datazione negativi

Spazio Aperto a qualunque tipo di discussione, idea o proposta non necessariamente legata alla fotografia

Moderatore: DanieleLucarelli

Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: datazione negativi

Messaggioda Attilio Canella » 20/08/2012, 23:37

Bello!!!!ma c'è L' ACQUA ??????? :)) :)) :)) :)) =)) =)) :ymdevil: :ymdevil:



Advertisement
Avatar utente
Maucas69
guru
Messaggi: 375
Iscritto il: 05/04/2012, 18:53
Reputation:
Località: Cosenza/Napoli

Re: datazione negativi

Messaggioda Maucas69 » 21/08/2012, 0:26

Carissimo Claudio,proprio domenica prossima sarò ad Ancona per imbarcarmi sulla MSC "Armonia". Conosco un pochino quella zona,ultimamente ho fatto quella strada per arrivare a S. Agata dei Goti. Nel caso tu non ci fossi stato,ti consiglio vivamente di visitarla,fotograficamente e' ricca di spunti....
Ti ringrazio dell'invito,sicuramente ci sarà l'occasione per conoscerci e visitare insieme qualche mercatino fotografico,con conseguente tappa fotografica e,soprattutto,culinaria.... :)
Da quelle parti,come saprai,si mangia pure bene...!!

P.s. Anche tu vai in moto ??


Chi guarda una mia fotografia sta guardando i miei pensieri.(Mimmo Iodice)
Un negativo e' per sempre. (Kodak?! :-))

Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1044
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

Re: datazione negativi

Messaggioda claudio44 » 21/08/2012, 15:33

conosco bene la zona di S. Agata dei Goti e i dintorni per averli fatti in bici tempo fa..no non vado in moto :( c'è ancora l'acqua nell'acquedotto? Attilio non lo so, ma non è escluso che si ci sia, visto che le fontane della reggia di caserta sono in piena efficienza, e l'acquedotto, progettato da Vanvitelli nella metà del '700, e inaugurato da Carlo terzo nel 1762, è anch'egli in piena efficienza.. non c'è solo l'acquedotto lì, c'è anche un monumento che ricorda la battaglia che si svolse nell'800 tra le truppe garibaldine, comdate da Nino Bixio e quelle borboniche, con una serie di bellissimi altorilievi.. vi mando queste foto, scattate da me, dell'acquedotto ( lungo 529 metri, alto 56m. con 90 arcate) e degli altorilievi..la prima in analogico, olympus om3 28mm e filtro rosso, le altre in digitale.. l'acquedotto è sito protetto dall'unesco.. meno da chi ci va, che, ovviamente, non manca di far sentire la sua odiosa presenza con scritte varie sulle pareti con bombolette spray...
Immagine
By teramene at 2012-08-21
ossario dei garibaldini, parete esterna:
Immagine
By teramene at 2012-08-21
Immagine
By teramene at 2012-08-21
Garibaldi
Immagine
By teramene at 2012-08-21
Garibaldino
Immagine
By teramene at 2012-08-21



Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: datazione negativi

Messaggioda Attilio Canella » 22/08/2012, 0:22

OK.. CLAUDIO se a te piace di più dai un grado di contrasto in più :D
Allegati
donnaanniventi 2.jpg



Advertisement
Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1044
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

Re: datazione negativi

Messaggioda claudio44 » 22/08/2012, 10:02

no, così è perfetta... dovrei avere un libro degli anni 50 di Namias sul ritocco dei negativi...



Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: datazione negativi

Messaggioda Attilio Canella » 22/08/2012, 12:49

Ciao Claudio sono contento che ti e piaciuta, e mi fa piacere anche sentire che ti piace la sperimentazione , io ho sempre sostenuto che chi ama la fotografia veramente sia essa analogica che digitale spaziare in essa e qualcosa di fantastico costruttivo e che aumenta le proprie esperienze , sopratutto in C.O. o C.C..qualcosa mi dice che SILVERPRINT E CROMEMAX , ETRUSCO condividerebbero . l'altro giorno mi dicevi che pensavi a come poter ritoccare per ottenere in analogico lo stesso risultato, ci sono le alternative , come esiste un sistema per ottenere NEGATIVI da file DIGITALI in A4 e + da stampare per CONTATTO , con delle stampanti non proprio economiche e di un certo rilievo si va dalla 2100 Epson in su e con inchiostri anche particolari su SUPPORTI in ACETATO trasparenti una la produce L'AGFA e un'altra casa (( ti ripeto in tante cose non sono più aggiornato)) devo dirti che i setaggi per ciò sono molto laboriosi complessi e un po costosi,io in C.O. MI PIACEVA complicarmi la vita per ottenere quello che volevo ,e sugli errori si imparava di più che sui libri,anzi mi piaceva più chiedere a chi ne sapeva di più. non credo di aver letto sul Forum quest'ultimo argomento, comunque ti rimando ad un sito dove spiega dettagliatamente questo procedimento, sono 4 pagine quando digiti il sito digita anche NEGATIVO da FILE DIGITALE http://www.internetcamera.it ........... N.B. io non lo ancora SPERIMENTATO ma penso che lo farò anche per il solo sapere e conoscere................ CIAO :ymhug:



Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: datazione negativi

Messaggioda Attilio Canella » 22/08/2012, 17:44

CREDO se ricordo che articoli sul merito del ritocco di Namias furono riportati e pubblicati in vecchi n° di FOTOGRAFARE...Ciao



Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1044
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

Re: datazione negativi

Messaggioda claudio44 » 22/08/2012, 22:46

ho sentito parlare di questa tecnica idonea anche ad ottenere negativi di grande formato da stampare a contatto, come delle lastre, ma ho anche letto che nella applicazione pratica si è dimostrata abbastanza deludente, oltre che complessa; infatti avevo pensato di usarla per negativi di grande formato, ma ho desistito, e ciò per due motivi... il primo è che la foto digitale non ha mai la tridimesionalità di quella tradizionale, o per lo meno a me così sembra, e di certo non ha quello stacco dei piani, quello sfocato che solo un apparecchio di grande formato può dare.. insomma sarebbe risultata finta..alla fine ho comprato una campagnola 13x18 e sono usciti i negativi veri che danno stampe di altro sapore, inimitabili in digitale, come questa che ti invio.. si tratta di una scansione di una stampa a contatto da negativo 13x18
Immagine
By teramene at 2010-12-07
ho trovato il libro di namias.. è del 1946, ed. progresso fotografico, consiglia di usare un lapis n. 3 o il 2 per le "forti" luci.. credo che possa andare bene, perchè lì non c'è gelatina, e consiglia di disegnare il tutto con una serie di ghirigori.. ma è una tecnica per attenuare imperfezioni della pelle, più che per correggere un problema come un graffio.. impressionante il fatto che le correzioni erano fatte una ad una, ruga per ruga.. ah se avessero avuto photoshop.. avrebbero subito perso il lavoro :)) parla poi di otturazione di punti trasparenti.. e consiglia un penello finissimo intinto di rosso carminio :-? cioè, spiega poi, colore per acquarello.. ma osserva che il rosso rende poi opaco il negativo ed è quindi meglio servirsi di.. biacca, cioè bianco per acquarello, con l'aggiunta, però, di rosso e nero fumo.. forse si può provare così.. del resto peggio di come sta non può stare, e del resto, c'è il vantaggio che il negativo è in vetro, anche se ci vorranno colori semi trasparenti che aderiscono al vetro



Avatar utente
Attilio Canella
guru
Messaggi: 589
Iscritto il: 02/03/2012, 23:16
Reputation:
Località: Milano

Re: datazione negativi

Messaggioda Attilio Canella » 22/08/2012, 23:39

Bene Claudio però devi tener presente che e pur sempre una tecnica del 1946 qualcosa deve essere pure cambiato e per quanto i materiali da ritocco dovresti informarti da un grafico, poi devi pure provare :-? se lavori sul positivo non ti sarà difficile creare il grigio della porta cosi il bianco del vestito si può provare,la spuntinatura e la cosa più semplice, mi raccomando l'originale conservalo fanne una copia(( lo so che il procedimento e lungo)) ma non rischiare di rovinare l'originale ,poi se la riproduzione lo fai con il grande formato ai poca perdita. in quanto a quella tecnica so solo che la usano i grafici poi sulla qualità credo anche io che i risultati non saranno eccelsi, l'argento e l'argento i pixel lasciano il tempo che trovano .però vorrei provare (sono curioso) :-? Bella la foto però io ne avrei fatta un'altra con il fuoco sul secondo piano della frutta ,bello lo sfuocato....ciao ;)



Avatar utente
Ri-fuji
esperto
Messaggi: 195
Iscritto il: 25/12/2012, 22:51
Reputation:

Re: datazione negativi

Messaggioda Ri-fuji » 01/02/2013, 18:42

silvio ha scritto:
Maucas69 ha scritto:I

la Vito B è una macchina carinissima ma priva di telemetro, per cui dovrai mettere a fuoco a stima.

Ti consiglio invece di cercare un buon esemplare di Vitomatic con telemetro, meglio se con il mitico
Ultron 50/2,0, con cui ti sarà molto più facile scattare belle foto.

Occhio che tutte le Vito e Vitomatic sono abbastanza pesanti e sbilanciate in avanti, il che rende
molto facile una caduta per terra con relativi disastri. Devi impugnarle molto saldamente stando
attento che non ti scivolino dalle mani.

Auguri.

S.


Visto che si può e anzi è auspicabile ripristinare vecchi topic mi adeguo con gioia,

Quoto e riquoto, l'aggettivo "mitico" per l'Ultron [*]

[*] modificato dal mod


Una volta ho provato a fotografare i fantasmi ma non ci son riuscito: la pellicola si è impressionata. G. Marx



  • Advertisement

Torna a “Open Space”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite