esposimetri al selenio

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1012
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

esposimetri al selenio

Messaggioda claudio44 » 11/06/2012, 22:50

Capita di avere macchine fotografiche, in genere degli anni 60\70 che sono programmate e regolate dall'esposimentro al selenio; se fossero anche manuali, nessun problema, ma per omaggio alla "modernità" tali macchine funzionavano solo se l'esposimetro era in buone condizioni.. ma questi esposimetri con il tempo non funzionano più, c'è chi dice che è l'azione della luce che li rovina, altri danno la colpa all'ossidazione, e ciò vorrebbe dire che con una buona pulita tutto potrebbe tornare a posto.... come fare?



Advertisement
Avatar utente
Belfagor
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 03/06/2012, 10:46
Reputation:

Re: esposimetri al selenio

Messaggioda Belfagor » 12/06/2012, 16:37

Ma l'esposimetro delle reflex come la mia Miranda non sono al CdS? Io questa macchina l'ho comprata nel 1973 ed è stata la mia prima reflex. Funziona tutto anche il galvanometro con la pila al mercurio di cui ho ancora qualche confezione intonsa.
Il mio Gossen Bisix 2 al Selenio funziona da più di 20 anni e finora ancora egregiamente.
Unica precauzione lo tengo sempre al buio.


Ciao

Enrico



Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1012
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

Re: esposimetri al selenio

Messaggioda claudio44 » 12/06/2012, 23:53

si la miranda ha l'esposimetro cds.. questa degli esposimetri al selenio è effettivamente un mistero, perché anche a distanza di 50 anni ce ne sono alcuni che funzionano, come un vecchio esposimetro della zeiss ikopot che ho ed è degli anni 50, mentre altri.. credo che molto dipenda non solo dalle condizioni ma anche dalla qualità dell'esposimetro, una cosa è certa: tutte le celle degli esposimetri al selenio che ho visto su esposimetri separati o su macchine fotografiche esposti alla luce senza protezione sono tutti andati, quelli che invece sono rimasti chiusi nelle loro brave custodie funzionano; da questa prova empirica credo prorprio che ciò che uccide le cellule di selenio sia l'esposizione costante alla luce



Avatar utente
fzernike
esperto
Messaggi: 256
Iscritto il: 27/03/2012, 10:02
Reputation:
Località: roma

Re: esposimetri al selenio

Messaggioda fzernike » 13/06/2012, 9:22

Entrambi gli esposimetri equipaggiati sulle mie ZI Contax (19656) e Contarex (1964) funzionano egregiamente,ne ho confrontato le letture in diverse condizioni di sensibilità,apertura,tempi di scatto con il Gossen Lunasix III.Sono celle al selenio mai sostituite (questo è ciò che mi hanno detto i venditori).Il selenio si esaurisce col tempo ed è una cosa naturale ma tenendo accuratamente al buio la cella quando non utilizzata ne prolunga la vita,non si scappa.
Ho sentito anche qualcuno che per reiterata mancata reazione dell'ago del galvanometro ha dato per morta la cella chiudendo il corpo nella sua borsa pronto e poi per curiosità dopo diversi mesi l'ha vista resuscitare per così dire... :) è comunque un mistero,almeno in parte


Zeiss Ikon Stuttgart
1948-1971
No substitute

Advertisement
Avatar utente
fzernike
esperto
Messaggi: 256
Iscritto il: 27/03/2012, 10:02
Reputation:
Località: roma

Re: esposimetri al selenio

Messaggioda fzernike » 13/06/2012, 9:23

fzernike ha scritto:Entrambi gli esposimetri equipaggiati sulle mie ZI Contax (19656) e

:D :D :D oppps 1956 eheheh...anche perchè chissà nel 19656 che fine faremo...


Zeiss Ikon Stuttgart
1948-1971
No substitute

Avatar utente
Acutanza Umbra
guru
Messaggi: 443
Iscritto il: 06/06/2011, 17:04
Reputation:

esposimetri al selenio

Messaggioda Acutanza Umbra » 13/06/2012, 15:27

Vorrei aggiungere che anche le cellule fatte con il silicio non sono considerate la panacea di tutti i mali, poichè anche esse hanno dei problemi sopratutto di non linearità alle varie frequenze dello spettro.
Tanto è vero che la Zone VI Studios modificava i PENTAX SPOTMETER (e tanti altri) nella risposta la Blu oltre che in altri piccoli dettagli.
Anni fà qualcuno mise in dubbio questa modifica, appellandola come inutile, dato che era basata sulla risposta che davano gli esposimetri per una accoppiata particolare ovvero Tri-X e HC110 (B). Non saprei. Io la riporto solo a titolo informativo.
Le tre tecnologie quindi, hanno pro e contro ogniuna.
Io credo che se si tara per il proprio procedimento, qualsiasi esposimetro vada bene.
L'importante che risponda linearmente nell'intervallo di range in cui si usa.
:-h



Avatar utente
Acutanza Umbra
guru
Messaggi: 443
Iscritto il: 06/06/2011, 17:04
Reputation:

esposimetri al selenio

Messaggioda Acutanza Umbra » 13/06/2012, 16:14

Concordo e credo pure (naturalmente opinione personale) che difficilmente un esposimetro esterno sia superiore ad esempio al sistema COLOR MATRIX 3D di NIKON. Però, però quest'ultimo è funzionale all'apparecchio in cui è inserito ed allora Noi possiamo un po' abbandonarci ad esso.
Di contro con le macchine che non dispongono di possibilità di misurazioni (e molto più piacevolmente, aggiungerei) è l'uso di un esposimetro esterno magari SPOT che ci permette anche di ragionare in termini di zone (magari in maniera un po' più semplificata del vero "Sist. Zon.").
Rimane il punto estremamente importante per me, di tarare il proprio esposimetro. Citando un maestro della fotografia naturalistica (vi sfido a dirmi chi sia :D ) argomentando sul fatto che aveva tre corpi F3 che per una pellicola 100 Asa li poneva tarati rispettivamente su 80 , 100 e 125 Asa, scriveva a riguardo che era come riempire il serbatoio della propria automobile che riportava ufficialmente 100 litri ma riempendolo, ci si poteva mettere fino a 112 litri, magari lo stesso modello di auto di un'altra persona arrivava a portare 105 litri mentre un altro 98 litri etc. ;)



Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1012
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

Re: esposimetri al selenio

Messaggioda claudio44 » 16/06/2012, 14:08

bene, ma allora con una pulita della cellula dell'esposimetro al selenio, fatta magari da un riparatore, sarebbe possibile ripristinarlo? Lo chiedo perché ieri è venuto un mio amico con una rolleimagic, la macchina è stata sempre chiusa nella sua custodia e quindi con la cellula non esposta alla luce, eppure non va più, e praticamente non è utilizzabile, oppure è utilizzabile solo con un tempo di scatto fisso, che mi sembra anche basso, forse 1\60; sarebbe un peccato tenerla solo come soprammobile :(





  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti