Foma Variant e Kentmere Fineprint

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Luca Ghedini
guru
Messaggi: 632
Iscritto il: 02/02/2012, 15:26
Reputation:

Foma Variant e Kentmere Fineprint

Messaggioda Luca Ghedini » 30/03/2013, 9:26

l'altro giorno ho ricevuto in regali i negativi scattati da un amico professionista quasi 20 anni fa, in occasione di un ritratto che fece a mia figlia, all'epoca di poco più di un anno e, colmo di gioia, li ho stampati.
Si trattava di scatti su tmax 100, fatti in studio con Hasselblad 150 e due bowens con diffusore e ombrello.
Così a occhio negativi molto ricchi e pieni.
Con il modular 70 con testa vario ho stampato, sviluppando in Eukobrom, prima una piccola serie di 18x24 su Foma variant, trovandomi ad utilizzare il filtro 3,5 ma riguardandole dire che anche il 4 non guasterebbe; ho poi stampato due 30x40 delle due migliori su Kentmere fineprint: filtro 2.5 e sono pienamente soddisfacenti, tanto che sono già montate nei pass, incorniciate e appese...
La kent l'avevo usata molto in passato, quando non era ancora passata alla Harmann, così come non avevo mai usato, in tempi remoti, la Foma.
Tra le carte che ho usato un tempo, però, non ricordo differenze di contrasto così rilevanti, pur avendo usato, in abbondanza, Oriental, Ilford e Agfa...
Sono perplesso...

Ciao e buona Pasqua a tutti.


Luca Ghedini - Bologna (San Lazzaro di Savena)

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Foma Variant e Kentmere Fineprint

Messaggioda Silverprint » 30/03/2013, 10:51

Ciao Luca!

Ci possono essere... non è strano.

È


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Foma Variant e Kentmere Fineprint

Messaggioda impressionando » 30/03/2013, 14:09

La Fineprint vecchia era molto diversa dall'attuale. Aveva neri superficiali e una normale estensione tonale. Il contrasto era vivace ma nella norma.
La Fineprint nuova è una carta nervosa che prende i filtri a salti. Per scrivere le luci devi abbassare parecchio la gradazione ma nel contempo ingrigisci tutto. I neri sono scoppiettanti un po' come la vecchia Bromide. Forse l'intento era proprio farla assomigliare alla Bromide ma l'operazione non è stata felice. La Bromide è ben più lineare.... le luci le scrivi e le ombre tengono. Chi ha visto "La neve" di Daniele sa. La stessa cartolina con la Fineprint sarebbe stata più difficoltosa.
Poi magari se riesci a trovare il rivelatore giusto addomestichi pure la Fineprint ma un confronto diretto la fa uscire una carta difficile.



Avatar utente
Luca Ghedini
guru
Messaggi: 632
Iscritto il: 02/02/2012, 15:26
Reputation:

Re: Foma Variant e Kentmere Fineprint

Messaggioda Luca Ghedini » 30/03/2013, 16:32

Questa è una foto (orrida fatta con il telefono), di una delle due stampe:

Immagine


Luca Ghedini - Bologna (San Lazzaro di Savena)

Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Foma Variant e Kentmere Fineprint

Messaggioda impressionando » 30/03/2013, 20:50

Molto bella

Pure io sono riuscito ad avere i negativi del mio matrimonio. E' stata una grande emozione stamparli





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti