Esposimetro Spot

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9125
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Esposimetro Spot

Messaggioda chromemax » 06/11/2013, 23:21

Il contrasto è riferito al soggetto, non alla pellicola. Gli esposimetri a luce incidente sono fatti per considerare qualsiasi soggetto come se avesse circa 7 stop (in realtà un po' di meno) di differenza tra le parti chiare e quelle scure, che è quello che in genere si considera un contrasto normale. Se invece il soggetto è più contrastato, cioé la differenza tra le parti chiare e quelle scure è più di 7 stop, diciamo 9 stop, la lettura dell'esposimetro consiglierebbe un'esposizione come se ci fossero solo 7 stop e non 9 come sono in realtà e i 2 stop in più sarebbero uno sui toni scuri e un'altro sui toni chiari (l'esposimetro incidente centra sempre la lettura al centro della scala di 7 stop). Le pellicole riescono a regitrare luminosità molto alte (fino a 14-15 stop) in sovraesposizione, ma sono molto meno tolleranti in sottoesposzione (non gli arriva proprio la luce), quindi lo stop in più che avanza in sovraesposizione verrebbe registrato sulla pellicola e con delle mascherature si riuscirebbe a stamparlo, invece lo stop in sottoesposizione porta ad una perdita di dettagli nelle zone d'ombre che sono irrecuperabili. Più il contasto del soggetto è alto e maggiore è la sottoesposizione.
Il processo inverso accade nel caso di soggetti di basso contrasto (inferiore a 7 stop), dove la lettura a luce incidente porta ad una sovraesposizione, ma come è stato detto in questo caso la pellicola regge molto bene.
Con un esposimetro spot invece si ha la possibilità di leggere gli estremi tonali del soggetto (parti chiare e parti scure) e sapere quindi qual'è il contrasto del soggetto stesso prima dello scatto; con questa informazione se il soggetto è normale (7 stop) si sviluppa normalmente, se il soggetto è ad alto contatrasto si riduce lo sviluppo per compensare, se il contrasto del soggetto è basso si aumenta lo sviluppo per compensare.
Questo detto in maniera molto pedestre e rozzamente semplificata. Spero sia più chiaro adesso. :)



Advertisement
Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 787
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Esposimetro Spot

Messaggioda gergio » 06/11/2013, 23:49

Grazie Chromemax, sei stato chiarissimo, hai esposto in maniera esemplare la procedura con cui lavora un esposimetro a luce incidente :) al contrario di me invece che mi sono espresso malissimo :(
Ho "esposto male" il mio contetto :D

isos1977 ha scritto:diciamo che l'esposimetro a luce incidente è più che altro utile per il colore....

perche' e' utile per il colore?
So che il colore ha una capacita' di registrare il contrasto di una scena piu' basso del BN (ma non so quali sono i limiti).
Se i limiti della scena registrabile sono al massimo 7 stop (da -3.5 a +3.5 rispetto al valore centrale fornito dall'esposimetro), allora potrei dedurre che misurando in luce incidente non corro il rischio di sottoesporre.
Ho provato a darmi una risposta scrivendo una cosa che mi e' venuta in mente, ma non sono sicuro che cio' sia vero :)



Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1784
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: Esposimetro Spot

Messaggioda isos1977 » 07/11/2013, 0:02

gergio ha scritto:...e perche'? forse per via del contrasto limitato del colore che limita la sottoesposizione per le ombre? :-?


diciamo che con il colore (e in particolare con le DIA) il processo di esposizione, sviluppo e stampa è un po' meno "creativo".... è più standard... ci sono margini di intervento, ma sono più limitati rispetto al BN e in questo contesto la lettura incidente, che da risultati standard, può essere comoda...

:-h


"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu

Avatar utente
ooxarr
guru
Messaggi: 326
Iscritto il: 16/02/2013, 21:49
Reputation:

Re: Esposimetro Spot

Messaggioda ooxarr » 07/11/2013, 19:54

ok ora è più chiaro, solitamente io come contrasto penso al risultato finale ottenuto sulla pellicola sviluppata, comunque il succo è quello.
ma veramente ci sono pellicole con latitudini di 14 stop?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Esposimetro Spot

Messaggioda Silverprint » 07/11/2013, 20:10

ooxarr ha scritto:...ma veramente ci sono pellicole con latitudini di 14 stop?

14 stop di differenza di luminosità sono abbastanza facilmente registrabili dai negativi, e con molte pellicole si può andare oltre... il problema è però stamparle! Il limite infatti non è della pellicola quanto della carta. Rimane il fatto che se una pellicola continua a registrare anche a livelli di esposizione molto molto alti è potenzialmente possibile (magari con qualche acrobazia) anche metterli su carta.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9125
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Esposimetro Spot

Messaggioda chromemax » 07/11/2013, 23:07

ooxarr ha scritto:ma veramente ci sono pellicole con latitudini di 14 stop?

Un'immagine vale più di mille parole :)
http://blog.analogica.it/analogica-it/2013/03/sensitometria-in-10-capitoli-capitolo-7/, seconda metà dell'articolo. Si deduce anche quello che ha scritto Andrea riguardo alla stampa



Avatar utente
ooxarr
guru
Messaggi: 326
Iscritto il: 16/02/2013, 21:49
Reputation:

Re: Esposimetro Spot

Messaggioda ooxarr » 08/11/2013, 19:27

interessante, certo che i dettagli si potessero recuperare con mascherature e doppie esposizioni l'ho capito. solo mi sembravano troppi i 14 stop. sarebbe interessante provare le dia bn a sto punto.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Esposimetro Spot

Messaggioda Silverprint » 08/11/2013, 19:39

Ni... provare le Dia BN è interessante, molto anche, ma a prescindere dalla LDP.
Nel processo di inversione è necessario portare il primo sviluppo molto a fondo e questo riduce in maniera abbastanza consistente la LDP.

Sul processo di inversione c'è un bellissimo articolo del nostro Sandro sul Blog.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1875
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: Esposimetro Spot

Messaggioda NikMik » 08/11/2013, 21:53

Silverprint ha scritto:Ni... provare le Dia BN è interessante, molto anche.


E infatti a me interesserebbe molto... qual è il modo più consigliabile di farlo ? (con quale pellicola, e sviluppandola come, o da chi?)...



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Esposimetro Spot

Messaggioda Silverprint » 08/11/2013, 22:55

Silverprint ha scritto:Sul processo di inversione c'è un bellissimo articolo del nostro Sandro sul Blog.


È troppo difficile mettere il puntatore del mouse sulla scritta "blog" che appare nel footer (quella striscia nera in basso) e quando si apre la finestrella clickare su "blog"? :D :p


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite