Esposizione pellicole a colori

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 905
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Esposizione pellicole a colori

Messaggioda Ri.Co. » 07/03/2016, 16:58

Ciao, facendo acquisti online di rullini b/n mi vedo comparire delle portra e..mi viene voglia di prenderne qualcuno e fare anche qualche foto a colori in analogico...
a parte che non sono attrezzato e non saprei NULLA dello sviluppo a colori/stampa...
mi accontenterei di sapere una cosa sola dopo le letture delle sezioni b/n di questo forum:

-ma per l'esposizione e la sensibilità delle pellicole a colori vale lo stesso discorso della sensibilità effettiva, esposizione per le ombre e sviluppo per le luci fatto per il b/n ??
oppure no?

scusate la domanda forse un po' scema, ma il dubbio mi è venuto :)
grazie



Advertisement
Avatar utente
lucsax
guru
Messaggi: 310
Iscritto il: 09/02/2016, 9:49
Reputation:

Re: Esposizione pellicole a colori

Messaggioda lucsax » 07/03/2016, 20:56

Di base mi unisco alla domanda.
Da parte mia direi che lo sviluppo per le luci non si può fare perché il c41 è un processo altamente standardizzato. Deviazioni dal processo standard dovrebbero causare un disallineamento dei colori tra luci alte e ombre (particolarmente problematico se poi, come me, si stampa in camera oscura).
Per l'esposizione cerco di esporre tenendo in considerazione le parti più scure in cui voglio avere ancora dettaglio, confidando nella latitudine di posa della pellicola per le zone più chiare.
Considerando che il contrasto non può essere variato neanche in stampa, mi rendo conto che con il tempo (e dopo diverse musate e imprecazioni nel tempo passato a vedere tamburi jobo ruotare) tendo ed evitare di scattare in presenza di contrasti troppo alti...... e qui nasce il motivo per il quale mi unisco alla domanda :-)


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk



Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 905
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: Esposizione pellicole a colori

Messaggioda Ri.Co. » 08/03/2016, 12:37

Beh già dalla tua risposta, mi pare chiaro che almeno la parte su esposizione / sviluppo non sia equiparabile al b/n.
Mi piacerebbe capire solo come considerare la sensibilità della pellicola a questo punto.
Speriamo che qualche esperto in materia ci illumini :)



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Esposizione pellicole a colori

Messaggioda Silverprint » 08/03/2016, 13:01

Vale il solito discorso, sia per la S.E, sia per il contrasto.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9121
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Esposizione pellicole a colori

Messaggioda chromemax » 08/03/2016, 16:31

Non ho mai fatto dei test specifici sulle pellicole negative colore sulla sensibilità effettiva che comunque viene sempre presa sul piede della pellicola. Personalmente utilizzo la sensibilità di marca e mi sono sempre trovato bene (sviluppo e stampo da me il colore).
Per quanto riguarda il contrasto, è possibile variare il tempo di sviluppo anche col C-41 per usare il sistema zonale (Adams lo ha fatto), anche se con margini molto più ristretti rispetto al BN. C'è da dire che le pellicole a colori sono in grado di registrare valori molto alti di esposizione e quindi di gestire contrasti della scena alti senza necessità di variare lo sviluppo; ci sarà poi un gran lavoro di mascheratura e bruciatura in stampa per far rientrare la grande gamma dinamica della pellicola nella ristretta dinamica della carta.





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite