Durst M670 Trasformatore

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Gabryel76
esperto
Messaggi: 143
Iscritto il: 17/02/2018, 23:14
Reputation:

Durst M670 Trasformatore

Messaggioda Gabryel76 » 31/05/2018, 20:31

Salve,
Sto cercando un trasformatore nuovo per il mio Durst M670, uso una lampada Osram Xenophoto 64627 HLX EFP 12V 100W
Il trasformatore orinale è da 12V 100VA, su ebay ho trovato con caratteristiche similari tutti questi :
https://www.ebay.it/sch/i.html?_from=R40&_trksid=m570.l1313&_nkw=TRASFORMATORE++12V+100VA&_sacat=0
Tra i cui questo https://www.ebay.it/itm/TRASFORMATORE-TOROIDALE-12V-100VA/273040974743?hash=item3f9282a397:g:WRAAAOSwjIVaahFD non mi sembra male visto che ha una uscita di 11,5V che sarebbe meglio per la vita utile della lampada
Qualcuno saprebbe consigliarmi qualcuno?
Grazie mille
Gabriel



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5675
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Durst M670 Trasformatore

Messaggioda -Sandro- » 31/05/2018, 20:57

Quelli sono trasformatori rozzi, non garantiscono linerità e stabilità di tensione.

Io uso questo:

https://www.ebay.it/itm/ALIMENTATORE-TR ... yLaYL0gHbQ

oltre ad essere stabilizzato (cosa importantissima) ha anche la tensione regolabile in uscita, puoi quindi regolarlo ad 11.5V garantendo una maggior vita alla lampada, ma senza troppe illusioni: quelle stesse lampade, che uso anche io, e sarebbero garantite 50 ore, già a 32 ore di lavoro sono inutilizzabili per il notevole degrado nella temperatura di colore.



Avatar utente
Gabryel76
esperto
Messaggi: 143
Iscritto il: 17/02/2018, 23:14
Reputation:

Re: Durst M670 Trasformatore

Messaggioda Gabryel76 » 31/05/2018, 21:58

Grazie Sandro!
Ho uno similare per le striscie Led, meglio che questi vanno bene perché costano poco! ;)
Nel link che mi hai mandato posso scegliere gli ampere, ma solo fino a 50VA, va bene?
Saluti



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4739
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Durst M670 Trasformatore

Messaggioda impressionando » 31/05/2018, 22:36

A me quei robi elettronici non piacciono molto....
...vuoi mettere un bel toroidale con a valle uno stabilizzatore....
Massiccio, eterno e....
..."analogico"

Poi se ti stanchi di stampare lo poi riciclare in un bel finale a valvole.... prova a metterci l'elettronico al posto del toroidale nel finale a valvole e senti cosa esce ;)

PS: mi compiaccio dell'accostamento scaturito ingranditore>finale a valvole... lo trovo degnissimo di nota



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5675
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Durst M670 Trasformatore

Messaggioda -Sandro- » 31/05/2018, 23:17

Ero scettico anche io, e infatti ne ho uno identico di riserva, però non l'ho mai usato, nel frattempo ho consumato quattro lampade, quindi forse è un pelo affidabile :)

Gabryel, tu hai bisogno di 8 ampére per fare 100 watt a 12 volts, quindi se lo prendi da 10 o da 15 sei a posto.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9331
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Durst M670 Trasformatore

Messaggioda chromemax » 01/06/2018, 0:33

Anche nel trasformatore originale Durst dentro c'è solo un avvolgimento (non toroidale) e niente più, inoltre Durst alimenta tutto in corrente alternata; per il 670 non fa differenza ma io con una di quelle scatole cinesi a momenti ci bruciavo la ventola di raffreddamento di un M850 color nuovo. Il TRA-305 si trova a poco ed è quello fatto apposta...



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4519
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Durst M670 Trasformatore

Messaggioda graic » 01/06/2018, 5:38

@
Avatar utente
impressionando
: ma che razza di paragoni fai? Dentro ad un ingranditore c'è una buona vecchia lampada che funziona secondo la legge di Ohm: continua o alternata o con qualsiasi forma d'onda va bene quello che conta è solo il valore efficace. Il vantaggio dell'alimentatore elettronico è la stabilità di quest'ultimo (e la possibilità di piccole regolazioni). Tu parli di stabilizzare a valle, quindi pensi di alimentare in continua esattamente come fa Sandro solo in modo estremamente più costoso complicato e inefficiente. I trasformatori stabilizzati per ingranditori usavano la tecnologia a ferro saturo completamente obsoleta per stabilizzare l'alternata. E poi vuoi alimentare un ampli a valvole con 12V. Insomma ne hai dette un bel po'


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4739
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Durst M670 Trasformatore

Messaggioda impressionando » 01/06/2018, 8:56

@
Avatar utente
graic

io di elettronica ne so quanto di politica...
....mi limitavo ad osservare ciò che ho sempre trovato dentro alle scatole dei trasformatori Durst.

....poi ci sono diversi modi per fare osservazioni....
...il tuo torpiloquio rispecchia sicuramente un umore sinistro spero dovuto ad una giornata sfortunata... spero non a una vita frustrata ;)



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4519
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Durst M670 Trasformatore

Messaggioda graic » 01/06/2018, 9:13

Certamente, forse la cosa dipende dal fatto che l'ultimo ingranditore è stato progettato alcune decadi fa. Allora tutto si alimentava con trasformatori tradizionali, se se ne progettasse uno ora avrebbe sicuramente uno switch mode. E sicuramente sorgente a led. A tale proposito sto progettando una testa a contrasto variabile a led, quando (e se) la finisco la pubblico.


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5675
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Durst M670 Trasformatore

Messaggioda -Sandro- » 01/06/2018, 12:16

Devo dire in tutta onestà che il progetto dei trasformatori durst, specie quello delle macchine di fascia alta (800-1000-1200) è veramente abominevole. Inutili complicazioni ovunque. Le versioni con relé soffrono di sfiammature sui contatti e bruciano i relé, le versioni col triac bruciano il triac. Il sistema che alimenta il ventilatore è farraginoso oltre ogni possibilità di immaginazione (resistenza a filo con sensore termico da caldaia ed interposto amianto), gli introvabili connettori industriali dedicati fanno il resto. Se dovessi mai comprare uno di quegli ingranditori progetterei ex-novo un alimentatore con tutte le funzioni richieste gettando nella spazzatura quei mattoni di ferro in dotazione.





  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti