conservazione negativi

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: conservazione negativi

Messaggioda zioAlex » 14/12/2011, 22:17

tranquillo.. Per la parte dello sviluppo non centra nulla!
Ti ripeto, a mio parere dipende dal fissaggio o dal lavaggio....
Eventualmente prova a eseguire di nuovo il lavaggio, magari solo su una striscia se le hai gia tagliate...
Ti ricordi almeno come hai eseguito il lavaggio?


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Advertisement
Avatar utente
persirex
esperto
Messaggi: 191
Iscritto il: 21/10/2011, 13:08
Reputation:
Località: Perugia

conservazione negativi

Messaggioda persirex » 15/12/2011, 13:23

Ho sempre adottato il metodo consigliato da ilford, quello di riempire e svuotare la tank con agitazioni continue... Ma dici che dipende proprio dal lavaggio? Perché ho sempre adottato questo metodo con tutti i rulli, e in tutti gli altri non si presenta il problema.
Quello che non mi convince è proprio la colorazione viola...non saprei perché è venuta fuori e da cosa dipenda!!



Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: conservazione negativi

Messaggioda zioAlex » 15/12/2011, 15:36

quello che volevo dire che avrei escluso lo sviluppo ma "metterei in causa" il fissaggio o il lavaggio, cioé uno dei due o tutti e due... ma non dallo sviluppo dipende quella colorazione, hai provato a rilavare un pezzo di pellicola?


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
persirex
esperto
Messaggi: 191
Iscritto il: 21/10/2011, 13:08
Reputation:
Località: Perugia

Re: conservazione negativi

Messaggioda persirex » 20/12/2011, 15:19

Scusate ma sono stato qualche giorno fuori e non ho potuto rispondere, provo oggi pomeriggio stesso con un lavaggio di una striscia, poi ti faccio sapere se migliora qualcosa!!
Intanto grazie mille per l'aiuto!! è sempre un piacere parlare con tutti qui!!!!! :)
Ma invece se il colore rimane questo possono verificarsi delle alterazioni del fotogramma in futuro? potrebbe deteriorarsi ed influenzare la stampa?



Advertisement
Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 779
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: conservazione negativi

Messaggioda gergio » 21/07/2013, 23:36

Silverprint ha scritto:Pergamino:
...
Se non certificati possono presentare acidità (se di cellulosa non tamponata con alcali) che può causare danni a lungo andare. Lo stesso vale per la qualità delle cere.


Ne ho comprato un pacco da 100 circa un mese fa (pagato 12 euro), ma su non c'e' scritto nulla: pensavo di trovare la dicitura "Acid Free".
Mi devo preoccupare o attualmente (sto riprendendo un post di un paio di anni fa) i pergamini sono tutti equivalenti tra di loro?

Grazie



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: conservazione negativi

Messaggioda Silverprint » 22/07/2013, 0:46

Ciao!

Non ti devi preoccupare, almeno non nel breve periodo. Quando si parla di conservazione ci si riferisce sempre a periodi almeno medio lunghi.
I pergamini, o i fogli trasparenti però non sono tutti uguali e di solito se sono "certificabili" vengono certificati; certificati li vendono più cari...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
SydraFloyd
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 21/06/2015, 11:49
Reputation:

Re: conservazione negativi

Messaggioda SydraFloyd » 06/01/2018, 10:29

Ciao a tutti!

Riapro questo post per una domanda in merito alla conservazione dei negativi.

Ho comprato dei portanegativi trasparenti della linea Svar Kontact. Qualche giorno fa li ho utilizzati per la prima volta con dei negativi in bianco e nero da me sviluppati. A parte la difficoltà di inserimento del negativo nella tasca del foglio trasparente... il giorno successivo ho notato che, specialmente ai bordi - laddove il negativo aderisce maggiormente al foglio, in controluce si notano delle macchie arcobaleno. Muovendo leggermente il negativo e cercando, quindi, di non farlo aderire al foglio, queste macchie scompaiono per poi ricomparire, chiaramente, in caso di nuova aderenza.
Inizialmente credevo fosse dovuto ad un problema provocato dallo sviluppo, forse ho usato troppo imbibente (le macchie sono simile a quelle provocate da saponi e detersivi, nelle pozzanghere, dopo una lunga pioggia)... poi però ho notato il medesimo fenomeno inserendo nelle buste un negativo a colori, sviluppato da un laboratorio artigianale.

A cosa può essere dovuto?
C'è qualche rischio per i negativi così conservati?


SydraFloyd

«Ho fatto delle foto. Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare. Per non smettere di guardare.»
― Daniel Pennac

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2086
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: conservazione negativi

Messaggioda ammazzafotoni » 06/01/2018, 11:02

SydraFloyd ha scritto:Ciao a tutti!

Riapro questo post per una domanda in merito alla conservazione dei negativi.

Ho comprato dei portanegativi trasparenti della linea Svar Kontact. Qualche giorno fa li ho utilizzati per la prima volta con dei negativi in bianco e nero da me sviluppati. A parte la difficoltà di inserimento del negativo nella tasca del foglio trasparente... il giorno successivo ho notato che, specialmente ai bordi - laddove il negativo aderisce maggiormente al foglio, in controluce si notano delle macchie arcobaleno. Muovendo leggermente il negativo e cercando, quindi, di non farlo aderire al foglio, queste macchie scompaiono per poi ricomparire, chiaramente, in caso di nuova aderenza.
Inizialmente credevo fosse dovuto ad un problema provocato dallo sviluppo, forse ho usato troppo imbibente (le macchie sono simile a quelle provocate da saponi e detersivi, nelle pozzanghere, dopo una lunga pioggia)... poi però ho notato il medesimo fenomeno inserendo nelle buste un negativo a colori, sviluppato da un laboratorio artigianale.

A cosa può essere dovuto?
C'è qualche rischio per i negativi così conservati?
Queste "macchie arcobaleno" hanno l'aspetto di cerchi concentrici? Se sì, sono gli "anelli di Newton", che si manifestano quando due superfici lisce vengono a contatto. È solo un effetto ottico privo di qualsiasi conseguenza.
Anche io uso poeta negativi trasparenti, però gli anelli non ce li ho mai visti.



Avatar utente
SydraFloyd
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 21/06/2015, 11:49
Reputation:

Re: conservazione negativi

Messaggioda SydraFloyd » 06/01/2018, 11:59

ammazzafotoni ha scritto:Queste "macchie arcobaleno" hanno l'aspetto di cerchi concentrici? Se sì, sono gli "anelli di Newton", che si manifestano quando due superfici lisce vengono a contatto. È solo un effetto ottico privo di qualsiasi conseguenza.
Anche io uso poeta negativi trasparenti, però gli anelli non ce li ho mai visti.


Cerchi concentrici, esatto!
Non avevo pensato agli anelli di Newton, grazie mille!


SydraFloyd

«Ho fatto delle foto. Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare. Per non smettere di guardare.»
― Daniel Pennac



  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti