Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabile?

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 787
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabile?

Messaggioda gergio » 22/02/2014, 22:03

schyter ha scritto:io intanto mi prendo questo per 13€ se ci riesco... '

http://www.ebay.it/itm/ESPOSIMETRO-SVER ... a7d&_uhb=1

è il modello successivo senza la necessità della taratura. sempre riflessa e incidente. ;/)

Questo e' quello che ho io. Come batteria puoi usare tranquillamente questa qui: "SAFT LS14250 / 1/2 AA Lithium battery 3.6V" a saldare.
Rispetto al Profisix, che ritengo piu' affidabile, anche come ripetibilita' della misura, sbaglia al massimo di circa +-1/2 stop, non di piu', purche' la luce sia sufficiente (almeno 1/2-1/8s f/5.6 100ISO).
Per quanto riguarda le batterie mercurio/ossido di argento e diodi ho trovato molto interessante il pdf consigliato, in cui ho trovato risposta alla mia domanda (tra l'altro non sapevo della caratteristica di elevata linearita' delle batterie a mercurio, e anche ossido di argetno, sia per la scarica che per il carico).



Advertisement
Avatar utente
schyter
guru
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/12/2013, 21:36
Reputation:

Re: Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabile?

Messaggioda schyter » 22/02/2014, 22:28

gergio ha scritto:
schyter ha scritto:io intanto mi prendo questo per 13€ se ci riesco... '

http://www.ebay.it/itm/ESPOSIMETRO-SVER ... a7d&_uhb=1

è il modello successivo senza la necessità della taratura. sempre riflessa e incidente. ;/)

Questo e' quello che ho io. Come batteria puoi usare tranquillamente questa qui: "SAFT LS14250 / 1/2 AA Lithium battery 3.6V" a saldare.
Rispetto al Profisix, che ritengo piu' affidabile, anche come ripetibilita' della misura, sbaglia al massimo di circa +-1/2 stop, non di piu', purche' la luce sia sufficiente (almeno 1/2-1/8s f/5.6 100ISO).
Per quanto riguarda le batterie mercurio/ossido di argento e diodi ho trovato molto interessante il pdf consigliato, in cui ho trovato risposta alla mia domanda (tra l'altro non sapevo della caratteristica di elevata linearita' delle batterie a mercurio, e anche ossido di argetno, sia per la scarica che per il carico).


mah... che dire... sono un tipo strano! ;/) Ho preso lo Sverdlovsk 6 ben consapevole che è inferiore al 4 e che in rete avrei trovato poco e niente.
Si ovviamente so che è il modello successivo e che mi darà grattacapi in condizione di poca luce, ma... mi piace così... minimalista fino in fondo.
D'altronde le mie pose con il foro nn hanno un elevato coefficiente qualitativo... proprio come il 6 !!! Si la batteria che mi hai indicato la conosco
ed è la designata ad entrare nell'esposimetro... eh eh eh Volevo anche dire che batterie al NiMH per il backup che Graic sosteneva nn essere più
disponibili, in realtà sono disponibilissime nei siti che ho linkato sopra (RS components, Farnell, Distrelec, etc etc devo averne anche qualcuna in ditta
nel mio magazzino) ma nn volevo creare altra polemica strisciante... nn mi interessa proprio.
Per la cronaca mi sono aggiudicato l'oggetto... appena mi arriva faccio un po' di prove e ti aggiorno! Ciao. :)

ps > E poi vuoi mettere il logo dello Sverdlovsk .... quel gufo è fantastico !!!! L'ho messo come avatar... è splendido!
Ultima modifica di schyter il 22/02/2014, 23:33, modificato 2 volte in totale.


Una volta nel gregge, è inutile che abbai: scodinzola. ;/)
Mentre la fotografia non può mentire, i bugiardi possono fotografare...
Solo i pesci morti seguono la corrente... ;/)
https://www.flickr.com/photos/schyter/

Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1912
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabile?

Messaggioda bafman » 22/02/2014, 22:31

karlo ha scritto:Riporto la definizione di street .
[...]
A mio avviso senza pentaprisma esposimetrico non si può fare la street.


Ma per piacere. ma-per-piacere.



Avatar utente
Devis91
guru
Messaggi: 494
Iscritto il: 25/06/2012, 1:13
Reputation:

Re: R: Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabi

Messaggioda Devis91 » 23/02/2014, 21:36

Ma alla fine, cari ragazzi, sti benedetti esposimetri al selenio vecchi piú di me, al giorno d'oggi sono affidabili? Voglio dire, se compro sulla baia un esposimetro al selenio "vintage", che probabilità ci sono che sia starato o non funzionante? Perché si leggono cose del tipo "ancora parzialmente sensibile" oppure "funzionante considerando che è di 50 anni fa"... Perché io uno sverdlovsk 4 forse l'ho trovato (sto aspettando risposta), ma di quelli al selenio ne ho trovati di piú economici!

Ps. So che lo sverd non è al selenio, ho scritto il post di fretta e magari non si capiva

Inviato dal mio GT-I9000 con Tapatalk 2



Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabile?

Messaggioda impressionando » 23/02/2014, 22:17

Facendo una disamina del svaroschi4 in oggetto mi sembra di capire che lo scatolo con la vite da attaccare sotto è un robo che contiene le pile stilo per rimediare alla mancanza d'alimentazione al mercurio.
Ma chi ha pensato questa soluzione era lucido o era in coma etilico? @-)
Chi di voi avviterebbe un simile scatolo al cellulare di cui non fanno più le pile? :))



Avatar utente
schyter
guru
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/12/2013, 21:36
Reputation:

Re: Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabile?

Messaggioda schyter » 23/02/2014, 23:57

impressionando ha scritto:Facendo una disamina del svaroschi4 in oggetto mi sembra di capire che lo scatolo con la vite da attaccare sotto è un robo che contiene le pile stilo per rimediare alla mancanza d'alimentazione al mercurio.
Ma chi ha pensato questa soluzione era lucido o era in coma etilico? @-)
Chi di voi avviterebbe un simile scatolo al cellulare di cui non fanno più le pile? :))


IMHO > no, Paolo... credo che l'adattatore (scatolo) è per delle normalissime pile stilo alcaline (AA) e il diodo per abbattere la tensione da 4,5V a 3,7V.

Ovviamente nn credo di usarlo (l'adattatore) ma di acquistare le batterie di cui sopra (vedi link vari)... il giorno che le mie tasche non mi permetteranno
l'acquisto di suddetta batteria, mi farò andar bene l'adattatore/scatolo PER LE ALCALINE O LITIO.

Anche se a pensarci bene credo che lo scatolo possa fare la sua sporca figura... se non altro incuriosire i passanti... cosa che
dovrebbe essere a noi analogicisti familiare, visto che giriamo per le città, in molti casi con apparecchi datati che attirano le facili ironie dei ragazzini
che "scattano" con le nuove tecnologie... Praticamente un po' come vedere un tipo con il banco ottico e il telo nero d'ordinanza sopra la testa...
La prima volta che ne ho visto uno gli ho chiesto se stesse facendo i "fumenti" con il Vicks Vapor. Poi io sono abituato alla curiosità della gente
posando con le mie pinhole... è più la menata tutte le volte dover rispondere a chi ti chiede cosa stai facendo con una scatola di sigari fissata
su un cavalletto... L'adattatore sarebbe proprio l'ultima cosa dei miei pensieri! :D :D :D

ps > e poi quel GUFO ....fantastico!!!! nn ho resistito... è diventato il mio avatar.


Una volta nel gregge, è inutile che abbai: scodinzola. ;/)
Mentre la fotografia non può mentire, i bugiardi possono fotografare...
Solo i pesci morti seguono la corrente... ;/)
https://www.flickr.com/photos/schyter/

utente04

Re: Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabile?

Messaggioda utente04 » 24/02/2014, 2:18

impressionando ha scritto:Facendo una disamina del svaroschi4 in oggetto mi sembra di capire che lo scatolo con la vite da attaccare sotto è un robo che contiene le pile stilo per rimediare alla mancanza d'alimentazione al mercurio.
Ma chi ha pensato questa soluzione era lucido o era in coma etilico? @-)
Chi di voi avviterebbe un simile scatolo al cellulare di cui non fanno più le pile? :))

Si , hai capito bene.
Io ho tutto l'ambaradan, il Kit completo dello sverdosco 4 con tanto di custodia originale in gomma di copertone, tracolla in simil-spago e scatolotto nero, fatto tra l'altro con i piedi, in cui si alloggiano le pile stilo per far andare l'affare quando non si ha la famigerata pila interna.
L'ho provato una sola volta e a parte la scomodità, la realizzazione a dir poco approssimativa e la bruttezza dell'accrocchio, mi sono accorto anche che lo scatolotto scaldava in maniera sinistra, ragion per cui l'ho abbandonato al suo destino.
I sovietici avevano un innato genio nel concepire le cose più astruse e bizzarre che mente umana potesse concepire, aggiungi a questo una straordinaria inclinazione all'abuso di bevande alcoliche di ogni genere, ed ecco che tutto si spiega. :D



Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1912
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabile?

Messaggioda bafman » 24/02/2014, 7:45

fotoloco ha scritto:L'ho provato una sola volta e a parte la scomodità, la realizzazione a dir poco approssimativa e la bruttezza dell'accrocchio, mi sono accorto anche che lo scatolotto scaldava in maniera sinistra
aspetta un attimo: sei sicuro che servisse per alimentare l'esposimetro e non fosse invece uno scaldino da tasca per le mani del fotopaesaggista siberiano?....
...
..
.



Avatar utente
schyter
guru
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/12/2013, 21:36
Reputation:

Re: Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabile?

Messaggioda schyter » 24/02/2014, 8:18

fotoloco ha scritto:
impressionando ha scritto:Facendo una disamina del svaroschi4 in oggetto mi sembra di capire che lo scatolo con la vite da attaccare sotto è un robo che contiene le pile stilo per rimediare alla mancanza d'alimentazione al mercurio.
Ma chi ha pensato questa soluzione era lucido o era in coma etilico? @-)
Chi di voi avviterebbe un simile scatolo al cellulare di cui non fanno più le pile? :))

Si , hai capito bene.
Io ho tutto l'ambaradan, il Kit completo dello sverdosco 4 con tanto di custodia originale in gomma di copertone, tracolla in simil-spago e scatolotto nero, fatto tra l'altro con i piedi, in cui si alloggiano le pile stilo per far andare l'affare quando non si ha la famigerata pila interna.
L'ho provato una sola volta e a parte la scomodità, la realizzazione a dir poco approssimativa e la bruttezza dell'accrocchio, mi sono accorto anche che lo scatolotto scaldava in maniera sinistra, ragion per cui l'ho abbandonato al suo destino.
I sovietici avevano un innato genio nel concepire le cose più astruse e bizzarre che mente umana potesse concepire, aggiungi a questo una straordinaria inclinazione all'abuso di bevande alcoliche di ogni genere, ed ecco che tutto si spiega. :D


se scaldava vuol dire che avevi messo male una pila o la parte metallica con la vite per chiuderlo ed è finito in cortocircuito il pacco-batteria... solo quello ! ;/)
Abbandonato al suo destino vuol dire che nn lo usi e lo vendi? se si a quanto? %-(


Una volta nel gregge, è inutile che abbai: scodinzola. ;/)
Mentre la fotografia non può mentire, i bugiardi possono fotografare...
Solo i pesci morti seguono la corrente... ;/)
https://www.flickr.com/photos/schyter/

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4349
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: R: Consigli, un buon esposimetro minimalista ed affidabi

Messaggioda graic » 24/02/2014, 10:23

Devis91 ha scritto:Ma alla fine, cari ragazzi, sti benedetti esposimetri al selenio vecchi piú di me, al giorno d'oggi sono affidabili? Voglio dire, se compro sulla baia un esposimetro al selenio "vintage", che probabilità ci sono che sia starato o non funzionante? Perché si leggono cose del tipo "ancora parzialmente sensibile" oppure "funzionante considerando che è di 50 anni fa"... Perché io uno sverdlovsk 4 forse l'ho trovato (sto aspettando risposta), ma di quelli al selenio ne ho trovati di piú economici!

Ps. So che lo sverd non è al selenio, ho scritto il post di fretta e magari non si capiva

Inviato dal mio GT-I9000 con Tapatalk 2


Io ti ho già descritto la mia esperienza, se ne trovano molti al selenio che funzionano bene (errori di 1/2 stop) e altri rotti, te ne accorgi perchè la lancetta non si muove, mai visto un esposimetro al selenio "mezzo esaurito" cioè che segna meno di quanto dovrebbe (mi è capitato però con delle fotocamere). La stessa cosa però succede tale e quale con i CDS che possono essere anche loro rotti o starati.
In particolare per gli esposimetri al CDS o SBC degli anni 70-90, l'importante è che siano di buona marca che sono un paio Gossen e ....Gossen, invece per quello che riguarda i selenio vi sono un sacco di buone marche, ancora Gossen, Weston, Zeiss, Agfa, Bewi, Sekonic, e ci metto anche Leningrad.
Se vuoi avere un'idea dei prezzi guarda questa pagina, http://www.rockycameras.com/vintage-lig ... -125-c.asp il venditore è un po così, a volte si prendo anche delle fregature, ma il materiale costa talmente poco che secondo me vale la lotteria. Io ci ho preso un Weston Euromaster che "spacca" un terzo di stop, perfettamente leggibile sulla sua scala, rispetto al mio riferimento (Minolta spotmeter) per mi pare 14 pound


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.



  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite