra un cavolo.


non mi piace questa risposta... e senza spirito polemico credo che invece il rodinal
sia una buona cosa per salvare il salvabile. IMHO
Credo che abbia più possibilità il rodinal che uno sviluppatore C41 per una pellicola
scadutissima che doveva essere sviluppata in C22!!

ci sono un sacco di informazioni in rete su come fare... prova a scrivere in google
" agfa color CNS in rodinal " e vedi cosa ti esce... ciao

questa è solo una delle centinaia di discussioni che si trovano in rete per sviluppare
vecchi film C22 in rodinal.

http://www.flickr.com/groups/rodinal/di ... 785245833/


Una volta nel gregge, è inutile che abbai: scodinzola. ;/)
Mentre la fotografia non può mentire, i bugiardi possono fotografare...
Solo i pesci morti seguono la corrente... ;/)
https://www.flickr.com/photos/schyter/

Avatar utente
JacopoCh
esperto
Messaggi: 144
Iscritto il: 10/11/2011, 10:17
Reputation:
Località: Nettuno (RM)

Re: Che formato e cosa farne?

Messaggioda JacopoCh » 06/02/2014, 23:53

Quanto interesse! Bene, grazie dell'interessamento a tutti, è affascinante andare a scoprire cosa sia rimasto nella pellicola per tutti questi anni! Allora, ringrazio chi mi ha proposto lo sviluppo in comune, io sono di Nettuno, vicino Roma, la vedo un po'dura adesso vediamo cosa esce col rodinal, le mie spirali Paterson hanno il blocco su 35 e 120, può essere che non mi sia mai accorto di uno scatto intermedio? Secondo voi quanto c'è rimasto dell'immagine??

Inviato dal mio Z120 utilizzando Tapatalk





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti