Consigli per piccolo tele

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
colonial
esperto
Messaggi: 216
Iscritto il: 06/01/2015, 16:29
Reputation:
Località: Hermosillo Mex

Consigli per piccolo tele

Messaggioda colonial » 08/04/2015, 19:15

Salve a tutti
Devo acquistare un nikkor 180mm F2.8 AI per F3 e ne esistono due versioni: normale ed ED;
La seconda costa piu' del doppio della prima;
L'uso prevalente sarebbe primo piano di particolari architettonici posti a 50-100 mt.
Talvolta potrebbe essere necessario un duplicatore di focale TC200, sempre Nikon.
Il diaframma di lavoro sarebbe da 8 a 11, non meno, non piu'.
La pellicola sarebbe Ilford FP4 a 80-100 ASA sviluppata in FX2.
Per le riprese si utilizzerebbe un robusto cavalletto.
L'ingrandimento in fase di stampa sarebbe di 8 -10 volte.
I risultati cercati sarebbero buona acutanza con ricchezza tonale adeguata.
In queste condizioni quale sarebbe la differenza tra le due ottiche?
La versione ED porterebbe nelle condizioni sopraelencate dei vantaggi ben reali e visibili?
In realta' l'uso prevalente sarebbe il complemento di foto in GF fatte da un amico, la dove il GF non arriva (necessita' di un tele o soggetto posto ad un altezza tale da non essere compensabile coi vari basculaggi).

Ringraziando



Advertisement
Avatar utente
PIERPAOLO
guru
Messaggi: 910
Iscritto il: 19/10/2010, 17:30
Reputation:

Re: Consigli per piccolo tele

Messaggioda PIERPAOLO » 08/04/2015, 20:23

dovendolo acquistare non farei risparmi e prenderei la versione ED che assicura a tutti i diaframmi, ed eventualmente anche col duplicatore.prestazioni eccellenti. Il miglior diframma per risoluzione e vignettatura è f/5,6.
Se scegli la versione del 1970 rischi, se qualcosa viene male, di rimpiangere la scelta, invece con la ED sai già che hai scelto il massimo

Pierpaolo



Avatar utente
colonial
esperto
Messaggi: 216
Iscritto il: 06/01/2015, 16:29
Reputation:
Località: Hermosillo Mex

Re: Consigli per piccolo tele

Messaggioda colonial » 10/04/2015, 12:25

Ti ringrazio per la rapida risposta
Sarebbe il primo tele della mia vita.
Apparentemente dovrebbe essere come dici tu, si tratta di alcuni 100 euro in piu';
In realta' cercavo di sapere se la lente ED fa davvero differenza alle mie aperture di lavoro, per me le sole praticabili.
A questo riguardo, ieri e' venuto a trovarmi un amico, sto terminando una terribile convalescenza, con la sua Canon 6D ed un vecchio tele 200mm F2.8, giusto per toccare con mano.
Ad F2.8 e F4 la profondita' di campo a breve distanza praticamente non esiste, pochissimi cm! questo escluderebbe usi alternativi come consigliatomi in un altro post riguardo un 135mm, pero' ripeto che non ho la minima familiarita' con nessun tele.
Quindi il 180mm lo acquisterei solo per uno scopo molto preciso, spendendo ovviamente il meno possibile.
Comunque dopo avere provato il 200mm ho degli ulteriori dubbi sull'utilita' di questa focale, forse sarebbe consigliabile un tele decisamente piu' spinto.
Avresti un qualche consiglio?



Avatar utente
PIERPAOLO
guru
Messaggi: 910
Iscritto il: 19/10/2010, 17:30
Reputation:

Re: Consigli per piccolo tele

Messaggioda PIERPAOLO » 10/04/2015, 13:34

posto che un 135 non è evidentemente un 180, e dato che la profondità di campo, come sappiamo, diminuisce con l'aumentare della lunghezza focale, è normale che il piano di messa a fuoco di un 180 sia più critico di un 135, che rappresenta in ogni caso, con il 100mm, il tele più facile da utilizzare.
La focale da 180mm, creata negli anni Trenta dalla Zeiss per gli apparecchi a telemetro Contax, è stata introdotta per la prima volta su apparecchi Nikon telemetro nel 1953 con la versione f/2,5. Questa lunghezza focale rappresenta un buon equilibrio tra ingrandimento e maneggevolezza, oltre che per le dimensioni del diametro della lente frontale relativemante contenuto, che come è noto, sono legate alla luminositò.

Il Nikkor 180/2,8 ED rappresenta il ogni caso uno delle ottiche del sistema meglio riuscite e col 2x diventerebbe un 360mm, lunghezza focale già impegnativa. Ribadisco che tra la versione normale e quella ED le differenze si vedono, sia proiettate che in stampa ingrandita, perchè l'aberrazione cromatica si fa sentire e i vetri ED servono appunto alla riduzione della stessa. Pertanto per passare oltre il 180mm bisognerebbe a mio avviso rivolgersi ad un 300mm, (almeno 3 versioni di f/4,5, un paio con vetri ED) con conseguente 600mm, in caso di duplicazione. Siamo a livelli di costo ed impegno fotografico a livello superiore.
Se questo 180 rappresenta la tua prima esperienza con i teleobiettivi parti col piede giusto: non esagerare con la lunghezza focale, e cerca, se puoi, di prenderne uno di alta gamma.

Pierpaolo



Advertisement


  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite