Esposimetri al selenio

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
Aleksej6
guru
Messaggi: 472
Iscritto il: 14/12/2012, 17:09
Reputation:
Località: Ceriale (SV)
Contatta:

Esposimetri al selenio

Messaggioda Aleksej6 » 13/10/2014, 17:05

Buongiorno,

Possiedo una vecchia Ilford Sportsman (senza telemetro) che utilizzo spesso al posto delle compatte per la possibilità di regolazioni manuali. Non so bene se è degli anni '50 o '60, ma mi sono accorto che l'esposimetro al selenio lavora correttamente, confrontandolo con uno esterno. Mi sono un po' stupito, perché so che negli anni questi si esauriscono. In generale, ne avete esperienza? Quanto possono durare? Se tenuti alla luce si scaricano prima?



Advertisement
Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1906
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: Esposimetri al selenio

Messaggioda bafman » 13/10/2014, 18:13

sì, si "consumano" con la luce che assorbono, anche se alcuni costruttori tenevano a specificare di non farsi troppi scrupoli (es. nel manuale d`uso delle Rolleiflex con esposimetro).
va da sè che un esposimetro sempre chiuso in custodia o comunque al buio ha buone probabilità di essere ancora sveglio (l`accuratezza è un altro paio di maniche).



Avatar utente
ooxarr
guru
Messaggi: 324
Iscritto il: 16/02/2013, 21:49
Reputation:

Re: Esposimetri al selenio

Messaggioda ooxarr » 14/10/2014, 18:34

penso che la luce sia uno dei vari fattori che influenzano la durata dell'esposimetro ma non l'unico.
per esempio quello della mia zenit funziona ancora e non penso proprio sia stato trattato con particolari attenzioni. così come funziona un vecchio hanimex economico, mentre un altro sekonic anche lui vecchissimo che era nell'armadio è completamente sballato.



Avatar utente
Maxis
esperto
Messaggi: 178
Iscritto il: 08/06/2013, 16:06
Reputation:
Località: Genova

Re: Esposimetri al selenio

Messaggioda Maxis » 15/10/2014, 9:43

Diciamo che gli interrutori "ON/OFF" di un esposimetro al selenio sono la luce ed il buio, se tenuto alla luce, è come se rimanesse sempre acceso, e di conseguenza si consuma molto ma molto più in fretta, invece se tenuto al buio, è come se si spegnesse, e quindi non si consuma; se tu noti, in molte macchinette dell'epoca (perlopiù Zeiss, Contax, ecc...), puoi notare che davanti alla cella del selenio hanno uno sportellino che si apre e si chiude, e serviva proprio per quello, per "accenderlo e spegnerlo" (e per proteggerlo dalla luce), mentre la maggior parte delle macchinette dell'epoca avevano la cella senza sportellino e quindi esposta alla luce, e questo era uno svantaggio enorme perchè la cella si consumava più in fretta, ma all'epoca i costruttori se ne sbattevano i cosiddetti, forse ignorando il fatto che tra 30/40 anni le celle saranno state da buttare perchè ormai consumate

Comunque mi sorprende che la cella al selenio della tua macchina funzioni ancora, non avendo niente davanti per proteggerla dalla luce, a meno che tu non l'abbia tenuta sempre al buio quando non la usi, allora è ovvio, anche la mia Rolleiflex quando non la uso è sempre dentro la valigia proprio per quello, per preservarne la cella, e la cella è sempre pienamente operativa e precisa, lo stesso per la mia Contessa 35 (ha lo sportellino). :)



Avatar utente
Aleksej6
guru
Messaggi: 472
Iscritto il: 14/12/2012, 17:09
Reputation:
Località: Ceriale (SV)
Contatta:

Re: Esposimetri al selenio

Messaggioda Aleksej6 » 16/10/2014, 10:40

Ops, mi son confuso, la macchina è una Ferrania 3M, modello 3035. L'ho presa usata e funziona correttamente. Non ha lo sportellino, ma la ripongo sempre nella custodia.
Invece ho avuto grossi problemi con una macchina con pile al litio, che mi segnava valori molto sballati, sovraesponendo un rullino di diapositive prima che me ne accorgessi.





  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti