Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 3867
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Messaggioda graic » 04/01/2015, 9:16

Giuseppe84 ha scritto: ,ero curioso, mi affascina molto l'analogico,soprattutto perchè alla fine scatti & stampi...........vorrei avvicinarmi in primis magari con del materiale didattico nello specifico alle biottiche ,mi piace molto iil formato 6x6 ne ho viste un pò ..ma come si usual dire non voglio fare acquisti compulsivi


teodolite ha scritto:se hai avuto la pazienza di leggere tutto il post, avrai trovato i consigli più disparati come è normale che sia. Se la tua idea di entrare nel mondo del MF è orientata verso le biottiche, ci aggiungo il mio consiglio. Cerca di trovare qualche amico genovese con cui farci qualche rullo insieme o fartela prestare. Non buttare soldi nell'usato. Una volta assodato che le TLR fanno per te agisci di conseguenza. Quasi tutte le fotocamere hanno decenni d'età sul groppone e infiniti rulli lavorati; il rischio di passare dal riparatore un giorno si e l'altro pure è alto. Quindi, lascia perdere le inaffidabilissime Lubitel, idem per le cugine ceche Flexaret, evita come la peste le Shanghai, ignora le Autocord, yashica e mammamya varie. Fiondati su una RolleiFlex 2.8 nuova !!! se ne trovano sul Ebay eviti tutti i problemi e vivi felice !! eccone una che potrebbe fare al tuo caso.

http://www.ebay.it/itm/Limited-Platinum ... 43c63ce1ab


Più che una battutona mi sembra una presa per il .....


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Advertisement
Avatar utente
Giuseppe84
fotografo
Messaggi: 97
Iscritto il: 03/01/2015, 15:37
Reputation:
Località: Genova

Re: Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Messaggioda Giuseppe84 » 04/01/2015, 9:31

ma io infatti non ho chiesto cosa acquistare ,che macchina prendere, ho chiesto in primis, prima di fare acquisti compulsivi di capire di cosa si tratta , quindi magari provandola, prendere qualche testo ,poi un altra domanda che ho fatto ma non ho avuto risposta, e...Oggi a senso prendere una macchina del genere o comunque analogica , se non si fà tutto il processo di sviluppo , stampa ..da se?
battuta a parte , sono circa 7000 euro per la rolleiflex linkata prima ... :)) :)) vorrei rimanere su cifre più "terrene" ^:)^ non sono mica Rockefeller
Ultima modifica di Giuseppe84 il 07/03/2015, 21:03, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5150
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Messaggioda -Sandro- » 04/01/2015, 10:18

Giuseppe84 ha scritto:Oggi ha senso prendere una macchina del genere o comunque analogica , se non si fà tutto il processo di sviluppo , stampa ..da se?


Direi di no, e ti spiegherò il perché di persona. Nei forum spesso partono battaglie integraliste, o derisioni a raffica che rendono le cose poco comprensibili.
Pur col massimo rispetto per il capolavoro di Heidecke, io non riesco ad utilizzarla, trovo assurda la manopola di messa a fuoco sulla sinistra, mentre trovo splendidamente ergonomica la hasselblad. Forse perché assomiglio fisicamente più a Victor (alto e magro) che a Reinhold (che era pingue ed aveva mani piccole e grassoccie)
Se avessi comprato una rolleiflex avrei avuto un dispiacere, mi sono limitato a comprare una yashica mat, che ha la stessa impostazione della rolleiflex, e con quella ho capito che la biottica non fa per me. Troppo limitante poi non poter cambiare la focale.
Ti mostrerò di persona questo ed altro, oltre a raccontarti qualcosa su ciò che sono sviluppo e stampa. Tieniti libera una domenica pomeriggio, non basteranno pochi minuti.
Ultima modifica di -Sandro- il 04/01/2015, 11:34, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
teodolite
esperto
Messaggi: 224
Iscritto il: 15/12/2014, 15:22
Reputation:

Re: Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Messaggioda teodolite » 04/01/2015, 10:39

graic ha scritto:Più che una battutona mi sembra una presa per il .....

Non capisco dove sia la presa in giro. Se è per il discorso economico, io non conosco le possibilità finanziarie di Giuseppe.
Se le avessi conosciute gli avrei consigliato qualcosa d'altro. A questo punto è meglio che sfrutti la grande generosità e competenza di Sandro; una volta assodato che le TLR gli si addicono come tipologia di ripresa, sceglie quella che meglio
crede. Però visto che non sviluppa e soprattutto non stampa in proprio, gli direi di lasciare perdere. Meglio orientarsi su
una dgt. Se il proprio passatempo fotografico non va a finire su carta argentica, tutto resta un lavoro incompiuto.



Advertisement
Avatar utente
Giuseppe84
fotografo
Messaggi: 97
Iscritto il: 03/01/2015, 15:37
Reputation:
Località: Genova

Re: Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Messaggioda Giuseppe84 » 04/01/2015, 10:42

Va bene Sandro ..si in effetti ai ragione ,almeno mi faccio un idea più reale ..ad ogni modo ti ringrazio per la disponibilità quando sarò a Genova ..mi farò sentire
ti auguro una buona giornata /tutti
Giuseppe



Avatar utente
teodolite
esperto
Messaggi: 224
Iscritto il: 15/12/2014, 15:22
Reputation:

Re: Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Messaggioda teodolite » 04/01/2015, 10:46

Giuseppe84 ha scritto:Oggi a senso prendere una macchina del genere o comunque analogica ,

Ti è rimasta un'acca in giro per la tastiera ! :) :) :) :)



Avatar utente
rucurt
esperto
Messaggi: 135
Iscritto il: 24/12/2014, 9:12
Reputation:

Re: Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Messaggioda rucurt » 04/01/2015, 11:15

teodolite ha scritto:consiglierei allora di non fare domande


A far domande non si commette mai errore, a rispondere senza nozione di causa si! Conosco, bene, sia le Rolleiflex che le Mamiya biottica, preferisco le seconde, non solo perché consentono di cambiare l'ottica, che, già da solo, per me, è un vantaggio incolmabile dalle tedesche, hanno il percorso del film assolutamente dritto, senza angoli a 90° come le tedesche, è ciò giova alla planeità del film, usano filtri, e paraluce, a vite, d'uso comune, M 49x0.75 ed M 46x0.75, e non 3 baionette proprietarie, consentono l'uso contemporaneo di filtri e paraluce senza adattatori, hanno i sistemi di visione intercambiabili tra tutti i modelli, le Rollei più anziane non consentono di farlo, permettono, se non delle macro, dei buoni close up, senza l'uso di lenti addizionali, anche queste disponibili per le tedesche con 3 baionette proprietarie, i Seiko sono precisi quanto i Syncro Compur, ma molto meno soggetti a starature e blocchi per inutilizzo( però sono più rumorosi), le ottiche di visione e quelle di ripresa, di tutti gli obiettivi, sono assolutamente identiche, ed intercambiabili, senza la necessita di attrezzi speciali, e facilmente tarabili, in più, tutti i gruppi otturatore-diaframma di tutti gli obiettivi, da quelli cromati degli anni '50 ai blue dot delle ultimissime serie, sono intercambiabili tra loro, anche questo senza l'uso di attrezzi speciali e senza esser necessariamente periti meccanici, basta svitare ed avvitare, a mano. Tutte hanno lo schermo di maf, e la lente di fresnel, in vetro, e non in polimero, come le Rolleiflex degli anni '60, più soggetto a graffi, ed ad opacizzarsi col tempo, inoltre è possibile mettere a fuoco sia con la mano dx che con la sx. Alcuni mirini sono dotati d'esposimetro, TTL, più efficiente di quello al selenio delle tedesche.
Ma il pregio maggiore, come già scritto, è che possono montare ottiche diverse, dal 55 al 250 mm, coprendo, se non tutte, la maggior parte delle situazioni di ripresa, le ottiche, detto per esperienza personale, non per sentito dire, sono ottime, nitide e contrastate.
Naturalmente hanno anche dei difetti, sono più grandi e pesanti delle tedesche, la messa a fuoco, tramite doppio soffietto, varia al variare dell'ottica utilizzata, non vi sono indicazioni per la profondità di campo, solo alcuni modelli hanno un sistema di correzione della parallasse, non efficace come quello delle tedesche, per le riprese alle brevissime distanze il paramender, più che consigliato, è d'obbligo, con le ottiche lunghe, ed alle brevi distanze di ripresa, il sistema camera-obbiettivo è sbilanciato in avanti e richiede un certo periodo, comunque brevissimo, per trovare la giusta posizione d'impugnatura. Solo le 33 e le 330 riarmano l'otturatore all'avanzare del film, nelle altre bisogna armarlo manualmente, come nelle Rolleicord, il 250, ed il rarissimo 80/3.8, hanno solo il riarmo manuale dell'otturatore. Cambiare l'ottica richiede attenzione, per evitare cadute della stessa.
Vi è poi un difetto legato ad un pregio, tutte le ottiche, grazie al soffietto, consentono la maf molto ravvicinata, il 55 arriva quasi all' 1 a 1, questo invoglia ai close up, il problema è la perdita di luminosità, molto accentuata con le focali corte, 4 stop con il 55 ed il 65, 3 stop con l'80, ed un degrado complessivo della qualità dell'immagine, comunque non superiore a quello che si ha usando lenti addizionali sulle Rolleiflex.
Naturalmente la mia è una disamina con considerazioni strettamente personali, moltissimi considerano pregi quelli che io trovo difetti, e viceversa, come è giusto che sia, ma solo se si conoscono, approfonditamente, gli oggetti di cui si discute, altrimenti sono solo spifferi, in una giornata di vento, a nulla, ed a nessuno, giovano.



Avatar utente
teodolite
esperto
Messaggi: 224
Iscritto il: 15/12/2014, 15:22
Reputation:

Re: Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Messaggioda teodolite » 04/01/2015, 12:14

rucurt ha scritto:A far domande non si commette mai errore, a rispondere senza nozione di causa si!

mi trovi assolutamente d'accordo. il problema è che ognuno di noi potrebbe rispondere kilometricamente come hai fatto,
perorando giustamente la causa di qualsivoglia biottica che predilige. Ogni possessore di altre TLR potrebbe scrivere un trattato sulla Lubi, fiumi di parole sulla denigrata Flexaret (Elmar Lang docet), una bibbia sulle Minolta, e un vangelo su
qualsiasi altro modello. e dopo? Vai a leggere il post sulle telemetro economiche (l'elogio dell'aria fritta) e poi dimmi cosa se ne può trarre come consiglio.
Questo era il senso del mio consiglio. Penso che percentualmente nell'ambito delle biottiche è assodata la superiorità della Rolleiflex con buona pace dei possessori di altre marche (per la cronaca io non la posseggo). Da qui il mio consiglio e relativo link su una Rolleiflex NUOVA.



Avatar utente
rucurt
esperto
Messaggi: 135
Iscritto il: 24/12/2014, 9:12
Reputation:

Re: Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Messaggioda rucurt » 04/01/2015, 12:55

teodolite ha scritto:rucurt ha scritto:
A far domande non si commette mai errore, a rispondere senza nozione di causa si!

mi trovi assolutamente d'accordo.


teodolite ha scritto: nell'ambito delle biottiche è assodata la superiorità della Rolleiflex con buona pace dei possessori di altre marche (per la cronaca io non la posseggo)


Ammetti che per giudicare ci voglia cognizione di causa, ma continui a farlo senza averne ;) Chi ha assodato la superiorità delle Rolleiflex, e su cosa si baserebbe tale superiorità? Ti ripeto, e mi ripeto, conosco benissimo le biottiche della Franke & Heidecke, NON sono, ne qualitativamente,ne nell'uso pratico, superiori alle Mamiya, piuttosto hanno qualcosa in meno.
Se, per superiorità, fai riferimento alla valutazione di mercato, ti do ragione, ma è un motivo in più per preferire le giapponesi, se si ha intenzione d'usarle, meno spesa e maggior resa.



Avatar utente
prabolin
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 27/11/2014, 11:07
Reputation:
Località: val di fiemme trentino

Re: Corredo medioformato. Consigli per gli acquisti

Messaggioda prabolin » 04/01/2015, 21:03

Serve un pò di benzina sul fuoco? Bene... avute entrambe, rollei e mamiya, ho preferito di gran lunga la rollei oltre che per le dimensioni e peso non paragonabili, per un solo ed indiscutibile motivo: planar 80/2,8. Per le mie esigenze è perfetto, non ho bisogno di altre ottiche, casomai avessi bisogno del 50 uso hasselblad ma sempre e solo macchine con lenti zeiss.
Ripeto, per me non c'è paragone.

roberto





  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite