FP4+ in HC110

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
elettrico
fotografo
Messaggi: 75
Iscritto il: 28/11/2013, 13:44
Reputation:

FP4+ in HC110

Messaggioda elettrico » 05/11/2017, 15:46

Ciao a tutti.
Quella del titolo è una delle mie combinazioni più comuni.
La FP4+ è una delle pellicole che utilizzo più spesso e l’ho sempre utilizzata alla sua sensibilità nominale di 125asa.
Lo sviluppo che utilizzo prevalentemente è il classico HC110 in diluizione B (1+31).

A questo punto la mia domanda:
Che tempi di sviluppo è bene tenere?

Detto così sembra che non abbia mai utilizzato questa combinazione ma almeno una 20ina di rulli li ho sviluppati così.
Attenendomi al bugiardino della FP4+ il tempo sarebbe di 9’ a 20°.
Vedo però che per molti questo tempo rende il negativo troppo denso a causa del sovrasvilippo.
Per quella che è l’amore mia (limitata) esperienza anche in stampa, non ho mai riscontrato criticità.

Ora: ho trovato anche qua diverse discussioni, su FB mi sono imbattuto diverse volte sullo stesso argomento, ma alla fine sembra che ognuno legga dal suo libro.

Dico: sono io che sono talmente limitato da non accorgermi di macroscopici errori oppure sono solo pippe mentali?



Advertisement
Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 544
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: FP4+ in HC110

Messaggioda Ri.Co. » 05/11/2017, 16:18

E' difficile risponderti così, senza nemmeno vedere un negativo come esempio.
Io ricordo una Fp4+ esposta a 80 iso per le ombre sviluppata per 8 min alla Dil E (1+47), un discreto cesso da stampare, troppo densa.
Ora, quando la espongo un po' a sentimento (se 35 mm), diciamo una base su grigio medio + 2 stop (salvo valutazioni singole da caso a caso) la sto sviluppando alla Dil H (1+63) per 7.30 - 8.30 min.
Come vedi è molto lontano dai tuoi tempi di riferimento e non significa che sia giusto per te...solo per darti un riscontro. Dovresti provare qualche combinazione diversa, ma cercando di standardizzare il più possibile l'esposizione come parametro iniziale.
ciao



Avatar utente
elettrico
fotografo
Messaggi: 75
Iscritto il: 28/11/2013, 13:44
Reputation:

Re: FP4+ in HC110

Messaggioda elettrico » 05/11/2017, 20:00

Si, certo.
Alla fine se non sapete come ho esposto è difficile dare un termine di paragone.
Diciamo che la solita scena ripresa con Acros 100 esposta è sviluppata sempre da tabella ai valori nominali, ho riscontrato una maggiore trattabilita del negativo.
Mi spiego meglio non conoscendo bene i termini tecnici: mi sembrano meno contrastati.

Essendo un supporto diverso, chiaramente non è paragonabile.
Però, mi si sono drizzate un po’ le antenne...

Boh.
Quando vado in camera oscura mi sa che ne saprò di più....!



Avatar utente
Rodinalforever
fotografo
Messaggi: 88
Iscritto il: 24/04/2014, 0:04
Reputation:
Località: Bologna

Re: FP4+ in HC110

Messaggioda Rodinalforever » 05/11/2017, 22:20

Da diversi anni utilizzo con soddisfazione la FP4 (e' l'unica pellicola che uso insieme allaTRI-X) in HC-110 1+49 per 9 minuti; impostando come sensibilita' sull'esposimetro 64 ISO.
Questa combinazione e' suggerita da Jason Brunner, fotografo e stampatore fine-art americano che per l'HC110 applica la diluizione 1+49 su diverse pellicole.
Funziona bene anche la dil H (1+62) per 12 minuti; sostanzialmente equivalente alla precedente che ha una concentrazione maggiore ed un tempo di sviluppo piu' corto.
Per quanto riguarda la classica diluizione B (1+31), non mi ha mai dato soddisfazioni con la FP4 con i tempi indicati da Ilford (9 minuti); mi e' riuscita meglio tagliando il tempo di sviluppo sui 5-6 minuti.



Avatar utente
Tomash
guru
Messaggi: 354
Iscritto il: 21/04/2010, 22:02
Reputation:
Località: Bologna

Re: FP4+ in HC110

Messaggioda Tomash » 05/11/2017, 23:32

La prima pellicola che sviluppati con l'HC110 fu proprio una FP4+ in diluizione B per 9' a 20°.
Non mi piacque per niente, non era densa come per un sovrasviluppo, ma aveva dei toni assolutamente incoerenti, le stampe sembravano uscite da un ciclostile e non c'era verso di migliorarle abbassando il contrasto al punto di essermi pentito di aver speso 40€ in un flacone di HC110.
Poi con altre pellicole e usando tempi nell'ordine dei 5-6' per la diluizione B mi son ricreduto ed ora è uno dei miei rivelatori preferiti.
Tornando alla FP4, ho provato ha sviluppare per 6' in diluizione B e i risultati sono stati molto più coerenti.
Io sono tra quelli che pensano che 9' sia un errore, dovuto al non aumento della densità che ha probabilmente tratto in inganno i tester.


Immagine

Avatar utente
elettrico
fotografo
Messaggi: 75
Iscritto il: 28/11/2013, 13:44
Reputation:

Re: FP4+ in HC110

Messaggioda elettrico » 06/11/2017, 9:23

non ho grossi termini di paragone.
considerate che stampo da poco più di un anno e non solo FP4+, anzi... alla fine si è rivelata una delle pellicole che ho stampato di meno.
solo per un certo caso, eh... mica per ragioni specifiche.

aggiungeteci anche che non sono molto pratico nella lettura del negativo (ho cominciato da poco ad approfondire la faccenda) ed il gioco è fatto.

a questo punto non mi resta che fare delle prove.
molto probabilmente il prossimo rullo di fp4+ verrà sacrificato per valutare eventuali differenze di sviluppo.

approfondendo un po' vedo che molti ritengono i 9' (sempre esposti a 125asa e sviluppato a 20°) eccessivi.

vi ringrazio per i passaggi.



Avatar utente
Walter
guru
Messaggi: 325
Iscritto il: 11/04/2010, 10:06
Reputation:
Località: Firenze

Re: FP4+ in HC110

Messaggioda Walter » 06/11/2017, 18:07

Jury a seguito della discussione su FB ho provato a sviluppare un rullo di quelli scattati insieme per 7min 1+31 e mi sembra decisamente migliore dei 9min che sulle prime non mi sembravano brutti. La condizione di luce la conosci. Forse sara' il caso di provare un 1+47 per 10min e vedere come esce.


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite