dove sbaglio? ;/)

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

luibargi
guru
Messaggi: 446
Iscritto il: 14/02/2012, 22:56
Reputation:
Località: Città di Castello

Re: dove sbaglio? ;/)

Messaggioda luibargi » 30/04/2014, 15:47

Rodinalforever ha scritto:...
per noi principianti che regolarmente facciami i provini a scalare con il filtro rosso inserito o con la carta appoggiata con l'emulsione verso il basso o che teniamo il telefonino appoggiato di fianco all'ingranditore e che non appena posiamo il foglio 30x40 per la stampa definitiva inizia a suonare.... siete veramente esagerati :ymhug:

Carina questa, sì perché tutt'e tre le cose mi sono successe nella penultima sessione in c.o. :))



Advertisement
Avatar utente
schyter
guru
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/12/2013, 21:36
Reputation:

Re: dove sbaglio? ;/)

Messaggioda schyter » 30/04/2014, 15:50

Pacher ha scritto:La citazione di fotoloco nel tuo post iniziale penso sia abbastanza chiara da non necessitare ulteriori spiegazioni.
Te lo ha spiegato anche chromemax, in questa citazione nel topic del kit sviluppo.
chromemax ha scritto:Il punto non è far uscire qualcosa, ti posso garantire che per farlo basta prendere qualsiasi pellicola a svilupparla per 10 minuti in qualsiasi sviluppo ed esce qualcosa che qualsiasi scanner è in grado di digerire, ma se la fotografia la riduciamo a questo... beh ma di che stiamo a parlare qui.
Imho chi comincia ha bisogno più di un metodo che di una metodologia ed è questo che, sicuramente con mille limiti, mi sforzo di consigliare; poi sulla base delle esperienze acquisite ognuno prenderà la sua strada, ma farlo senza aver acquisito "cultura" è, come ho cercato di dire altrove, "cialtronesco".


e ancora

fotoloco ha scritto:Credo che ti abbia già risposto Chromemax esaurientemente nell'ultimo ( per ora) post del topic cui fai riferimento.
E' un metodo non valido sempre , non valido per tutti i prodotti, non sempre pratico come scrive anche Sandro un pò più su.
Tu sei libero di calarti nella parte dell'apostolo del pauperismo fotografico a tutti i costi, ma non credere di essere in questo modo ( sempre ) utile al forum ed ai suoi utenti.
La tua più che una volontà di partecipazione e di condivisione sembra una missione "ideologica" volta a propagandare la tua personale visione delle cose in OGNI circostanza ed a me (parere del tutto personale) questo atteggiamento , francamente, da un certo fastidio.


Logicamente è anche il mio pensiero. Che poi il tuo metodo sia esatto o no, non importa, se per te funziona...

schyter ha scritto:... Io non ho i paraocchi e se qualcuno mi dice dove sbaglio, ne sono felice ... Grazie a tutti!

:-? mi sa di si..
senza rancore alcuno Luigi....


il problema è che nn mi dite dov'è l'errore... :(


Una volta nel gregge, è inutile che abbai: scodinzola. ;/)
Mentre la fotografia non può mentire, i bugiardi possono fotografare...
Solo i pesci morti seguono la corrente... ;/)
https://www.flickr.com/photos/schyter/

Avatar utente
schyter
guru
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/12/2013, 21:36
Reputation:

Re: dove sbaglio? ;/)

Messaggioda schyter » 30/04/2014, 15:57

Rodinalforever ha scritto:6cl di rodinal = 60gr dov'è il problema?


Sei proprio sicuro che con 60gr hai 6cl di Rodinal o 6cl di Hc-110 al pari di 6 cl di H20???[/quote]

nn insisto... ho notato che nn hai capito, ma fa niente... ;)


Una volta nel gregge, è inutile che abbai: scodinzola. ;/)
Mentre la fotografia non può mentire, i bugiardi possono fotografare...
Solo i pesci morti seguono la corrente... ;/)
https://www.flickr.com/photos/schyter/

Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1784
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: dove sbaglio? ;/)

Messaggioda isos1977 » 30/04/2014, 16:03

schyter ha scritto:Per la densità la soluzione è talmente banale (credo IMHO)... prendi una siringa vuota, la pesi con la bilancina; aspiri che so... 10ml di liquido (denso) la ripesi e controlli in peso a quanto corrispondono 10ml.


Questa, secondo me, può essere una buona soluzione che ha una sua praticità e, a sensazione, è anche precisa se le misure non sono troppo piccole. Dipende dalla tolleranza della bilancia... se dovessi pesare 0,1gr non mi fiderei del bilancino cinese. Se l'ordine di grandezza è 10g penso che si possa stare tranquilli. Ovviamente devi fare questa operazione per ogni prodotto che usi (se sono tanti, il sistema rischia di essere macchinoso)


Più in generale, bisogna dire che tutta la catena di sviluppo e stampa in B/N ha un po' di tolleranze in tutti passaggi.... ovviamente se si sommano errori, si va oltre tolleranza. Per questo è consigliabile essere più precisi e rigorosi possibili.

Chi ha una certa esperienza (e mi pare che tu ne abbia molta) sa lavorare entro queste tolleranze e quindi ottiene buoni risultati anche senza essere troppo attento.

Per chi ha poca esperienza è meglio usare sistemi con meno rischi di errore e senza eccezioni; quindi è consigliabile comprare una buona caraffa graduata e una siringa e misurare meglio possibile i chimici. Per chi inizia da zero, è meglio farsi la cultura della precisione. Quando poi questa cultura è ben radicata e si conoscono bene le variabili in gioco, allora si può cambiare modo di lavorare e adattarlo alle proprie esigenze

Penso che il concetto di fondo, sia che il tuo modo di lavorare sia un punto di arrivo e non un punto di partenza... non è sbagliato, solo si adatta poco a chi impara o a chi non ha la stessa padronanza della materia

:-h


"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu

Advertisement
Avatar utente
schyter
guru
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/12/2013, 21:36
Reputation:

Re: dove sbaglio? ;/)

Messaggioda schyter » 30/04/2014, 16:31

isos1977 ha scritto:
schyter ha scritto:Per la densità la soluzione è talmente banale (credo IMHO)... prendi una siringa vuota, la pesi con la bilancina; aspiri che so... 10ml di liquido (denso) la ripesi e controlli in peso a quanto corrispondono 10ml.


Questa, secondo me, può essere una buona soluzione che ha una sua praticità e, a sensazione, è anche precisa se le misure non sono troppo piccole. Dipende dalla tolleranza della bilancia... se dovessi pesare 0,1gr non mi fiderei del bilancino cinese. Se l'ordine di grandezza è 10g penso che si possa stare tranquilli. Ovviamente devi fare questa operazione per ogni prodotto che usi (se sono tanti, il sistema rischia di essere macchinoso)


Più in generale, bisogna dire che tutta la catena di sviluppo e stampa in B/N ha un po' di tolleranze in tutti passaggi.... ovviamente se si sommano errori, si va oltre tolleranza. Per questo è consigliabile essere più precisi e rigorosi possibili.

Chi ha una certa esperienza (e mi pare che tu ne abbia molta) sa lavorare entro queste tolleranze e quindi ottiene buoni risultati anche senza essere troppo attento.

Per chi ha poca esperienza è meglio usare sistemi con meno rischi di errore e senza eccezioni; quindi è consigliabile comprare una buona caraffa graduata e una siringa e misurare meglio possibile i chimici. Per chi inizia da zero, è meglio farsi la cultura della precisione. Quando poi questa cultura è ben radicata e si conoscono bene le variabili in gioco, allora si può cambiare modo di lavorare e adattarlo alle proprie esigenze

Penso che il concetto di fondo, sia che il tuo modo di lavorare sia un punto di arrivo e non un punto di partenza... non è sbagliato, solo si adatta poco a chi impara o a chi non ha la stessa padronanza della materia

:-h


Grazie Isos di cuore... per la pacatezza + che altro. :) :) :)

Senza tediare vedo di risponderti perchè secondo me IMHO, visto che ci siamo passati tutti da cilindri e caraffe, la bilancia è IL PUNTO DI PARTENZA per chi inizia a sviluppare...
Innanzi tutto nell'altro post si parlava di kit sviluppo pellicola e nn di stampa che nn eseguo.
Non fatevi ingannare dalla densità dei chimici... il peso specifico è praticamente (!!) identico a quello dell'acqua!!! E' il giochino dell'olio... metti l'olio nell'acqua e verifica cosa galleggia!!! :)
Per scrupolo ho controllato i chimici Ilford (per pellicole).... praticamente acqua! mi riprometto di controllare la SG dei fissaggi !! per lo stop... va beh ... è acqua!!!!
Ora, a parte il discorso economico per chi inizia, dimmi se logisticamente nn è più comodo e pulito fare così :

Tank sul tavolo di lavoro.
Bilancia con sopra la bottiglia d'acqua vuota (se con bocca piccola, metto l'imbuto)
Azzero la bilancia e metto acqua e sviluppatore nelle dosi che mi servono.
Ho il chimico pronto perfettamente dosato senza errori.
Ripeto con stop, fix e imbibente. ( addirittura per questi lo faccio una sola volta e li ho pronti per il prox sviluppo )
Sviluppo >stop > fix > imbibente.
Recupero i chimici che devo eventualmente riusare... fine delle trasmissioni.
Cestino l'eventuale bottiglia dell'acqua dove c'era lo sviluppatore on-shot, e mi è rimasta da "lavare" solo la tank...

mah...


Una volta nel gregge, è inutile che abbai: scodinzola. ;/)
Mentre la fotografia non può mentire, i bugiardi possono fotografare...
Solo i pesci morti seguono la corrente... ;/)
https://www.flickr.com/photos/schyter/

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9417
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: dove sbaglio? ;/)

Messaggioda chromemax » 30/04/2014, 16:36

schyter ha scritto:il problema è che nn mi dite dov'è l'errore... :(


Nel tuo esempio l'errore è trascurabile, quindi... non c'è errore :)
Ma adesso ti faccio un'altro paio di esempi, che poi è quello che faccio quando sviluppo una pellicola:
2 rulli 135 da 36 pose;
D-76 1+1;
la quantità minima di stock di D-76 per sviluppare appieno 1 rullo da 36 è di circa 200 ml, quindi il volume totale minimo di soluzione di sviluppo sono 800 ml, di più è meglio (io uso 1 litro)
considerando che in un litro di d-76 commerciale (cioè quello fatto dalla Kodak) ci sono sciolte ben più di 100g di polveri (per la precisione 106g di chimici più gli addolcitori e i sequestranti e le resine idrosolubili che ottimizzano l'ordine di soluzione) il tuo sistema è ancora così preciso?

Devo stampare e mi preparo 2 litri di Ilford Rapid Fixer diluito 1+4 perché uso il sistema di lavaggio della Ilford che mi permette di risparmiare un sacco d'acqua e un sacco di tempo:
1+4=5; 2000/5=400 quindi metto sulla bilancia una bottiglia vuota, faccio la tara e aggiungo il concentrato fino a 400g; ma sono proprio sicuro di ottenere una soluzione 1+4 in volume, considerando che in un litro di rapid fixer concentato ci sono circa 450g tra tiosolfato di ammonio, metabisolfito e acido acetico?
Ma il problema vero è che se il fix è troppo concentrato le alteluci della stampa si pelano e allora ho il problema di non riuscire ad avere delle buone alteluci e non capisco il perché, allora scrivo sul forum e una dozzina di persone si mettono a ragionare su dove può essere il problema e ognuno dice giustamente la sua, magari incolpando la pellicola, che era una Foma; ma poi parte un utente, a cui le Foma piacciono tanto perché sono economiche, e dice che sono gli altri che non capiscono una mazza, parte il flame e i mod sono costretti a passare le giornate davanti al computer invece di sviluppare e stampare... tutto per risparmiare 7€ in un misurino di plastica della Kartell che, guarda caso, sono usati anche nei laboratori di chimica "seria" e sono pure abbastanza precisi.

Piuttosto io userei il tuo sistema che, se la bilancia è precisa, funziona ottimamente per l'acqua, per tararmi un cilindro di plastica comprato alla bancarella del mercato, che costa 3€, giusto quel più che tu hai pagato per la bilancia :)) :))



Avatar utente
schyter
guru
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/12/2013, 21:36
Reputation:

Re: dove sbaglio? ;/)

Messaggioda schyter » 30/04/2014, 16:58

il D76 ha un peso specifico pari all'acqua già nella condizione stock >>

http://www.emedco.info/rtk/common/wcd0001a/wcd01a8a.htm

nella sez.III il peso specifico è 1.09 !!! praticamente ACQUA !!
credo (IMHO) che diluito 1+1 venga ad essere come peso specifico ACQUA che + ACQUA nn si può !!

ergo >>> per il tuo litro di D76 1+1 sono 500gr di D76 stock + 500gr di acqua

è tutto uguale per la stampa, ma cmq nell'altro topic si parlava del
necessario per lo sviluppo in tank delle pellicole.

Ho risparmiato le emoticon
PS > se qualcuno vuole 3 cilindri e una decina di caraffe graduate (di plastica) se passa da Lodi glieli regalo !


Una volta nel gregge, è inutile che abbai: scodinzola. ;/)
Mentre la fotografia non può mentire, i bugiardi possono fotografare...
Solo i pesci morti seguono la corrente... ;/)
https://www.flickr.com/photos/schyter/

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5717
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: dove sbaglio? ;/)

Messaggioda -Sandro- » 30/04/2014, 17:12

Giova ricordare uno degli insegnamenti più importanti di Feininger nel suo manuale di camera oscura: evitare le false economie.

Mettersi a pesare una siringa vuota, riempirla e ripesarla per calcolare la densità del liquido quando basta aspirare il volume necessario solo per risparmiare sull'acquisto di cilindri è caraffe è appunto falsa economia. Quando i procedimenti sono più macchinosi l'errore è in agguato ed in questo caso è un errore subdolo perché si crede di essere nel giusto.
Se in tutto il mondo le istruzioni dei prodotti di sviluppo indicano di misurare il VOLUME, non sono da considerare fessi loro. Quello è il metodo corretto, il tuo invece è un ripiego potenzialmente nocivo per il risultato. Senza contare che travasare liquidi in un cilindro graduato è molto più pratico che pesare e prendere la calcolatrice per calcolare il peso in base alla densità. Evidentemente ti piace perdere tempo e complicarti la vita, ma per favore non fare sembrare gli altri tutti scemi, e sopratutto non venirmi a raccontare la storiella dell'olio, che immisicibile con l'acqua: quando versi in acqua lo sviluppo concentrato, se non sei in malafede, devi notare che va immediatamente a fondo pur essendo trasparente (le turbolenze le vede chiunque anche se non sa come si chiamano). Si può decidere di fregarsene della precisione e fare le cose alla carlona, ma non è la stessa cosa che lavorare con criterio, metodo e precisione, che sono le uniche cose che garantiscono risultati certi e ripetibili. Forse per i capolavori sfocati la ripetibilità non conta, ma ripeto, non è questo un metodo da prendere come riferimento, non meritava nemmeno che si aprisse un post.
Ultima modifica di -Sandro- il 30/04/2014, 17:20, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9417
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: dove sbaglio? ;/)

Messaggioda chromemax » 30/04/2014, 17:16

Hai un errore di circa il 5% col D-76 1+1, come ti ho già detto un paio di volte in altrettanti post diversi :)
BTW per l'ABC+ anch'io uso la bilancia, ma lì la diluizione è 1+100.



Avatar utente
schyter
guru
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/12/2013, 21:36
Reputation:

Re: dove sbaglio? ;/)

Messaggioda schyter » 30/04/2014, 17:29

chromemax ha scritto:Hai un errore di circa il 5% col D-76 1+1, come ti ho già detto un paio di volte in altrettanti post diversi :)
BTW per l'ABC+ anch'io uso la bilancia, ma lì la diluizione è 1+100.


forse nn ci capiamo... se tu hai fatto il tuo stock da litro come hai preferito di D76 (caraffe cilindri bottiglie) , la sua SG è 1,09 (ACQUA)
se domani sviluppi e pesi devi usare 500gr di stock e 500gr di acqua.
L'errore del 5% come vai ripetendo nei topic nn esiste proprio... saresti nella condizione
di max precisione + che con bottiglie e caraffe!! senza doverle lavare.

io sto dicendo di usare la pesa per fare le diluizioni NN PER FARE LO SVILUPPATORE STOCK !


Una volta nel gregge, è inutile che abbai: scodinzola. ;/)
Mentre la fotografia non può mentire, i bugiardi possono fotografare...
Solo i pesci morti seguono la corrente... ;/)
https://www.flickr.com/photos/schyter/



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite