Pagina 1 di 1

Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 04/02/2016, 12:06
da Devis91
Ciao ragazzi, la cinestill sta tentando di lanciare sul mercato la versione 120 della omonima pellicola già esistente in 135... una buona notizia visto l'altalenante andamento delle pellicole colore negli ultimi tempi.
A quanto pare sono a metà della raccolta fondi.
Io personalmente non ho mai provato questa pellicola sia perché scatto poco a colori che per via del prezzo (speriamo in 120 costi meno).
Mi piacerebbe qualche opinione in merito, alcuni ritratti visti online (scansionati, quindi poco affidabili) mi sono parsi comunque molto belli come colori.
Per il link alla raccolta fondi ecco qua
https://www.indiegogo.com/projects/cine ... ormat-film#/

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 04/02/2016, 12:24
da lo_Spocchioso
Io la uso e mi piace molto scansionata (e senza correzioni); devo ancora farla stampare per vedere l'effetto finale.

Non l'ho ancora capita bene, perché bisogna avere l'occhio allenato a distinguere le temperature di colore per immaginare il risultato.

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 04/02/2016, 13:06
da Arbogast
Buongiorno a tutti. Io personalmente piuttosto che buttarmi su pellicole nuove dall'incerto destino e dai costi eccessivi preferisco usare le Portra. Per il resto in bocca al lupo alla cinestill.

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 05/02/2016, 3:08
da berri.zolonte
La cinestill 800 non è altro che la kodak vision3 500T ribobinata. In pratica una pellcicola cineMatografica. Io l'ho usata in super8 e 16mm e sono molto belle, simili alla portra ma con meno contrasto e un miglior tenuta alla sottoesposizione, poi ovviamente è bilanciata per 3200k. Le 120 sarebbero molto interessanti ma sicuramente costeranno uno sproposito...
In oltre le pellicole cinematografiche sono intese per lo sviluppo ecn2 quindi in c41 sarebbe una specie di cross process. Credo si potrebbe utilizzare il bagno di sviluppo del ra4 che condivide con l'ecn2 lo stesso agente. C'è anche il rem jet sulla pellicola cinematografica, ma forse sulle cinestill viene rimosso prima di ribobinarle, non so.
Volendo uno potrebbe farsele da solo...

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 05/02/2016, 10:00
da lo_Spocchioso
Il rem-jet viene rimosso da CineStill prima del confezionamento in rulli, è esattamente questo loro il valore aggiunto. Si potrebbe certamente fare da sè, ma rimarrebbe la difficoltà (ed il costo) di comprare e ribobinare piccole quantità di Visio3.

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 05/02/2016, 10:05
da Devis91
Immagine

Ecco una risposta sul come intendono produrle, se la raccolta fondi andrà in porto il prodotto, seppur ribobinato, non deriverá da fondi di magazzino ma sarà fresco :-)

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 05/02/2016, 17:57
da berri.zolonte
mah...una bobina da 122m si trova...poi uno bisogna sia già attrezzato per fabbricare i rullini. Per il rem jet non so, ma secondo me se uno sviluppa in casa un modo per toglierlo durante lo sviluppo si trova.

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 05/02/2016, 20:23
da lo_Spocchioso
berri.zolonte ha scritto:mah...una bobina da 122m si trova...poi uno bisogna sia già attrezzato per fabbricare i rullini. Per il rem jet non so, ma secondo me se uno sviluppa in casa un modo per toglierlo durante lo sviluppo si trova.
Come a dire: se uno contabilizza solo ciò che gli fa comodo, diventa competitivo :D

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 12:29
da berri.zolonte
Come a dire: se uno contabilizza solo ciò che gli fa comodo, diventa competitivo :D
Eh? Non ho capito...Era più come a dire: se sai bobinarti le pellicole, comprare qualche short end di Vision3 non è impossibile, e sono sicuro che il rem jet è facile da togliere durante lo sviluppo. Non si tratta di competitività, ma di arrangiarsi da soli. Il fatto è che se uno ad esempio ama fotografare le città di notte e trova le cinestill 500T un'ottima pellicola per questo scopo, allora potrebbe valutare di acquistare una bobina di 500T 35mm e non pagare 10€/metro per il prodotto già confezionato.

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 12:31
da Devis91
Sì ma questo discorso si può fare per il 35 mm, non per il 120. Bobinare un 120 è un incubo perché devi trovare anche la carta e metterla al punto giusto

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 12:51
da berri.zolonte
Tecnicamente bobinare il 120 è più facile e non hai bisogno di strumenti particolari. Io ad esempio taglio il 120 a 46mm e bobino da me il 127. Il problema è trocare la pellicola 65mm che viene quasi esclusivamente usata nelle produzioni cinematografiche made in USA.

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 12:56
da Devis91
berri.zolonte ha scritto:Tecnicamente bobinare il 120 è più facile e non hai bisogno di strumenti particolari. Io af esempio taglio il 120 a 46mm e bobino da me il 127. Il problema è trocare la pellicola 65mm che viene quasi esclusivamente usata nelle profuzioni cinematografiche made in USA.
Già, ma considera anche il fattore allineamento con la carta in modo da far coincidere i fotogrammi con i rispettivi punti di riferimento presenti... più che difficile è una grandissima seccatura anche perché a meno di non trovare carte nuove (e non saprei proprio dove) bisogna riutilizzare quelle di altri rulli che sono sempre arricciate e ingestibili.

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 12:58
da berri.zolonte
esatto io riciclo quelle di altri rulli, e ti assicuro che funzionano bene per diverse volte!

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 13:02
da Devis91
Comunque per quanto riguarda il rem jet sono sicuro esista un prodotto perché la six Gates film di Milano lo vende. È un prodotto apposito per togliere il rem jet nello sviluppo casalingo. Magari Sandro o altri esperti sanno dirci con esattezza quali agenti chimici sono coinvolti :)

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 13:08
da berri.zolonte
Comunque per quanto riguarda il rem jet sono sicuro esista un prodotto perché la six Gates film di Milano lo vende. È un prodotto apposito per togliere il rem jet nello sviluppo casalingo. Magari Sandro o altri esperti sanno dirci con esattezza quali agenti chimici sono coinvolti :)
Interessante...nel processo ECN2 non vengono utilizzati agenti chimici per togliere il remjet, ma meccanici; getti d'acqua per lo più. Come sostanza è una dispersione di pigmento al carbonio (presumo monark) in una emulsione simile a quella che sul lato opposto ospita le sostanze fotosensibili. Serve un agente chimico inerte per l'emulsione fotografica e in grado di sciogliere il rem jet..

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 13:18
da Devis91
berri.zolonte ha scritto:
Comunque per quanto riguarda il rem jet sono sicuro esista un prodotto perché la six Gates film di Milano lo vende. È un prodotto apposito per togliere il rem jet nello sviluppo casalingo. Magari Sandro o altri esperti sanno dirci con esattezza quali agenti chimici sono coinvolti :)
Interessante...nel processo ECN2 non vengono utilizzati agenti chimici per togliere il remjet, ma meccanici; getti d'acqua per lo più. Come sostanza è una dispersione di pigmento al carbonio (presumo monark) in una emulsione simile a quella che sul lato opposto ospita le sostanze fotosensibili. Serve un agente chimico inerte per l'emulsione fotografica e in grado di sciogliere il rem jet..
Immagine

Ecco qua, da quanto ho capito si usa in pre-bagno. Non so dirti altro

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 13:21
da berri.zolonte
Cercando in rete ho visto che alcuni ottengono buoni risultati con una soluzione di carbonato di sodio (Na2CO3) al 4% che ammorbidisce il remjet. Dopo con vari ed energici sciacqui questo si disgrega. al termine del processo di sviluppo si può togliere eventuali residui massaggiando delicatamente la pellicola sotto acqua corrente.

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 13:23
da Devis91
berri.zolonte ha scritto:Cercando in rete ho visto che alcuni ottengono buoni risultati con una soluzione di carbonato di sodio (Na2CO3) al 4% che ammorbidisce il remjet. Dopo con vari ed energici sciacqui questo si disgrega. al termine del processo di sviluppo si può togliere eventuali residui massaggiando delicatamente la pellicola sotto acqua corrente.
Ho appena letto una domanda fatta su facebook alla six Gates film in cui si chiedeva proprio questo :) la six Gates ha risposto che il prodotto NON contiene carbonato di sodio

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 13:36
da berri.zolonte
allora non saprei...(certo se anche lo contenesse dubito che lo renderebbero pubblico)
A casa credo di avere del carbonato di sodio, se trovo la voglia prendo un pezzo di 16mm e lo inzuppo in una soluzione di na2co3...

Re: Cinestill 120 raccolta fondi

Inviato: 06/02/2016, 13:46
da berri.zolonte
anche se alla fine costa 9€...se funziona si può anche usare quello!