Diapositive 120 e poi?

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5548
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Diapositive 120 e poi?

Messaggioda -Sandro- » 31/12/2013, 15:14

impressionando ha scritto:
PS: non si fraintenda il fatto dell'associazione dei robivecchi alla scuola da me frequentata..... diciamo che assieme quei robivecchi si utilizzavano anche VHS e CD ;)


Questa non me la bevo, i CD sono "usciti" nel 1982 quando sicuramente tu eri già ben fuori dalla scuola....nemmeno quel gran flop che è stato il laserdisc del 78 puoi aver visto a scuola!!!!

Per quanto riguarda i rotolini....immagino ti riferisca a roba del genere:

rotolini.jpg


Penso che proiettare in queste condizioni sia un autentico tormento.



Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Diapositive 120 e poi?

Messaggioda impressionando » 31/12/2013, 18:46

Meraviglia..... proprio quelli!!!
Li ricordo con tenerezza e simpatia.
Sono del '65....
....nel '82 avevo ancora i capelli lunghi e mi pavoneggiavo tra i banchi.... quei rotolini si usavano ancora assieme a tecnologie più moderne



Gionny
guru
Messaggi: 613
Iscritto il: 07/03/2013, 19:04
Reputation:

...

Messaggioda Gionny » 31/12/2013, 19:06

...
Ultima modifica di Gionny il 09/01/2018, 23:00, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9121
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Diapositive 120 e poi?

Messaggioda chromemax » 31/12/2013, 19:11

Gionny ha scritto:e per di più la codifica dei CD Audio è un derivato diretto della codifica dei LaseDisc...

Ma non era analogico?



Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Diapositive 120 e poi?

Messaggioda impressionando » 31/12/2013, 19:18

Non penso.... era numerico.
Quel discone era veramente affascinante..... e affascinante re ail lettore che si apriva letteralmente in 2.
S'andava nelle sale dei negozi ad assistere allo spettacolo.... l'audio era spettacolare (per quei tempi).



Gionny
guru
Messaggi: 613
Iscritto il: 07/03/2013, 19:04
Reputation:

...

Messaggioda Gionny » 31/12/2013, 19:33

...
Ultima modifica di Gionny il 09/01/2018, 23:01, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
maxnumero1
guru
Messaggi: 1177
Iscritto il: 13/01/2011, 12:50
Reputation:
Località: Parma

Re: Diapositive 120 e poi?

Messaggioda maxnumero1 » 02/01/2014, 19:54

Certo che,10 euro a rullo per la pellicola
8euro per lo sviluppo
fare le diapositive,costa



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2820
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Diapositive 120 e poi?

Messaggioda Elmar Lang » 03/01/2014, 14:08

Anni fa (nel 1981), grazie ad una Rolleicord Vb "scoprii" il fascino della dia 6x6; al mercatino di Piazzola sul Brenta (PD) trovai un Rollei P-11 con ottiche Heidosmat da 110 e 150 mm.: proiettare quei quadrati di pellicola faceva apparire le dia 35mm. quasi come delle pecette da nulla: che scala tonale, che ricchezza di dettaglio!...

Poi, la Vb se ne andò ed arrivò la Kiev-88 (Paolo, non mi strapazzare!) con la quale feci chilometri di dia. Un paio d'anni fa ho ri-comprato una Vb, con la quale ho fatto però solo b/n in negativo.

Telaietti? GePe con vetrino (senza vetrino, sarebbe da stare sempre a correggere la messa a fuoco...). Si trovano ancora e con un po' di fortuna non si spendono cifre esagerate.

Il proiettore-Phön in foto è un ottimo Liesegang, che però temo non sia dotato di ventola di raffreddamento: come s'è detto giustamente, riscaldano molto e pure la carrozzeria del proiettore raggiunge temperature da cuocerci sopra le uova strapazzate (o le costicine, sulla griglia...). Per rimanere in tema di proiettori-Phon, ne ho uno "FED" per il 35mm.: ha una lampadina poco più grande d'un'oliva taggiasca, ma sviluppa temperature che nemmeno il reattore di Chernobyl'...

Un paio di mesi fa, vicino a Brescia ho trovato un P-11 come nuovo, con il bellissimo zoom Vario-Heidosmat a nemmeno 50 Euro... come si fa a resistere?

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Diapositive 120 e poi?

Messaggioda impressionando » 03/01/2014, 15:14

Io con i telaietti con vetro non sono mai andato d'accordo.
Per prima cosa è indispensabile pulire il vetro sia dentro che fuori (sembra pulito ma non lo è)....
poi se usi vetri AN (ormai esistono solo quelli) in proiezione si vedono (molto). Se usi non AN fanno gli anelli al 100%.
Dopo anni m'è capitato di trovare alcune dia con condensa tra i vetri.
Dopo anni i vetri fuori vanno puliti.... non so perchè ma si forma una patina opaca all'esterno..... cosa che non succede alla dia nuda.

Senza vetro è vero.... può capitare di dover mettere a fuoco al pop (oppure lasci fermo il fuoco e sapetti qualche secondo il pop)..... ma se si usa un AF ci pensa lui e manco te ne accorgi. Se poi le fissi sui 4lati (Gepe 7031) lasciando lo spazio di dilatazione il problema è estremamente ridotto. La differenza qualitativa comunque in proiezione fa dimenticare il bisogno di qualsiasi vetro.



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2820
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Diapositive 120 e poi?

Messaggioda Elmar Lang » 03/01/2014, 16:45

Vero, del vetrino antinewton un po' (ma proprio pochino-pochino) si nota la presenza, però mi ricordo quella spettacolare multivisione tenuta da Hasselblad ad un SICOF di tanti anni fa a Milano, dedicata alle esplorazioni dello spazio. Le dia 6x6 erano proiettate da una batteria di proiettori PCP-80. Alla dimostrazione, notai che le immagini erano montate in telaietti GePe con vetrino antinewton. L'effetto finale della proiezione fu notevolissimo comunque.

E' anche vero che l'esterno dei vetrini col tempo un po' s'appanna, ma con una pezzuola in microfibra tornano cristallini.

Le scatole di dia montate, le conservo in cassette ermetiche, con pacchetto di silicagel periodicamente ripristinato. Una valigetta di caricatori pieni (non ermetica), finì però vittima dell'allagamento della mia cantina, a fine 2012... le immagini ora piacerebbero a qualche lomografo integralista...

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)



  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite