Durst VLS 501

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Marinaio
esperto
Messaggi: 209
Iscritto il: 10/02/2014, 13:53
Reputation:

Durst VLS 501

Messaggioda Marinaio » 10/04/2014, 18:43

Ho un dubbio sul valore di filtratura neutro con la testa Durst VLS 501; in genere come valore neutro si prende il grado 2, ma in questo caso in corrispondenza del valore 2,5 c'e' la scritta W/L che credo significhi white light.

Mi chiedo 2 cose:
1) se stampo carta a gradazione fissa devo posizionare la filtratura su W/L?
2) con le carte multigrade il grado 2 lo ottengo su W/L o sul valore 2 della scala di gradazione?

Grazie per l'aiuto.


Gian Luca Perris

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst VLS 501

Messaggioda Silverprint » 10/04/2014, 19:07

Ciao!

Questione di lana caprina... :)
La definizione stessa di grado 2 è elastica e non ci sono norme o standard fissi che stabiliscano esattamente il contrasto rispetto ai gradi.
Esiste una misura del contrasto della carta da stampa BN, l'IsoR, ma non c'è standard che dica che i gradi debbano avere un certo preciso IsoR. Come relazione tra IsoR e gradi viene indicata solo una forbice di riferimento che è davvero molto lasca.

In pratica è uso abbastanza comune prendere come grado 2 sulle carte MG l'IsoR che danno in luce bianca. Nel fare la VLS hanno deciso invece di usare un po' di filtro giallo e associarlo al numero 2 della scala, lasciando la luce bianca per il 2,5...
Posso supporre che, vista l'età della macchina, nata in periodo di transizione dall'uso predominante della carta a gradazione fissa a quella a contrasto variabile, abbiano preferito avvicinare un po' l'isoR della loro gradazione 2 a quella delle carte a contrasto fisso che mediamente per il grado 2 avevano un IsoR un po' più alto (erano cioè un pochino più morbide).


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Marinaio
esperto
Messaggi: 209
Iscritto il: 10/02/2014, 13:53
Reputation:

Re: Durst VLS 501

Messaggioda Marinaio » 10/04/2014, 22:13

Grazie Andrea, si imparano sempre un sacco di cose leggendoti!


Gian Luca Perris

Avatar utente
Marinaio
esperto
Messaggi: 209
Iscritto il: 10/02/2014, 13:53
Reputation:

Re: Durst VLS 501

Messaggioda Marinaio » 19/05/2014, 17:55

Ancora una domanda su questa testa.

Sul lato sinistro ha una leva per azionare un filtro di densita' per compensare la perdita di luminosita' che si ha variando la filtratura colorata. Per il momento l'ho sempre lasciato su "automatico", mi chiedo pero' se non sia meglio escludere questo filtro e lavorare con la sola filtratura colorata e soprattutto che impatto puo' avere nelle bruciature variando la filtratura.


Grazie
Gian Luca


Gian Luca Perris

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst VLS 501

Messaggioda Silverprint » 19/05/2014, 18:03

Ciao!!!

Il filtro di densità ha impatto solo sui tempi di esposizione, lasciandolo su auto l'esposizione varia meno al variare del contrasto.
Credo che su auto sia più comoda.

Potresti verificare come sia calibrato e come si comporta rispetto alle carte che usi stampando una scala graduata (transmission step wedge) sui vari contrasti.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Marinaio
esperto
Messaggi: 209
Iscritto il: 10/02/2014, 13:53
Reputation:

Re: Durst VLS 501

Messaggioda Marinaio » 19/05/2014, 18:50

Grazie Andrea!!! Come al solito illumini e risolvi i miei dubbi!!!


:ymhug: :ymhug:


Gian Luca Perris

anonymous1

Re: Durst VLS 501

Messaggioda anonymous1 » 19/05/2014, 20:24

Andrea piccola deviazione sul tema ma non troppa:
Che differenza c'e tra una carta esposta in luce bianca ( quindi dicono che vale 2 ) e con la testa colore impostata per simulare il grado 2 ?


Enrico



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst VLS 501

Messaggioda Silverprint » 19/05/2014, 21:03

La testa colore impostata per simulare grado 2 è luce bianca o filtratura mista (Y+M in determinate proporzioni).

Il contrasto cambia a seconda dell'ingranditore e della filtratura, grado 2 non indica in nessun modo uno specifico Iso Range, cioè un certo preciso contrasto. I gradi sono solo indicazioni di massima.

La filtratura mista ha il vantaggio che l'esposizione per un tono di riferimento (se c'è) cambia meno al variare del contrasto, lo svantaggio è che non è prevista la variazione continua di contrasto che sarebbe il plus di lavorare con una testa colore. Oppure bisognerebbe farsi una tabella e smanettare sempre i due filtri insieme: la tabella naturalmente andrebbe fatta per uno o più specifici toni di riferimento e per ogni carta... che barba! :) Meglio fare una più semplice tabella di variazione dell'esposizione per certi toni di riferimento o, per gli ingranditori che lo hanno, usare il filtro di densità.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti