foto notturne su diapositiva

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
emag
guru
Messaggi: 301
Iscritto il: 15/12/2017, 21:10
Reputation:
Località: Busto Arsizio

foto notturne su diapositiva

Messaggioda emag » 04/09/2018, 16:48

ciao! vorrei fare dei notturni nel centro storico di un paese, utilizzando un rullo di provia 100f per via del poco difetto di reciprocità. posso esporre seguendo la stessa procedura per il bianco nero spiegata da silverprint? oppure, se è meglio fare diversamente, mi spieghereste per favore come? so che la diapositiva ha poca latitudine di posa, perciò non mi aspetto di ritrovare dettaglio nelle zone più luminose..

in realtà, tempo fa ci avevo già provato, con la stessa pellicola. purtroppo mi ero scordato l'esposimetro a 64 iso e i fotogrammi erano risultati molto sovraesposti, non sono riuscito a capire se solamente per l'errore di settaggio dell'esposimetro o anche per altri motivi.



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11523
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: foto notturne su diapositiva

Messaggioda Silverprint » 04/09/2018, 17:36

No, non puoi fare come per il BN.
Con le dia se metti le parti più chiare tra +6 e +8 verrebbero totalmente bianche.

Considera una gamma dinamica totale di circa 10 stop, coi toni più chiari con dettaglio intorno a +2,5.
"Circa e intorno" perché cambia un po' da pellicola a pellicola e col trattamento.

Comunque, fossi in te farei dei test in sottosviluppo facendoli trattare da uno bravo come il nostro Sandro.
Con alcune dia si riesce ad estendere parecchio la gamma dinamica senza perdere troppo in saturazione e densità e con color shifts minimi e correggibili.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9047
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: foto notturne su diapositiva

Messaggioda chromemax » 04/09/2018, 18:46

Giustamente con le invertibili bisogna ragionare al contrario, le "ombre" delle dia sono le luci e sono altrettanto sensibili all'esposizione come le ombre del negativo, anzi di più perché le dia hanno un gradiente alto.

curva_provia_100.png
Nota:curva ricalcata in grafica vettoriale dal pdf del datasheet Fuji


Personalmente sono meno ottimista di Andrea, il range utile è di 6 stop, ma con le dia esso dipende moltissimo anche dalla potenza della lampada del proiettore che può far recuperare un bel po' di dinamica sulle ombre (la linea rosa in alto si può spostare ancora più su dato che il dettaglio registrato nella spalla può essere "bucato" dalla lampada del proiettore e mostrare dettagli).
Come ti ha suggerito Andrea è meglio leggere le luci dove si vuole dettaglio e aprire di 2,5 stop rispetto alla lettura dell'esposimetro, da qui tutto ciò che è sotto i 6 stop va a nero, a meno di manovre in sviluppo, che in ogni caso non riescono ad essere così flessibili come quelle per il bianco e nero, ma che un aiutino lo possono dare.
Personalmente io nei notturni faccio anche parecchio bracketing, con le dia a salti di 0,5 stop, e nonostante tutte le limitazioni i notturni proiettati sono proprio belli da vedere :)



Avatar utente
emag
guru
Messaggi: 301
Iscritto il: 15/12/2017, 21:10
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Re: foto notturne su diapositiva

Messaggioda emag » 05/09/2018, 10:17

sapevo che con le diapositive bisognava stare più attenti, ma non che fosse necessario ragionare in maniera opposta rispetto al bn. vi ringrazio, terrò bene a mente i vostri preziosi consigli, e li adopererò nelle prossime uscite serali! :)



Advertisement
Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1864
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: foto notturne su diapositiva

Messaggioda NikMik » 05/09/2018, 10:34

E col negativo colore? Sto facendo notturni a colori. Sto esponendo piazzando il grigio medio come mi parrebbe giusto, controllo che le alte luci con dettaglio non siano oltre la zona viii.
Dovrei invece fare come in bn ? Ma con lo sviluppo c'è margine di sottosviluppo?



Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 641
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: foto notturne su diapositiva

Messaggioda kiodo » 05/09/2018, 11:43

emag ha scritto:sapevo che con le diapositive bisognava stare più attenti, ma non che fosse necessario ragionare in maniera opposta rispetto al bn. vi ringrazio, terrò bene a mente i vostri preziosi consigli, e li adopererò nelle prossime uscite serali! :)

non è che si deve ragionare all'inverso: il principio è sempre quello. Ciò che cambia è il "lato" da cui sforare porta a disastri peggiori: col negativo devi stare attento a non sottoesporre, perchè tutto ciò che starà sotto alla soglia di sensibilità non verrà registrato, mentre con la diapositiva è più critico il lato "alto" dell'esposizione, dove tutto ciò che starà al di sopra della zona VIII verrà riprodotto con la trasparenza completa del supporto pellicola. Ci si rende la vita più facile comprendendo il concetto di "zone", mutuato dal sistema zonale, e applicandolo alla lettura delle curve caratteristiche delle pellicole, e poi, naturalmente, alla misura dell'esposizione. Resta poi il fatto che le pellicole diapositive devono essere pronte alla proiezione subito dopo lo sviluppo, avendo già un contrasto brillante, mentre i negativi passano attraverso un'ulteriore fase di controllo del contrasto (la stampa), e sono quindi fabbricati con un contrasto molto più morbido, che permette di registrare luminosità in una dinamica più ampia, incassando quindi errori di esposizione, a volte senza che chi ha scattato nemmeno se ne accorga.





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti