Consigli obiettivi Leica

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
Luca Ghedini
guru
Messaggi: 652
Iscritto il: 02/02/2012, 15:26
Reputation:

Re: Consigli obiettivi Leica

Messaggioda Luca Ghedini » 01/02/2013, 14:53

adridimo ha scritto:
Luca Ghedini ha scritto:Anche perché mi pare che il 40 sia già stato prenotato.. ;-)
Quanto al 50 Leica, per conto mio, Summicron penultimo tipo, quello con il paraluce separato.
Non ti consiglio l'ultimo solo perché trovo che il paraluce telescopico sia più scomodo.


Come fai a sapere che è già stato prenotato? :-\ sono curioso.

Il penultimo tipo con quale sigla si può riconoscere?


Dal sito del negozio :-)
Leica M Ob. 40/2 C OPZIONATO

matr. 2.637.***. Buono stato di conservazione, lenti a posto. Paraluce non originale
€ 250,00

La sigla del penultimo (che leggo sull'imballo del mio), è 11819, non so quella dell'ultimo...


Luca Ghedini - Bologna (San Lazzaro di Savena)

Advertisement
Avatar utente
Acutanza Umbra
guru
Messaggi: 471
Iscritto il: 06/06/2011, 17:04
Reputation:

Re: Consigli obiettivi Leica

Messaggioda Acutanza Umbra » 01/02/2013, 14:57

Luca Ghedini ha scritto:Io non uso i tappi e tenere il paraluce montato mi risulta più comodo ;-)

Anche Io con tale obiettivo. :D
Ho però scoperto che un tappo universale da 49mm o 52mm (non ricordo) và perfettamente sul paraluce del 50ino!
Questo:
Immagine

:ymhug:



Avatar utente
Ri-fuji
esperto
Messaggi: 195
Iscritto il: 25/12/2012, 22:51
Reputation:

Re: Consigli obiettivi Leica

Messaggioda Ri-fuji » 01/02/2013, 15:02

adridimo ha scritto:Buonasera,

volevo un consiglio su quali di queste due lenti converrebbe prendere per "iniziare". Le lenti hanno lo stesso prezzo di vendita. Il mio obiettivo futuro è quello di comprare un buon 50mm leica (anche qui chiedo consiglio su 50ino a buon prezzo e buona resa b/n). non appena ne avrò la possibilità, ma per ora devo scegliere tra questi due:

- Summicron-C 40mm f2 (con paraluce non originale e segni d'uso sul barilotto)
- Voigtlaender 50mm f2.5 Color-SKOPAR (attacco a vite con anello per M - praticamente come nuovo)

Sono davvero indeciso. Cosa mi conviene fare?

GRAZIE MILLE


Se non hai la cornice del 40mm (personalmente amo molto il Rokkor 40/2, uguale al Summicron 40, cambia il trattamento lenti) tra i due prenderei senz'altro il Voigtlaender 50, anche se personalmente non l'ho mai avuto, è ben realizzato in ottone, come il mio 28/3,5, ecco cosa ne dice sante Castignani che di solito ci azzecca:


-Skopar 50/2,5: un capolavoro, molto sfortunato al botteghino. Sette lenti, montatura in pesante ottone, compattissimo. Resa ottica, da grande fuoriclasse. Sfogliando le immagini, un osservatore competente potrebbe attribuirle senza difficoltà al Summilux 50: stesso andamento del fuori fuoco, presente ma non insistente, stessa fragranza del dettaglio, stessa capacità di scontornare delicatamente il piano nitido, con una enfasi leggera e poetica che rimanda prepotentemente al campione. Il contrasto è appena sopra le righe, ma in modo del tutto sopportabile e piacevole, mentre la nitidezza non può essere definita che perfetta, su tutto il campo, e a tutti i diaframmi. Peccato sia uscito di produzione.

Per quanto riguarda il discorso dei Summicron50 che esula dalla richiesta del forumista personalmente ho il modello con paraluce separato, più scomodo di quello con paraluce incorporato ma si trova a meno di quest'ultimo ed è più leggero, meno di 200 grammi, pure col paraluce dedicato montato rimane più leggero del modello IV serie e il paraluce è più efficiente del piccolo paraluce incorporato.

Avendo avuto l'Elmar 50/2,8 personalmente lo sconsiglio, meglio il modello f3,5, più vecchio, il 50/2,8 che avevo non mi soddisfaceva per nulla come definizione, assia blando come resa, perlomeno fino a f5,6, di tutt'altra pasta il nuovo 50/2,8 uscito da un pò di produzione, ultima versione dell'Elmar con nuovi vetri ad alta rifrazione, qui la resa è molto secca, tagliente direi, tanto tanto contrasto, troppo direi, ricorda per certi versi la resa di certi asferici Leica, la definizione è di altissimo livello, personalmente gli preferisco il Summicron 50, in effetti ho venduto poco tempo fa l'Elmar.


Una volta ho provato a fotografare i fantasmi ma non ci son riuscito: la pellicola si è impressionata. G. Marx

Avatar utente
adridimo
guru
Messaggi: 382
Iscritto il: 18/10/2011, 11:14
Reputation:

Re: Consigli obiettivi Leica

Messaggioda adridimo » 01/02/2013, 15:08

Luca Ghedini ha scritto:Dal sito del negozio :-)
Leica M Ob. 40/2 C OPZIONATO

matr. 2.637.***. Buono stato di conservazione, lenti a posto. Paraluce non originale
€ 250,00

La sigla del penultimo (che leggo sull'imballo del mio), è 11819, non so quella dell'ultimo...


Sei riuscito a rintracciare subito il negozio. Peggio di CSI, complimenti!



Advertisement
Avatar utente
adridimo
guru
Messaggi: 382
Iscritto il: 18/10/2011, 11:14
Reputation:

Re: Consigli obiettivi Leica

Messaggioda adridimo » 01/02/2013, 15:11

Ri-fuji ha scritto:Se non hai la cornice del 40mm (personalmente amo molto il Rokkor 40/2, uguale al Summicron 40, cambia il trattamento lenti) tra i due prenderei senz'altro il Voigtlaender 50, anche se personalmente non l'ho mai avuto, è ben realizzato in ottone, come il mio 28/3,5, ecco cosa ne dice sante Castignani che di solito ci azzecca:


-Skopar 50/2,5: un capolavoro, molto sfortunato al botteghino. Sette lenti, montatura in pesante ottone, compattissimo. Resa ottica, da grande fuoriclasse. Sfogliando le immagini, un osservatore competente potrebbe attribuirle senza difficoltà al Summilux 50: stesso andamento del fuori fuoco, presente ma non insistente, stessa fragranza del dettaglio, stessa capacità di scontornare delicatamente il piano nitido, con una enfasi leggera e poetica che rimanda prepotentemente al campione. Il contrasto è appena sopra le righe, ma in modo del tutto sopportabile e piacevole, mentre la nitidezza non può essere definita che perfetta, su tutto il campo, e a tutti i diaframmi. Peccato sia uscito di produzione.

Per quanto riguarda il discorso dei Summicron50 che esula dalla richiesta del forumista personalmente ho il modello con paraluce separato, più scomodo di quello con paraluce incorporato ma si trova a meno di quest'ultimo ed è più leggero, meno di 200 grammi, pure col paraluce dedicato montato rimane più leggero del modello IV serie e il paraluce è più efficiente del piccolo paraluce incorporato.

Avendo avuto l'Elmar 50/2,8 personalmente lo sconsiglio, meglio il modello f3,5, più vecchio, il 50/2,8 che avevo non mi soddisfaceva per nulla come definizione, assia blando come resa, perlomeno fino a f5,6, di tutt'altra pasta il nuovo 50/2,8 uscito da un pò di produzione, ultima versione dell'Elmar con nuovi vetri ad alta rifrazione, qui la resa è molto secca, tagliente direi, tanto tanto contrasto, troppo direi, ricorda per certi versi la resa di certi asferici Leica, la definizione è di altissimo livello, personalmente gli preferisco il Summicron 50, in effetti ho venduto poco tempo fa l'Elmar.


Ti ringrazio del prezioso consiglio. Questo stralcio di recensione mi ha dato l'ennesimo spunto per protendere verso lo Skopar. Grazie tante anche per il consiglio riguardo al Summicron 50. Dunque tu consigli il Summicron 50 2.8 con paraluce separato?

E' difficile giostrarsi con le sigle di queste lenti.



Avatar utente
Luca Ghedini
guru
Messaggi: 652
Iscritto il: 02/02/2012, 15:26
Reputation:

Re: Consigli obiettivi Leica

Messaggioda Luca Ghedini » 01/02/2013, 15:12

adridimo ha scritto:
Luca Ghedini ha scritto:Dal sito del negozio :-)
Leica M Ob. 40/2 C OPZIONATO

matr. 2.637.***. Buono stato di conservazione, lenti a posto. Paraluce non originale
€ 250,00

La sigla del penultimo (che leggo sull'imballo del mio), è 11819, non so quella dell'ultimo...


Sei riuscito a rintracciare subito il negozio. Peggio di CSI, complimenti!



Lo frequento da anni, sono amici....


Luca Ghedini - Bologna (San Lazzaro di Savena)

Avatar utente
Luca Ghedini
guru
Messaggi: 652
Iscritto il: 02/02/2012, 15:26
Reputation:

Re: Consigli obiettivi Leica

Messaggioda Luca Ghedini » 01/02/2013, 15:15

adridimo ha scritto:
Ri-fuji ha scritto:

Per quanto riguarda il discorso dei Summicron50 che esula dalla richiesta del forumista personalmente ho il modello con paraluce separato, più scomodo di quello con paraluce incorporato ma si trova a meno di quest'ultimo ed è più leggero, meno di 200 grammi, pure col paraluce dedicato montato rimane più leggero del modello IV serie e il paraluce è più efficiente del piccolo paraluce incorporato.

Avendo avuto l'Elmar 50/2,8 personalmente lo sconsiglio, meglio il modello f3,5, più vecchio, il 50/2,8 che avevo non mi soddisfaceva per nulla come definizione, assia blando come resa, perlomeno fino a f5,6, di tutt'altra pasta il nuovo 50/2,8 uscito da un pò di produzione, ultima versione dell'Elmar con nuovi vetri ad alta rifrazione, qui la resa è molto secca, tagliente direi, tanto tanto contrasto, troppo direi, ricorda per certi versi la resa di certi asferici Leica, la definizione è di altissimo livello, personalmente gli preferisco il Summicron 50, in effetti ho venduto poco tempo fa l'Elmar.


Ti ringrazio del prezioso consiglio. Questo stralcio di recensione mi ha dato l'ennesimo spunto per protendere verso lo Skopar. Grazie tante anche per il consiglio riguardo al Summicron 50. Dunque tu consigli il Summicron 50 2.8 con paraluce separato?




I Summicron sono tutti, di qualunque focale, f. 2.
Comunque lo Skopar ti darà ottime soddisfazioni; è un caso che ci sia ancora, avevo pensato di ricomprarmelo :-)


Luca Ghedini - Bologna (San Lazzaro di Savena)

Avatar utente
Ri-fuji
esperto
Messaggi: 195
Iscritto il: 25/12/2012, 22:51
Reputation:

Re: Consigli obiettivi Leica

Messaggioda Ri-fuji » 01/02/2013, 15:20

adridimo ha scritto:
Ri-fuji ha scritto:Se non hai la cornice del 40mm (personalmente amo molto il Rokkor 40/2, uguale al Summicron 40, cambia il trattamento lenti) tra i due prenderei senz'altro il Voigtlaender 50, anche se personalmente non l'ho mai avuto, è ben realizzato in ottone, come il mio 28/3,5, ecco cosa ne dice sante Castignani che di solito ci azzecca:


-Skopar 50/2,5: un capolavoro, molto sfortunato al botteghino. Sette lenti, montatura in pesante ottone, compattissimo. Resa ottica, da grande fuoriclasse. Sfogliando le immagini, un osservatore competente potrebbe attribuirle senza difficoltà al Summilux 50: stesso andamento del fuori fuoco, presente ma non insistente, stessa fragranza del dettaglio, stessa capacità di scontornare delicatamente il piano nitido, con una enfasi leggera e poetica che rimanda prepotentemente al campione. Il contrasto è appena sopra le righe, ma in modo del tutto sopportabile e piacevole, mentre la nitidezza non può essere definita che perfetta, su tutto il campo, e a tutti i diaframmi. Peccato sia uscito di produzione.

Per quanto riguarda il discorso dei Summicron50 che esula dalla richiesta del forumista personalmente ho il modello con paraluce separato, più scomodo di quello con paraluce incorporato ma si trova a meno di quest'ultimo ed è più leggero, meno di 200 grammi, pure col paraluce dedicato montato rimane più leggero del modello IV serie e il paraluce è più efficiente del piccolo paraluce incorporato.

Avendo avuto l'Elmar 50/2,8 personalmente lo sconsiglio, meglio il modello f3,5, più vecchio, il 50/2,8 che avevo non mi soddisfaceva per nulla come definizione, assia blando come resa, perlomeno fino a f5,6, di tutt'altra pasta il nuovo 50/2,8 uscito da un pò di produzione, ultima versione dell'Elmar con nuovi vetri ad alta rifrazione, qui la resa è molto secca, tagliente direi, tanto tanto contrasto, troppo direi, ricorda per certi versi la resa di certi asferici Leica, la definizione è di altissimo livello, personalmente gli preferisco il Summicron 50, in effetti ho venduto poco tempo fa l'Elmar.


Ti ringrazio del prezioso consiglio. Questo stralcio di recensione mi ha dato l'ennesimo spunto per protendere verso lo Skopar. Grazie tante anche per il consiglio riguardo al Summicron 50. Dunque tu consigli il Summicron 50 2.8 con paraluce separato?

E' difficile giostrarsi con le sigle di queste lenti.


Come Summicron 50/2 (il 50/2,8 è l''Elmar) caschi bene comunque, essendo ottica eccellente, prendi quella che trovi che costa meno in rapporto a come è tenuta, ti sconsiglierei solo il modello a montatura rientrante, perchè aveva un rivestimento della lente anteriore delicatissimo e trovarlo in condizoni ancora valide è assai raro, facilissimo trovarlo con la lente frontale rimolata per cui le rese, soprattutto alle minime distanze vanno a farsi benedire. Molto quotato invece il modello "brevi distanze" con occhialini accessori, però piuttosto ingombrante e pesante.
Qui un indirizzo per i Summicron sempre di Castignani, bravo e sintetico:


SUMMICRON M 50/2
prima versione a 7 lenti.
Nato nel 1953 nel passo a vite, un anno più tardi questo rivoluzionario obiettivo accompagnerà la nascita della M3. Nelle varie declinazioni (montatura rientrante, rigido, brevi distanze), resterà in produzione fino al 1968, quando passerà il testimone al 6 lenti svitabile.
Dotato di elevata luminosità relativa perfettamente sfruttabile sin dalla massima apertura, il Summicron 50 stabilì nuovi standard qualitativi per la sua focale, mostrandosi ancora perfettamente attuale a distanza di mezzo secolo. Straordinaria la correzione ottica, e tuttora da rimpiangere la plasticità con cui restituiva i soggetti tridimensionali. Specialmente nella versione "brevi distanze" (o dual range), ancora un'ottica da tenere nella massima considerazione.

SUMMICRON 50/2 "Wetzlar"
versione a sei lenti svitabile.
Prodotto dal 1969 al 1979, il cosiddetto Wetzlar (per distinguerlo dal successivo canadese) va a collocare una solida pietra angolare nell'edificio del gusto del popolo Leica, specie quello più tradizionalista. Davvero arduo trovare un difetto a questo gioiello: bellissima resa cromatica, nitidezza perfetta a tutti i diaframmi e in tutte le zone del campo, trasparenza assoluta, grande capacità di compensare il divario luce/ombra; un capolavoro.

SUMMICRON 50/2
a sei lenti, non svitabile.
Prodotto dal 1979 al 1994 in versione con paraluce separato, e successivamente con paraluce incorporato, questo tuttora in catalogo.
Rispetto alla versione precedente aumentano un poco la brillantezza e il contrasto, e la resa cromatica vira leggermente verso i toni caldi; sempre un campione di categoria, con qualche lieve rimpianto per una peculiare trasparenza del predecessore, compensata dalla già citata brillantezza, gradita a molti.


Una volta ho provato a fotografare i fantasmi ma non ci son riuscito: la pellicola si è impressionata. G. Marx

Avatar utente
Acutanza Umbra
guru
Messaggi: 471
Iscritto il: 06/06/2011, 17:04
Reputation:

Re: Consigli obiettivi Leica

Messaggioda Acutanza Umbra » 01/02/2013, 20:26

Per Ri-fuji
Invece di postare testi e riferimenti non Tuoi, perchè non limitarsi a dare dei consigli che in quanto tali (come i miei Naturalmente) non hanno carattere di "universalità" a dispetto di quelli dei Veri/Falsi Guru nella Rete?

In letteratura il SUMMICRON rientrante è il I° Tipo
Il SUMMICRON 7 lenti è il II° Tipo (sia Normale che DR)
Il SUMMICRON WETZLAR è il III° tipo
ed il Canadese è il IV° Tipo.

ACU



Avatar utente
Ri-fuji
esperto
Messaggi: 195
Iscritto il: 25/12/2012, 22:51
Reputation:

Re: Consigli obiettivi Leica

Messaggioda Ri-fuji » 02/02/2013, 3:28

Acutanza Umbra ha scritto:Per Ri-fuji
Invece di postare testi e riferimenti non Tuoi, perchè non limitarsi a dare dei consigli che in quanto tali (come i miei Naturalmente) non hanno carattere di "universalità" a dispetto di quelli dei Veri/Falsi Guru nella Rete?

In letteratura il SUMMICRON rientrante è il I° Tipo
Il SUMMICRON 7 lenti è il II° Tipo (sia Normale che DR)
Il SUMMICRON WETZLAR è il III° tipo
ed il Canadese è il IV° Tipo.

ACU


Perchè non ho provato tutti i Summicron e se uno mi chiede cosa è meglio lo indirizzo a chi sicuramente ne sa più di me.
Dagli i tuoi consigli se ne hai. Sentire più voci è un arricchimento, poi l'utente farà la tara.
La distinzione in tipologie che indichi è sicuramente più corretta di quella fatta da Castignani, però penso sia di poca o nessuna utilità per chi chiede ragguagli pratici.
Il tedesco stesso schema ottico del canadese ma con paraluce rientrante e diverso barilotto è da considerarsi V tipo o IV tipo bis? :D


Una volta ho provato a fotografare i fantasmi ma non ci son riuscito: la pellicola si è impressionata. G. Marx



  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti