FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
maxnumero1
guru
Messaggi: 1177
Iscritto il: 13/01/2011, 12:50
Reputation:
Località: Parma

FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Messaggioda maxnumero1 » 25/07/2013, 12:37

mai usata questa pellicola,se non sbaglio và anch'essa montata su telaietti e proiettata
qualsiasi laboratorio è in grado di svilupparla?come pellicola è"bella"?



Advertisement
anonymous1

Re: FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Messaggioda anonymous1 » 25/07/2013, 13:12

Ciao Max
Pare che l'unico a svilupparla sia l'agenzia luce di trieste.
Sul loro sito trovi tutte le informazoni.

Mai viste diapositive in bianco e nero spero di vederle il prima possibile.


Enrico



Avatar utente
Esaurito
esperto
Messaggi: 175
Iscritto il: 20/03/2013, 21:26
Reputation:
Località: Caltanissetta/Palermo

Re: FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Messaggioda Esaurito » 25/07/2013, 13:33

la r100 ha un suo kit di sviluppo e dubito che un laboratorio la possa sviluppare.
Se ti interessano le dia bn puoi provare delle normali bn negative, basta che abbiano il supporto trasparente, sviluppandole tramite un processo come quello descritto da Sandro sul blog http://blog.analogica.it/analogica-it/2013/07/diapositive-in-bianco-e-nero/, o affidandoti ad un laboratorio specializzato come l'agenzia luce



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5717
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Messaggioda -Sandro- » 25/07/2013, 14:07

La R100 si sviluppa come qualsiasi altra pellicola. Il suo bagno di inversione è calibrato sulle caratteristiche della pellicola, ma non è nulla più di quello che si può ottenere direttamente col processo ghedina. Il nostro iscritto silverinversion, con cui sono in costante contatto per scambio di esperienze, usa appunto le foma senza particolari problemi.
L'agenzia luce è forse il miglior laboratorio specializzato nell'inversione, e giustamente paghi la loro esperienza e professionalità, ma avendo voglia di farlo garantisco che la spesa necessaria per invertire una pellicola ammonta a pochi centesimi per ogni rullo.



Advertisement
Avatar utente
andreab
esperto
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/09/2012, 22:23
Reputation:

Re: FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Messaggioda andreab » 25/07/2013, 14:59

credo che non si dica mai abbastanza quanto è pericoloso il bicromato di potassio utilizzato per la sbianca (tossico, cancerogeno, mutageno...). D'altra parte le diapostive bn sono bellissime (trovavo bellissime anche quelle fatte con pellicole il cui supporto non è trasparente: in proiezione l'occhio si adatta di buon grado...)



Avatar utente
fanfi56
fotografo
Messaggi: 55
Iscritto il: 14/05/2013, 12:56
Reputation:

Re: FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Messaggioda fanfi56 » 25/07/2013, 15:32

Potassio Bicromato

Tossicità acuta
DL50 Orale - ratto - 25 mg/kg
Osservazioni: Organi di senso: vista: altro Comportamento: sonnolenza (attività depressiva generica)
Comportamento: atassia
CL50 Inalazione - ratto - femmina - 4 h - 29 mg/m3
DL50 Dermico - su coniglio - 14 mg/kg
Osservazioni: Polmoni, torace o respirazione: edema polmonare acuto Diarrea Il contatto prolungato con la
pelle può causare irritazione e/o dermatiti.


come si evince dalla tabella riportata una persona per avere effetti veramente tossici dovrebbe prenderne almeno 2-3 grammi
Cioè sarebbe un suicidio non un'incidente occasionale
va altresì ricordato che queste tabelle ( estratta dalla scheda di sicurezza del Potassio Bicromato ) sono valide per operatori che sono costantemente in contatto con questo materiale, per l'uso occasionale basta avere molta accortezza , Guanti e mascherina di protezione e lavorare in ambiente possibilmente con aspiratore se si tratta direttamente il prodotto in polvere. Se viene utilizzata la soluzione già pronta consideriamo che di prodotto ne è disciolto circa 10 gr / lt , è più pericoloso il contatto di questa soluzione in quanto altamente acida per la presenza di Acido Solforico.
Esistono in commercio molti altri prodotti + pericolosi che vengono venduti regolarmente nei centri commerciali



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5717
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Messaggioda -Sandro- » 25/07/2013, 16:15

fanfi56 ha scritto:Esistono in commercio molti altri prodotti + pericolosi che vengono venduti regolarmente nei centri commerciali



Basta mischiare inavvertitamente l'draulico liquido (acido solforico) con candeggina (ipoclorito di sodio) perché si sviluppi una quantità di cloro gassoso sufficiente a finire all'ospedale con i bronchi fortemente irritati.



Avatar utente
fanfi56
fotografo
Messaggi: 55
Iscritto il: 14/05/2013, 12:56
Reputation:

Re: FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Messaggioda fanfi56 » 25/07/2013, 16:29

Non lo volevo segnalare, qualche stupido potrebbe farne uso dell'informazione e provarci



Avatar utente
andreab
esperto
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/09/2012, 22:23
Reputation:

Re: FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Messaggioda andreab » 25/07/2013, 17:33

temo che la tossicità cui fa riferimento la tabella di fanfi nulla abbia a che vedere con la natura cancerogena e mutagena del bicromato. Poi, certo, anche un mattone, ancorché di materiale piuttosto inerte, può fare molto male...



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9416
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: FOMAPAN diapositiva bianco e nero R100

Messaggioda chromemax » 25/07/2013, 17:49

Stiamo andando OT; del bicromato si è già parlato, certo bisognerebbe sentire il parere di qualche esperto (qualche inteso come più di uno). Per quanto ne so, ma sono un ignorantone in materia, il bicromato è classificato come sicuramente cancerogeno, come l'amianto ma anche come le lampade abbronzanti; ora se di fronte ad un pezzo di amianto ho visto gente in preda a crisi isteriche da ricovero, ho anche visto gente entrare ed uscire nella più completa serenità e soddisfazione dai centri abbronzanti, nonostante la potenziale pericolosità delle due cose fosse la medesima. Evidentemente quello che cambia è le percezione del pericolo, forse un po' eccessiva nel primo caso sicuramente sottovalutato nel secondo.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti