Curiosità su obiettivo e adattatore

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Curiosità su obiettivo e adattatore

Messaggioda Silverprint » 25/04/2012, 15:57

PrimitiveStyle ha scritto:Può essere che mi sbagli ma se si ha meno luce che arriva al sensore questo non va a determinare comunque sul dettaglio sulla pdc indipendentemente dal apertura del diaframma.
Infatti il diaframma non fa altro che diminuire e aumentare la intensità di luce che entra nel sensore.


Sbagli e anche questa è un po' troppo grossotta per lasciarla andare... :))

La PdC è legata al diaframma ed al rapporto d'ingrandimento (quindi: distanza, lunghezza focale, etc). La luminosità che arriva al sensore od alla pellicola o presente nella scena non c'entra proprio nulla.
Anche dettaglio e PdC non hanno nulla a che vedere.
La PdC è la zona con nitidezza ancora sufficiente* che si ha più vicino e più lontano del piano di messa a fuoco.

*Quanta sia sufficiente cambia in funzione dell'uso.

Altro discorso quello di usare o meno un ottica tagliente per il ritratto che è solo una questione di gusti.
Così come è sempre vero che ci sono infiniti modi per ammorbidire la resa, dai filtri soft, a orrende calzette, o a tecniche più sottili e raffinate nello sviluppo del negativo e/o in fase di stampa, ma non per fare il contrario.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Curiosità su obiettivo e adattatore

Messaggioda franny71 » 25/04/2012, 16:04

questa è fatta con un 85 f 1,4 a f2:
Immagine
questa è una macro fatta con un 105 appunto macro, a f 13:
Immagine
ora provo a cercare negli HD se ho qualche ritratto fatto con il macro...


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
PrimitiveStyle
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 18/03/2012, 23:27
Reputation:

Re: Curiosità su obiettivo e adattatore

Messaggioda PrimitiveStyle » 25/04/2012, 16:13

Sbagli e anche questa è un po' troppo grossotta per lasciarla andare...

La PdC è legata al diaframma ed al rapporto d'ingrandimento (quindi: distanza, lunghezza focale, etc). La luminosità che arriva al sensore od alla pellicola o presente nella scena non c'entra proprio nulla.
Anche dettaglio e PdC non hanno nulla a che vedere.
La PdC è la zona con nitidezza ancora sufficiente* che si ha più vicino e più lontano del piano di messa a fuoco.

*Quanta sia sufficiente cambia in funzione dell'uso.

Altro discorso quello di usare o meno un ottica tagliente per il ritratto che è solo una questione di gusti.
Così come è sempre vero che ci sono infiniti modi per ammorbidire la resa, dai filtri soft, a orrende calzette, o a tecniche più sottili e raffinate nello sviluppo del negativo e/o in fase di stampa, ma non per fare il contrario.

Erroneamente la confusione nasce da questo
La PdC è la zona con nitidezza ancora sufficiente* che si ha più vicino e più lontano del piano di messa a fuoco e quindi non che influisca la nitidezza che come detto prima e determinata da i tre fattori come risolvenza contrasto e acutezza.

Va bene comunque come detto da te questo non pregiudica il fatto di poter usare un macro per i ritratti.


Canon AE-1, Pentax super A

Avatar utente
PrimitiveStyle
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 18/03/2012, 23:27
Reputation:

Re: Curiosità su obiettivo e adattatore

Messaggioda PrimitiveStyle » 25/04/2012, 16:44

Lo dico per capire ma rimango ancora con dei dubbi sul fatto che a TA si ha perdita di nitidezza. A che è dovuta questa perdita di dettaglio se non al diaframma e alla pdc ?


Canon AE-1, Pentax super A

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Curiosità su obiettivo e adattatore

Messaggioda Silverprint » 25/04/2012, 16:51

PrimitiveStyle ha scritto:... la confusione nasce da questo:
La PdC è la zona con nitidezza ancora sufficiente che si ha più vicino e più lontano del piano di messa a fuoco e quindi non che influenza la nitidezza che come detto prima è determinata da i tre fattori come risolvenza, contrasto e acutezza (acutanza).


Capisco (più o meno) anche se la frase non si capisce... ;)

È proprio per evitare confusione che si usano termini diversi per indicare fenomeni e proprietà diverse. Evitare confusioni è un ottimo motivo per usare una terminologia adeguata.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Curiosità su obiettivo e adattatore

Messaggioda franny71 » 25/04/2012, 16:56

anche tutto chiuso un obbiettivo perde di nitidezza...


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
PrimitiveStyle
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 18/03/2012, 23:27
Reputation:

Re: Curiosità su obiettivo e adattatore

Messaggioda PrimitiveStyle » 25/04/2012, 17:02

Capisco (più o meno) anche se la frase non si capisce...

È proprio per evitare confusione che si usano termini diversi per indicare fenomeni e proprietà diverse. Evitare confusioni è un ottimo motivo per usare una terminologia adeguata.


A parte l'errore di svista di acutanza penso che sia chiaro poi l'importante è che ci siamo capiti. Non serve puntualizzare :-B

anche tutto chiuso un obbiettivo perde di nitidezza...

Allora cosa determina questa perdita di nitidezza quando il diaframma è troppo chiuso o e troppo aperto?


Canon AE-1, Pentax super A

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Curiosità su obiettivo e adattatore

Messaggioda Silverprint » 25/04/2012, 17:05

PrimitiveStyle ha scritto:Lo dico per capire ma rimango ancora con dei dubbi sul fatto che a TA si ha perdita di nitidezza. A che è dovuta questa perdita di dettaglio se non al diaframma e alla pdc ?


La nitidezza è fatta da varie cose, tra le quali la resa del dettaglio fine, una sola cosa per volta non rende conto del fenomeno.

In soldoni: a tutta apertura si ha meno profondità di campo, non necessariamente meno dettaglio sul piano di messa a fuoco. Quel che fa peggiorare le prestazioni a tutta apertura è una riduzione del contrasto ed altri fenomeni (o inconvenienti) ottici (più evidenti ai bordi) dovuti all'uso di tutta la superficie della lente (quindi la PdC non c'entra per nulla). Chiudendo il diaframma fino ad un certo punto (variabile) si ha una riduzione di questi vari inconvenienti e quindi un miglioramento globale delle prestazioni; oltre il certo punto subentra un altro fenomeno detto diffrazione, che sostanzialmente fa di nuovo peggiorare le cose dal punto di vista della nitidezza, ma fa invece aumentare la PdC...

Ora sarai ancora più confuso...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Curiosità su obiettivo e adattatore

Messaggioda Silverprint » 25/04/2012, 17:17

PrimitiveStyle ha scritto:A parte l'errore di svista di acutanza penso che sia chiaro poi l'importante è che ci siamo capiti. Non serve puntualizzare :-B


:D Acutanza, acutezza è la parte che si capisce. Mi riferivo proprio al periodo, deve essere rimasto nella tastiera qualche verbo, parola, punto... ;)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
PrimitiveStyle
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 18/03/2012, 23:27
Reputation:

Re: Curiosità su obiettivo e adattatore

Messaggioda PrimitiveStyle » 25/04/2012, 18:14

Hai spiegato perfettamente la cosa ;)

Tu hai detto che la PdC è la zona con nitidezza ancora sufficiente* che si ha più vicino e più lontano del piano di messa a fuoco.
Ecco io pensavo che la pdc influisse sulla nitidezza e che anche ciò che stava poco oltre il piano di messa a fuoco con un obiettivo macro che è un obiettivo "tagliente" già a TA si guadagnasse nitidezza e quindi maggior capo di fuoco(di conseguenza ho fatto tutto un discorso senza riflettere che la nitidezza di un obiettivo non può influenzare la pdc ma al massimo ciò che sta entro il piano di messa a fuoco che comunque rimane una cosa positiva).

Spero di non aver detto altre stupidagini :D


Canon AE-1, Pentax super A



  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti