Chimico per carte vecchie (benzotriazolo?)

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

MarcoLeoncino

Chimico per carte vecchie (benzotriazolo?)

Messaggioda MarcoLeoncino » 18/10/2013, 11:17

Buongiorno a tutti.

In camera oscura ho qualche pacco di Bromofort ancora sigillata. La carta è sicuramente scaduta, purtroppo, pero' ho saputo che era molto apprezzata.
Su un libro avevo letto che per "riportare un po' in vita" le vecchie carte si usa un particolare prodotto chimico, il benzotriazolo forse?
Che effetti avrebbe (riduce un po' il velo?), dove lo posso trovare e come si usa?
Grazie mille e scusate il topic in stile "interrogatorio".

Marco



Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9267
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Chimico per carte vecchie (benzotriazolo?)

Messaggioda chromemax » 18/10/2013, 12:34

Ci ho un po' studiato sulla "resuscitazione" delle carte vecchie e per quella che è la mia esperienza posoo dirti che il gioco non vale la candela a meno che uno non si diverta un mondo a fare il piccolo chimico :)
L'uso massiccio di antivelo è un palliativo molto blando che ha effetto praticamente nullo su carte molto vecchie e molto velate; inoltre le carte dell'Agfa invecchiavano molto in fretta e "male" e credo che la tua bromofort più che un velo abbia una zona 5 di base :( Un buon sistema che permette di avere dei bianchi "bianchi" è usare la carta vecchia per la stampa lith, in genere le vecchie carte reagiscono molto bene a questo trattamento e la peculiarità dello sviluppo che si usa permette di mantenere delle buone luci ma con un effetto lith che non è uguale ad una stampa classica.
Vedi tu, se vuoi proseguire posso passarti i miei appunti se possono essere utili, ma ti anticipo che bisogna investire un po' in chimici :)



MarcoLeoncino

Re: Chimico per carte vecchie (benzotriazolo?)

Messaggioda MarcoLeoncino » 18/10/2013, 12:55

Non so se ne varrà la pena, perchè non ho scorte illimitate di carte vecchie.... per la stampa lith, bisogna usare i chimici della Moersch? Ho letto qualcosa questa settimana sulle pagine della Moersch ma non so quasi nulla sulla stampa Lith.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9267
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Chimico per carte vecchie (benzotriazolo?)

Messaggioda chromemax » 18/10/2013, 13:35

Ho letto qualcosa questa settimana sulle pagine della Moersch ma non so quasi nulla sulla stampa Lith.

C'è il nostro blog tanto per cominciare, vale la pena dargli un'occhita ogni tanto e, per chi se la sente, anche pubblicare qualcosa :)
http://blog.analogica.it/analogica-it/articoli/2012/03/stampa-lith/



Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4695
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Chimico per carte vecchie (benzotriazolo?)

Messaggioda impressionando » 18/10/2013, 14:13

Se la velatura è molto leggera con il bromuro ci si mette una pezza mettendo però in conto uno slittamento cromatico della carta. Se il velo è evidente l'unico metodo è la sbianca totale.... fatta con molta attenzione, lentamente e con dei riferimenti.
L'ultimo foglio di Bromofort l'ho usato non molto tempo fa ed era buono.... ora ho solo ritagli. Provala, magari è ancora buona.

PS: il velo leggero lo vedi dando una pennellata di sbianca su un foglio inesposto ma sviluppato e fissato per il giusto.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9267
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Chimico per carte vecchie (benzotriazolo?)

Messaggioda chromemax » 18/10/2013, 14:28

:ymblushing: la bromofort è della Forte, non dell'Agfa, chissà perché avevo letto Brovira... troppi rendering :))
Ce ne ho ancora un po' di quella carta (un paio di pacchi da 25) ma è tantissimo che non la uso, in genere la carta Forte si conserva benino, fai come dice Paolo e provala.
Con carta un po' velata ho ottenuto buoni risultati anche senza usare la sbianca, comunque gli sviluppi (due) erano costosi da preparare e ci vuole tempo e prove per bilanciare i ritardanti e gli antivelo.



MarcoLeoncino

Re: Chimico per carte vecchie (benzotriazolo?)

Messaggioda MarcoLeoncino » 18/10/2013, 14:36

Grazie a tutti, faro' qualche prova!

Pero' ormai mi avete messo la pulce nell'orecchio e voglio provare la lith... non credo che basterà una sola vita per fare tutto!





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite