Come ottenere neri profondi in stampa??

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Come ottenere neri profondi in stampa??

Messaggioda Silverprint » 08/11/2011, 14:52

Giusto!

Una cosa alla volta, ma non scordarti lo sviluppo fattoriale!
Non meno di 6 volte il tempo di comparsa per uno sviluppo abbastanza completo.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
davide2k
fotografo
Messaggi: 81
Iscritto il: 03/11/2011, 15:16
Reputation:

Re: Come ottenere neri profondi in stampa??

Messaggioda davide2k » 08/11/2011, 16:35

Si, quella era la "seconda" cosa... infatti volevo provare a sviluppare la carta per più tempo oltre che agitarla di più.
Incrociamo le dita!!
Come si dice dalle mie parti (e non solo credo)... "o bene bene, o male male" :)



Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: Come ottenere neri profondi in stampa??

Messaggioda zioAlex » 09/11/2011, 11:29

vai Davide facci saperee! ;)
potresti dirci di che marca é la tua testa?
Quali sono i valori dei filtri?


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
davide2k
fotografo
Messaggi: 81
Iscritto il: 03/11/2011, 15:16
Reputation:

Re: Come ottenere neri profondi in stampa??

Messaggioda davide2k » 03/12/2011, 15:57

Ciao a tutti.. dopo tanto tempo posso dare un pò di aggiornamenti per i neri nelle stampe.
Ho pravato sia con l'aumento della temperatura che con una agitazione continua dello sviluppo (i due procedimenti sono stati fatti prima separatamente poi insieme).
Purtroppo però non ho notato miglioramenti, o meglio... devo dire che la stampa aumentanto sia l'agitazione che la temperatura di sviluppo, tende a diventare tutta un pò troppo scura (quindi tutto un pò più nero ma senza comunque arrivare mai al nero profondissimo dell'inferno :) ), perdendo i bianchi "puri" che trovavo agitando meno.
Specifico che sto usando carta Rollei 111 che adoro, ma forse inizio a capire che sto chiedendo l'impossibile.



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Come ottenere neri profondi in stampa??

Messaggioda Silverprint » 03/12/2011, 16:11

Beh... Bisognerebbe vederle! :D

Se il metodo di regolazione del contrasto è tornato nella norma, ed il resto sta a posto, forse (forse) pretendi una DMax impossibile... Ma senza vedere davvero non si può dire!

La perdita dei bianchi puri -se è una velatura e non il normale aumento di densità, conseguenza dell'aumentato tempo di sviluppo, da compensarsi in fase di esposizione/regolazione del contrasto- può essere dovuta all'aumento di temperatura. Di solito uno sviluppo prolungato (anche 15 volte il tempo di comparsa) non produce velatura se la carta è fresca. L'agitazione è irrilevante per i toni più chiari.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: Come ottenere neri profondi in stampa??

Messaggioda zioAlex » 03/12/2011, 16:25

ciao Davide...
Se é vero ciò che é vero ed é vero ciò che dici.... :D
magari il problema é sempre lo stesso, il giusto grado di contrasto abbinato al "giusto" tempo di esposizione..
Magari potrebbe dipendere dal negativo che ha un contrasto basso
se possibile, oltre a vedere la stampa scansionata sarebbe utile vedere anche il negativo, per capire la partenza di quella stampa.. ;;)


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
davide2k
fotografo
Messaggi: 81
Iscritto il: 03/11/2011, 15:16
Reputation:

Re: Come ottenere neri profondi in stampa??

Messaggioda davide2k » 09/12/2011, 23:13

Sviluppo fresco... gran rivelazione!! :-)
Ho cambiato il mio sviluppo con uno nuovo. Al posto dell' ilford multigrade, ho usato il rollei RPN 1+6 invece che 1+9 e i neri sono molto migliorati!!
Sono molto contento!! Fra sviluppo "fresco" e agitazione, ora sono molto più soddisfatto. Il problema ora è nella conservazione perchè non mi entra nelle bottiglie a soffietto (ne ho fatto molto di più). L'ho messo nelle taniche di plastica nere per la benzina. dato che quelle non sono a soffietto, tolgo l'aria riempiendole di biglie di vetro. secondo voi devo togliere l'aria anche dallo stop e dal fissaggio?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Come ottenere neri profondi in stampa??

Messaggioda Silverprint » 09/12/2011, 23:40

Ottimo. Stai a vedere che il problema è la conservazione dei chimici! :D

Io il rivelatore carta usato non lo conserverei, l'arresto tanto meno. Alcuni fissaggi si possono con facilità rigenerare, ma dovrebbe valerne la pena.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: Come ottenere neri profondi in stampa??

Messaggioda zioAlex » 09/12/2011, 23:58

era ora che si vedeva qualche risultato!
La carta che stai usando, la Rollei 111 viene dopo l'Oriental come Dmax!
Oltretutto abbinata allo sviluppo, sempre Rollei RPN che raggiunge elevate densità massime, puoi soltanto ottenere del nero nero, né grigiume né nerume! :D ;)


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
davide2k
fotografo
Messaggi: 81
Iscritto il: 03/11/2011, 15:16
Reputation:

Re: Come ottenere neri profondi in stampa??

Messaggioda davide2k » 10/12/2011, 4:32

Silverprint ha scritto:
Io il rivelatore carta usato non lo conserverei, l'arresto tanto meno. Alcuni fissaggi si possono con facilità rigenerare, ma dovrebbe valerne la pena.


Intendi dire che tu butti via i chimici ogni volta che fai una stampa? Ma così spendi una fortuna negli acidi...
In che senso rigenerare il fissaggio? Io ne uso due e il secondo fissaggio lo faccio diventare il primo quando quest'ultimo si sta esaurendo...





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti