Difetto di reciprocità

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11625
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Difetto di reciprocità

Messaggioda Silverprint » 08/01/2013, 20:35

Ciao Luca,

Dovresti ridurre il tempo di sviluppo... dammi un poco di tempo e rimedio la tabella Agfa sulla riduzione del tempo di sviluppo per le lunghe esposizioni.
In difetto di reciprocità aumenta anche il contrasto e quindi bisogna compensare un po'.

Perfettamente d'accordo che i tempi lunghi si possano usare in maniera creativa. Ma i tempi lunghi, non la mancanza di reciprocità! La mancanza di reciprocità mi pare solo una gran scocciatura... :))


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
Anthor
esperto
Messaggi: 164
Iscritto il: 01/02/2011, 13:22
Reputation:
Località: Cagliari

Re: Difetto di reciprocità

Messaggioda Anthor » 08/01/2013, 22:05




Avatar utente
lucaguerri
esperto
Messaggi: 166
Iscritto il: 07/01/2013, 9:22
Reputation:
Località: Roma
Contatta:

Re: Difetto di reciprocità

Messaggioda lucaguerri » 09/01/2013, 0:08

Silverprint ha scritto:Ciao Luca,

Dovresti ridurre il tempo di sviluppo... dammi un poco di tempo e rimedio la tabella Agfa sulla riduzione del tempo di sviluppo per le lunghe esposizioni.
In difetto di reciprocità aumenta anche il contrasto e quindi bisogna compensare un po'.

Perfettamente d'accordo che i tempi lunghi si possano usare in maniera creativa. Ma i tempi lunghi, non la mancanza di reciprocità! La mancanza di reciprocità mi pare solo una gran scocciatura... :))


Hai ragione Silverprint!

Non avevo notato che sul bugiardino agfa c'è pure indicata la percentuale di riduzione del tempo di sviluppo subito sotto la tabella di correzione del tempo di esposizione...
http://www.mahn.net/DL_MAHN/apx100.pdf

Grazie della dritta, prima possibile la sviluppo e vi faccio sapere!



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11625
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Difetto di reciprocità

Messaggioda Silverprint » 09/01/2013, 9:40

... perfetto. Bravo e grazie per avermi risparmiato la fatica di trovare il data-sheet! :D


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
lucaguerri
esperto
Messaggi: 166
Iscritto il: 07/01/2013, 9:22
Reputation:
Località: Roma
Contatta:

Re: Difetto di reciprocità

Messaggioda lucaguerri » 09/01/2013, 10:56

Mi era sfuggito quanto scritto sul bugiardino dell'Agfa perche' per calcolare i tempi realtivi all'effetto di reciprocita' normalmente uso la tabellina presente sul libro "Way Beyond Monochrome". Mi sono fatto uno screenshot e lo tengo sul melafonino, sempre a portata di mano... :-)))

In precedenza avevo sperimentato l'uso dei tempi lunghi con una pellicola Rollei RPX 100 e avevo ottenuto dei negativi particolarmente contrastati e densi, da qui il dubbio sull'eventuale necessita' di ridurre i tempi di sviluppo del negativo... :-)))

Con l'occasione segnalo l'ottima app per iPhone denominata "Longtime Exposure Calculator" che consente di calcolare al volo i tempi di scatto quando si usano filtri colorati o a densita' neutra... In pratica serve per evitare di fare i noisi calcoletti sui tempi mentre si sta' scattando! ;-)
http://www.techradar.com/news/photograp ... ps-1051517



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11625
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Difetto di reciprocità

Messaggioda Silverprint » 09/01/2013, 11:17

Aggiungiamo un paio di note da pignoli... va! :)

Il difetto di reciprocità varia a seconda delle pellicole, quindi le tabelle variano da pellicola a pellicola ed una tabella universale è inevitabilmente imprecisa, meglio quindi fare riferimento ai fabbricanti... anche se a volte anche le loro tabelle fanno desiderare, ancora meglio quindi farsele da sé! :))

Riguardo la variazione di esposizione con i filtri colorati bisogna tener conto che la sensibilità spettrale delle varie pellicole è piuttosto diversa e che anche i colori delle scene riprese sono inevitabilmente diversi... :(
Con i filtri poco intensi (giallo) di solito non ci sono grandi problemi, ma aumentando l'intensità del filtro le variazioni di esposizione possono differire non poco dal calcolo fatto con le tabelle, quindi sperimentate con accortezza e fate il bracketing...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
torla91
esperto
Messaggi: 182
Iscritto il: 20/08/2012, 14:21
Reputation:

Re: Difetto di reciprocità

Messaggioda torla91 » 09/01/2013, 21:36

Cazzarola! Silver ho rifatto un rullo di fomapan 200 con molti scatti al buio, ho sempre fatto uno scatto a 4 e 8sec come consigliato da esposimetro, sul negativo le foto sembrano esposte nello stesso modo! Dovevo compensare co sta tabella maledetta? È la stessa tabella per tutte le pellicole?



Avatar utente
lucaguerri
esperto
Messaggi: 166
Iscritto il: 07/01/2013, 9:22
Reputation:
Località: Roma
Contatta:

Re: Difetto di reciprocità

Messaggioda lucaguerri » 10/01/2013, 9:12

Fai bene Silverprint ad essere "pignolo", mi sono appena reso conto di aver commesso un errore nell'usare la APX100! :-(((

La tabella che ho usato dal libro "Way Beyond Monochrome" e' stata realizzata con dati rilevati da una pellicola Ilford FP4+ che dovrebbe comportarsi presso a poco come li altre pellicole NON di ultima generazione...

Io l'ho presa a riferimento con la pellicola Rollei RPX100 visto che non trovavo in giro la relativa tabella, quindi ho fatto la stessa cosa con la Agfa APX100 trascurando il fatto che la stessa Agfa ha prodotto una tabella che riporta sia le modifiche da apportare ai tempi di esposizione che la riduzione da apportare in fase di sviluppo del negativo.

A questo punto devo trovare il tempo per sviluppare sta' APX100 per vedere che e' uscito fuori... :-)))

Tra l'altro tempo' fa' trovai su internet questo grafico che confronta le modifiche da apportare ai tempi di esposizione delle varie pellicole in commercio nel caso in cui vengano usate per delle lunghe esposizioni:
http://www.flickr.com/photos/lennox_mcdough/6329111958/

L'ideale sarebbe fare un po' di test, il problema e' sempre il tempo a disposizione... Quindi in fase di "approccio" a tali problematiche credo sia meglio fare riferimento sempre a quanto indicato dai produttori per poi "affinare" l'intero processo (...e io non l'ho fatto, mannaggia a me! :-)



Avatar utente
torla91
esperto
Messaggi: 182
Iscritto il: 20/08/2012, 14:21
Reputation:

Re: Difetto di reciprocità

Messaggioda torla91 » 10/01/2013, 9:31

lucaguerri ha scritto:Fai bene Silverprint ad essere "pignolo", mi sono appena reso conto di aver commesso un errore nell'usare la APX100! :-(((

La tabella che ho usato dal libro "Way Beyond Monochrome" e' stata realizzata con dati rilevati da una pellicola Ilford FP4+ che dovrebbe comportarsi presso a poco come li altre pellicole NON di ultima generazione...

Io l'ho presa a riferimento con la pellicola Rollei RPX100 visto che non trovavo in giro la relativa tabella, quindi ho fatto la stessa cosa con la Agfa APX100 trascurando il fatto che la stessa Agfa ha prodotto una tabella che riporta sia le modifiche da apportare ai tempi di esposizione che la riduzione da apportare in fase di sviluppo del negativo.

A questo punto devo trovare il tempo per sviluppare sta' APX100 per vedere che e' uscito fuori... :-)))

Tra l'altro tempo' fa' trovai su internet questo grafico che confronta le modifiche da apportare ai tempi di esposizione delle varie pellicole in commercio nel caso in cui vengano usate per delle lunghe esposizioni:
http://www.flickr.com/photos/lennox_mcdough/6329111958/

L'ideale sarebbe fare un po' di test, il problema e' sempre il tempo a disposizione... Quindi in fase di "approccio" a tali problematiche credo sia meglio fare riferimento sempre a quanto indicato dai produttori per poi "affinare" l'intero processo (...e io non l'ho fatto, mannaggia a me! :-)


Grazieper il link alla tabella!
Come si fa a passare da fstop a tempi di esposizione?

Es. La macchina dice di scattare a 8 secondi e la tabella a +3stop come ottengo il tempo di expo?



luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: Difetto di reciprocità

Messaggioda luca_dega » 10/01/2013, 9:44

io non ho fatto chissà che in notturno, però ho scattato qualcosa l'altro anno ed ho avuto la brillante idea di farlo usando la TriX, la pellicola che ha probabilmente il difetto di reciprocità più ampio in assoluto....
Non solo non esistono tabelle "universali" ma, come di ce Andrea, nei notturni probabilmente hai contrasti elevati, lampioni sparati in macchina e zone nere, ecc.....Io dal mio piccolo (piccolissimo) non posso che consigliare di
1) usare una sola pellicola per queste cose
2) fare sempre più scatti variando parecchio l'esposizione
3) costruirsi con Excel una stupidissima tabellina che va da uno a tot sec (io l'ho fatta fino a 1 ora....ovviamente arrivi fino a qualche min. e poi vai a step di 10 minuti al colpo...) e tararsela con un po di prove; te la stampi e la tieni in borsa.

io, anche dopo averne anche parlottato con Andrea, ho deciso che per simili applicazioni (ed altre...) userò solo la Acros 100. Fino a 2 minuti non ha difetti di reciprocità. Poi, la fuji consiglia un generico +50% di esposizione (ossia: 5 minuti di esposimetro = 7,5 minuti di esposizione). Tieni conto che le pellicole non tabular-grain hanno in genere difetti pazzeschi: con 2 minuti di esposimetro te ne vengon fuori 15 (ed oltre) di esposizione corretta... questo significa che per un bracketing di 4 scatti ci va circa un'ora e un quarto.... se la fotocamera è come la mia (Mamiya 7II), tra l'altro rischi che l'otturatore si chiuda per esaurimento pila nel bel mezzo di una esposizione...





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti