CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatori: etrusco, isos1977

Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 265
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Messaggio da risa »

Buon giorno a tutto il forum. Vi scrivo -e non mi rivolgo affatto a Nikto, sia chiaro!- per avere un vostro parere su una questione, che non riesco proprio a capire. Si legge spesso, ma anche parlando con amici e conoscenti avviene la stessa cosa, di richieste di consigli circa l'acquisto di fotocamere. Nei desiderata le caratteristiche delle fotocamere ovviamente variano, però mi sembra di dover notare in generale un certo disinteresse nei confronti degli esposimetri esterni, secondo voi: perché?
Eppure un esposimetro esterno fornisce generalmente una lettura più accurata. La questione risiede dunque nel prezzo? Eppure il costo di un esposimetro esterno, volendo spendere un po' di tempo nella ricerca dell'occasione giusta, non è alto. Basta saltare un sabato in pizzeria. L'ingombro? Ma un esposimetro entra nella tasca dei pantaloni, come un cellulare. Difficoltà d'uso? Non mi sembra. Ma allora perché?



Avatar utente
colonial
esperto
Messaggi: 239
Iscritto il: 06/01/2015, 16:29
Reputation:
Località: Hermosillo Mex

Re: CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Messaggio da colonial »

Esistono fotografi e... fotografi;
Qualcuno si evolve, qualcuno no;
Quando si evolvono comprano subito l'esposimetro.
E' come la questione dei pesi-ingombri degli apparecchi fotografici, si disquisisce lungamente sui 10mm ed gli 80-100 gr in piu' o in meno, come se ci fosse una reale differenza...

Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 265
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Messaggio da risa »

Si, hai ragione. Però l'esposimetro esterno rende gli scatti infinitamente più facili, se circoscriviamo il discorso alla scelta della coppia tempo/diaframma, perché oltretutto è più affidabile della fotocellula e evita, almeno in parte, mortificanti frustrazioni nell'esame del risultato finale che si è prodotto e perciò crea autostima e entusiasmo: voglia di continuare con la fotografia analogica. Voglio dire che si dovrebbe imparare proprio con un esposimetro esterno, del quale applicare alla lettera i valori indicati nella lettura della luce, quando si è totalmente a digiuno e principianti assoluti, per passare solo dopo a elaborare tali valori. Il primo esempio banale che mi viene in mente: nel ritratto in studio sovraesporre di uno stop. Oppure, in una situazione di emergenza, utilizzare la regola del 16. Altrimenti è quasi come imparare la messa a fuoco con una fotocamera a stima. Si può anche fare, anzi, una volta ovviamente si faceva così. Ma visto che non sono tempi di cose complesse... Insomma, mi sembra che spesso invece si scelga la via più complicata proprio perché si vorrebbe scegliere quella più semplice!

Avatar utente
colonial
esperto
Messaggi: 239
Iscritto il: 06/01/2015, 16:29
Reputation:
Località: Hermosillo Mex

Re: CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Messaggio da colonial »

Concordo in toto;
Pero' questo forum esiste proprio per questo, basta dare retta ai buoni consigli.

Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 981
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Messaggio da Ri.Co. »

graic ha scritto:Ce ne sono sicuramente poche, il motivo è, come penso di aver spiegato, una prestazione praticamente inutile
Non so se ho capito male io, ma tutte le reflex o telemetro senza automatismi e dotate di esposimetro, non fanno tutte quello che qualcuno chiede alle compatte?
Un esposimetro che da un’indicazione circa la sotto/sovra esposizione della coppia scelta è inutile?

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4645
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Messaggio da graic »

Nelle macchine reflex (almeno quelle buone) si sa "esattamente" ciò che misura l'esposimetro, in alcuni rari casi (e questi sono quelli veramente utili) addirittura spot in questo modo si può simulare (non certo esattamente) quello che si farebbe con un esposimetro esterno, con l'esposimetro della compatta che è fatta per dare l'esposizione media su un angolo medio per un soggetto di grigio medio ovviamente no. Circa il fatto che mentre fai la foto ti fidi dell'ago dell'esposimetro che ti
da un’indicazione circa la sotto/sovra esposizione della coppia scelta
allora perché non fare tutto più semplice e scegliendo uno dei due parametri far scegliere l'altro alla macchina in automatico?
Come ho già detto prima se invece uno vuole usare l'esposimetro della fotocamera per definire l'esposizione in base ad una zona dell'inquadratura (cosa peraltro ovviamente non semplice), non serve un esposimetro che funzioni anche in manuale ma serve una macchina col blocco dell'esposizione.
Però l'idea è che se si è così sofisticati allora la soluzione è, e sempre sarà (anche con le reflex) l'esposimetro esterno
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4645
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Messaggio da graic »

Comunque se uno ama 'abbinare le lancette dell'esposimetro' basta andare indietro nel tempo di una (o due) decadi, lasciando del tutto le automatiche e scegliendo delle semi-automatiche. Vi sono ottime macchine ben costruite dalle Kodak serie Retina alle Zeiss serie Contina e Contessa, alle Agfa serie Silette alle Voigtlander serie Vito dotate di esposimetro al selenio che se funziona funziona e non fa disperare per le pile e (alcune) di telemetro che funzionano esattamente sulla base della collimazione delle lancette.
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
tykos
fotografo
Messaggi: 40
Iscritto il: 03/02/2016, 14:26
Reputation:

Re: CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Messaggio da tykos »

risa ha scritto: Eppure un esposimetro esterno fornisce generalmente una lettura più accurata. La questione risiede dunque nel prezzo? Eppure il costo di un esposimetro esterno, volendo spendere un po' di tempo nella ricerca dell'occasione giusta, non è alto. Basta saltare un sabato in pizzeria.
Saltare un sabato in pizzeria con l'intera famiglia, perché un QUALCOSA-six costa dai 50€ (spesso hanno fatto la guerra attaccati ai cingoli di un carrarmato) ai 100€ e oltre.
A meno ci sono certi modelli senza pile che non si sa l'accuratezza della lettura quale sia visto il deterioramento delle celle, o l'applicazione per cellulare.

Prima ancora del costo, però, il motivo direi che è di comodità. Se non ho l'esposimetro in macchina devo per forza tirarlo fuori, misurare, riportare le misure in macchina, inquadrare, scattare. Con quello in macchina faccio tutto in uno. Sono modi di lavorare diversi, non ce n'è uno migliore, sicuro il secondo modo è più rapido.

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4645
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Messaggio da graic »

Ho cancellato, scusate era la risposta ad un altro post
Ultima modifica di graic il 29/10/2019, 11:41, modificato 1 volta in totale.
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 265
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: CONSIGLIO COMPATTA 35MM

Messaggio da risa »

Vedo che conosci i Gossens. Però, visto che li conosci, non scrivere, per favore, che sono coevi agli avvenimenti bellici, perché se ti legge un principiante, che invece all'esposimetro esterno è interessato, si fa un'idea sbagliata. E comunque costituiscono un "qualcosa" che ha accompagnato la carriera di svariati fotografi professionisti. Categoria della quale, almeno io, però non faccio parte.

Rispondi