Durst L1000: problemi diffusione luce

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
TricksterG
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 04/03/2012, 17:52
Reputation:

Durst L1000: problemi diffusione luce

Messaggioda TricksterG » 16/11/2012, 1:39

Salve a tutti, prima di esporre il problema voglio fare i complimenti ai creatori, gli amministratori e gli utenti del forum: è una vera miniera d'oro. In modo particolare ringrazio Silverprint per le lezioni di fotografia, le ho trovate folgoranti, o meglio, hanno praticamente decretato l'inutilità di qualsiasi prova di scatto\sviluppo\stampa che ho fatto fino a ora, ma soprattutto mi hanno fatto conoscere gli "anelli mancanti" per i quali non ottenevo risultati soddisfacenti (ringrazio anche Leo, altrimenti mi scuoia, per la costanza con la quale mi ripeteva di leggere quella discussione, che io immancabilmente rimandavo...). :ymapplause:

Come si evince dal titolo, ho un Durst L1000 testa b\n a condensatori acquistato già da un po' di tempo ma non ancora usato se non per piccole verifiche di funzionamento. Mi sono messo a fare un po' di provini a contatto e mi sono reso conto che l'esposizione della carta risultava non uniforme. :-o

Abbiamo visto, con Leo, che la testa fa flettere leggermente l'asta a sezione triangolare, visto il suo peso, ma anche raggiunta l'immobilità, il piano della testa non è completamente in bolla. L'attrezzo è così composto: l'asta che sorregge la testa poggia su una staffa a L che è imbullonata al piano di lavoro, e la cosa che risulta inverosimile è che l'unico punto di fissaggio dell'asta consiste in due piastre sagomate che la stringono alla parte verticale della staffa.
Quest'ultima è ben ancorata al piano, ma il peso della testa fa si che resti leggermente sporgente in avanti. Sotto l'asta c'è un foro filettato da 6, e sia la staffa che il piano hanno un foro in corrispondenza, ma all'acquisto non c'era la vite.

Pensando che quello fosse il problema, anche se una vite da 6 mi sembra minuscola per sostenere asta e testa in posizione corretta, ne ho comprata una e ho provato a verificare con la livella, che è esattamente come prima di mettere la vite. So che spesso per ingranditori di grandi dimensioni si effettua un ancoraggio a parete, ma soprattutto credo per evitare vibrazioni e piccoli movimenti della testa dovuti a urti o roba simile.

L'ultimo tentativo che mi rimane è di provare una vite più lunga, anche se quella che ho preso impanava perfettamente.
Non so neanche se la staffa e le piastre sono originali o artigianali, magari potrebbe essere il problema. Prima di rompermi ancora la schiena a smontare e rimontare quel bestione, volevo avere qualche riscontro.

Nessuno ha\ha avuto un ingranditore come il mio? E' necessario ancorarlo a parete per tenerlo in bolla? Magari tutto è dovuto a una stupidaggine della quale non mi sono accorto, in ogni caso qualsiasi suggerimento è ben accetto.

Ringrazio in anticipo



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst L1000: problemi diffusione luce

Messaggioda Silverprint » 16/11/2012, 5:48

Ciao e benvenuto amico di .Leo. e ... grazie. :ymblushing:

La soluzione al problema della non perfetta complanarità dovrebbe essere semplice, ma probabilmente la non uniformità dell'illuminazione non dipende da quella...

Quasi tutti i Durst hanno la possibilità di montare una staffa per fissare la parte superiore della colonna a muro. Non serve chi sa che staffa e bastano due tasselli piccini (dell'8 van benissimo).
La staffa probabilmente devi farla fare a un fabbro. Basta un lamierino piegato ad "L" con due fori lato muro e due asole (per poter aggiustare la distanza) lato ingranditore. All'ingranditore si fissa con dadi e bulloni. Devi misurare la distanza che c'è tra i fori superiori per fare le asole al posto giusto.
La staffetta a muro stabilizza il tutto (molto, molto bene) ed evita la flessione della colonna.
Si potrebbe fare anche di legno... con una tavolettina e due staffette a "L" per fissarla lato muro.

La non uniformità di illuminazione invece dovrebbe essere dovuta ad un non perfetto centraggio della lampada o all'uso di una combinazione di condensatori non giusta per la focale dell'obiettivo in uso. La posizione della lampada è regolabile ed andrebbe "centrata" quasi ogni volta che si cambia condensatore/obiettivo. Il centraggio si fa ad "occhio", controllando che sul piano la luce sia il più uniforme possibile... :-o .
Controlla anche che lo specchio sia pulito, integro ed in posizione e che la lampada sia del tipo giusto, quelle da ingranditore sono "specifiche", non sono normali lampade opaline, ma hanno un doppio strato diffusore.

Vai tranquillo, è più difficile a dirsi che a farsi! :)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
TricksterG
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 04/03/2012, 17:52
Reputation:

Re: Durst L1000: problemi diffusione luce

Messaggioda TricksterG » 16/11/2012, 13:26

Quindi il fatto che non sia perfettamente in bolla (sempre che lampada e condensatori siano adeguati) non influisce sulla resa? L'accoppiata di condensatori dovrebbe andare bene per l'obiettivo che monta, e la lampada dovrebbe essere specifica per ingranditori (quando torno a casa stasera verifico). L'unica cosa che non abbiamo capito è la posizione corretta dei condensatori, ci sono due rotelle laterali che consentono tre posizioni, li abbiamo lasciati nella posizione che dava minore vignettatura. Che potenza dovrebbe avere la lampada?

Nell'attesa, grazie



Avatar utente
TricksterG
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 04/03/2012, 17:52
Reputation:

Re: Durst L1000: problemi diffusione luce

Messaggioda TricksterG » 16/11/2012, 13:32

Dimenticavo: abbiamo pensato subito che il problema fosse la planarità perché il provino risultava "regolarmente" sovraesposto sulla porzione di foglio corrispondente all'inclinazione verso il basso della testa... ma a occhio la luce sembrava uniforme! :wall:



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst L1000: problemi diffusione luce

Messaggioda Silverprint » 16/11/2012, 13:44

Il fatto che i piani del negativo e quello di proiezione non siano perfettamente complanari influisce sulla messa a fuoco e crea una leggera deformazione dell'immagine, crea anche una minima variazione di luminosità, ma appunto quest'ultima è davvero minima se il fuori piano è leggero. Con la staffetta a muro si risolve.

Prova anche a centrare bene la lampada, da quel che dici potrebbe essere quello il problema.

Per la posizione dei condensatori ed il loro ordine c'era un thread recente di Luca Ghedini (c'era anche il link al manuale), ma non lo ritrovo... :( X(

Lucaaaaaa... se ci sei batti un colpo!

Veneratissimo Etrusco ^:)^ con le vertigini... il motore di ricerca non va con i numeri? :-s


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
.Leo.
guru
Messaggi: 556
Iscritto il: 23/08/2012, 18:15
Reputation:
Località: Livorno

Re: Durst L1000: problemi diffusione luce

Messaggioda .Leo. » 16/11/2012, 15:29

Ma guarda te.. =))

Continuo a credere che il problema si risolve tenendo dritta la testa!
La colonna non si muove.. è triangolare e solida ma il peso della testa fà flettere la parte verticale della staffa ad L veramente troppo. Fissiamo a muro o tronchiamo la vibrazione saldando due piastre sulla L formando altro triangolo.. quella si risolve facile!
Sui provini a contatto, effettuati su 24x30 (lato lungo verso la colonna), si nota la differenza seguendo le perforazioni del 135, c'è una perdita di 3-4" su 30" totali dall'operatore alla colonna. La lampada l'ho centrata rispetto ai primi provini che aveva fatto abbassandola di molto, ma il risultato non cambia.
L'accoppiata dei condensatori è giusta sia guardando il manuale che riscontrando quelli consigliati da Silverprint in questa discussione a pagina 2:
ingranditore-durst-lab-1000-t3298.html

[email protected]
La regolazione dei condensatori non l'ho ancora capita, proviamo poi con un fotogramma sotto a vedere che cambia..
controlla il wattaggio della lampada e riscontra sul manuale, poi quando torno controlliamo anche lo specchio.

:)



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst L1000: problemi diffusione luce

Messaggioda Silverprint » 16/11/2012, 15:55

Ecco vedi: ho sbagliato... il thread era di SLV. :)) Lucaaaa dormi tranquillo.

Una perdita di luce tale non può essere dovuta alla testa pendula... cazzarola, ma quanto sarebbe pendula?
C'è qualcosa che non quadra (appunto :)) ) sicuri che sia montato tutto per il verso giusto?
Il Laborator 1000 me lo ricordo bello robusto, ne montai uno nella camera oscura che costruii per una mia vecchia fiamma :x nel lontano 1997, ma me lo ricordo abbastanza bene (vedi te che mi fa ricordare l'amore? Sono malato... :)) )

Ce la fate a mettere un par di fotine?


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
.Leo.
guru
Messaggi: 556
Iscritto il: 23/08/2012, 18:15
Reputation:
Località: Livorno

Re: Durst L1000: problemi diffusione luce

Messaggioda .Leo. » 16/11/2012, 16:19

Diciamo che a stima sarà 0.5° .. visibile ad occhio senza bolla e testa alta. Si muove moolto toccando la testa o muovendola su e giù.
In attesa di foto è montato così:

Immagine

Vista da dietro, base di legno alta 30mm circa con piastra ad L inbullonata di 4-5 mm di spessore. Sulla parte verticale della staffa ci sono due blocchi che fermano la colonna triangolare. Manca questa vite da avvitare da sotto che smorza chiaramente il movimento della piastra e blocca la colonna sul piano, un M6 però è piccola effettivamente..

Troppo ballerina! sarà che sono abituato alla roccia del mio Eurogon, vediamo..



Avatar utente
DanieleLucarelli
guru
Messaggi: 1152
Iscritto il: 12/08/2010, 16:56
Reputation:
Località: Livorno
Contatta:

Re: Durst L1000: problemi diffusione luce

Messaggioda DanieleLucarelli » 19/11/2012, 12:31

Il mio 1000 aveva la base con zampe in metallo sulle quali era appoggiato il piano in legno, siamo sicuri che quel sistema di fissaggio sia originale?

Immagine



Avatar utente
.Leo.
guru
Messaggi: 556
Iscritto il: 23/08/2012, 18:15
Reputation:
Località: Livorno

Re: Durst L1000: problemi diffusione luce

Messaggioda .Leo. » 19/11/2012, 21:06

Grazie della foto..non ne ho la più pallida idea!
Non sò come vendevano, ai tempi, l'L1000.. probabile che non sia originale, però la piastra da un lato è verniciata della stessa vernice della testa, dall'altra è brunita.. se fatta artigianalmente ci si sono messi veramente di impegno a farla male!
Cmq, oggi abbiamo messo la vite mancante e la stabilità è migliorata parecchio, anche se precaria, visto che un M5 (neanche M6) tira la colonna con tutto il peso della testa!
Mettendo la bolla sul piano del portanegativi il tutto rimane sempre fuori!
Lavoreremo nei prossimi giorni spessorando la piastra con della carta di spagna e verificheremo il tutto successivamente facendo altri provini.
Se quello risulta essere il problema faremo una nuova piastra a prova di tutto!

Daniele a quando un caffè? :)





  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti