Gestione Sistema Zonale

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Gestione Sistema Zonale

Messaggioda Silverprint » 25/06/2012, 0:22

paolob74 ha scritto:
Sarebbe a dire? Prima ci hai dato solo i diaframmi... ergo non possiamo sapere "quanto" hai esposto.

Ma si che ho dato i tempi, tutte le misure sono 1/2...

Ah... pensavo fosse il mezzo diaframma! :wall: =)) =)) ogni tanto so' testone!

Ma i conti non tornano (se la luce non è cambiata), cioè tornano, ma con le parti scure messe in Zona III e Zona II e non in zona III e IV, infatti 1/2 @ f:8 = 16" @ f:45 (ok), ma 1/2 @ f:5.6 = 32" @ f:45 quindi a 8" sei sotto di 2 stop e le ombre sono in zona II. Passi la zona III che è canonico, ma la zona II mi pare bassina.
Quindi prova la prima lastra (quella con maggior esposizione) con N e vedi un po'. Casomai quella con le ombre in zona II sarebbe da vederla N+1.

paolob74 ha scritto:
f:45... urca, rischioso (diffrazione).

Spiegati, che è 'sta novità? =))
Se c'è sull'obiettivo... Lo uso... No?


Ni... lo usi se proprio devi, le prestazioni non saranno ottimali. Dipende dall'ottica, ma se hai usato il 90 a f:45 è tanto chiuso.

paolob74 ha scritto:
In un caso come questo Schempflug non può molto.

Ma allora quando la applico?
Vedi che non ho capito....

:)) Te lo faccio vedere il prossimo w.e., viaggerò pesante ;) .


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
nepalese
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 03/02/2012, 15:38
Reputation:

Re: Gestione Sistema Zonale

Messaggioda nepalese » 25/06/2012, 1:01

Silverprint ha scritto:
In alternativa, con N-1 si può esporre a 5.6 1/2 (sempre usando una coppia equivalente)

4 1/2 - zona IV - Può essere una buona idea se le zone di luminosità simile sono estese e le si voglia dare un micro-contrasto alto (cioè esporre lontano dal piede).
5.6 1/2 - zona V
8 1/2 -zona VI
11 1/2 - zona VII - con sviluppo N-1 scende a zona VI e un anticchia
32 1/2 - Zona X - con sviluppo N-1 va circa a VIII 1/2, gestibilissima.


Io in questa occasione avrei scttato a 5.6 1/2, ma poi avrei fatto un N-2 proprio per portare la zona X dell'acqua in zona VIII. Leggo però che con N-1 arriverebbe a VIII e mezzo...perchè? Non dovrebbe cadere sulla zona IX?

Ciao, Ale



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Gestione Sistema Zonale

Messaggioda Silverprint » 25/06/2012, 1:32

Ciao Ale! :)

nepalese ha scritto:Io in questa occasione avrei scttato a 5.6 1/2, ma poi avrei fatto un N-2 proprio per portare la zona X dell'acqua in zona VIII. Leggo però che con N-1 arriverebbe a VIII e mezzo...perchè? Non dovrebbe cadere sulla zona IX?


Eh... eh :-\

N-1 porta la IX in VIII
N-2 porta la X in VIII
Ma facendo uno sviluppo N-1 cosa succede alla zona X?

Più la pellicola riceve luce più è sensibile alla variazione dello sviluppo, una variazione che sposti la zona IX in VIII produce sulle zone superiori uno spostamento maggiore di una zona, quindi la IX scende in VIII, ma la X scende più in basso della IX, etc. finendo a VIII e 1/2 circa°, o la XI verso IX e un pezzetino, etc. Allo stesso modo la VIII non scende in VII, ma rimane un po' più alta e la VI non va in V, ma si sposterà appena...
Sul "negativo" di AA c'è anche una illustrazione apposita, questa: http://www.jdainis.com/zone103.JPG

° - quanto in più scendano precisamente dipende sia dall'accoppiata pellicola/rivelatore quindi dalla curva caratteristica, sia dalla densità ottimale della zona VIII in una determinata catena (se più densa i cambiamenti saranno maggiori perché tutta la curva è più pendente, etc.).

L'equivoco potrebbe nascere anche solo essere una questione di nomenclatura... gli N+, N- sono riferiti a quel che serve per portare in zona VIII, non agli spostamenti di una zona alta qualsiasi. C'è comunque da dire che ogni tanto perfino AA non usa la sua nomenclatura come ci si aspetterebbe... :ymdevil:


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
nepalese
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 03/02/2012, 15:38
Reputation:

Re: Gestione Sistema Zonale

Messaggioda nepalese » 25/06/2012, 10:59

Wow!!! Chiarissimo Andrea!!! Quindi con pellicole come la Across che hanno una curva delle alte luci piuttosto lineare e con sviluppi non compensatori, un N-1 puó essere considerato lo sviluppo ideale in scene con estensione massima delle alte luci in zona X; questo, al contrario dell' N-2, in questi casi garantirebbe una maggior sfumatura di tono nei bianchi.



Grazie mille Andrea ^:)^

Ale :-bd



Advertisement
Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Gestione Sistema Zonale

Messaggioda paolob74 » 25/06/2012, 11:27

Ni... lo usi se proprio devi, le prestazioni non saranno ottimali. Dipende dall'ottica, ma se hai usato il 90 a f:45 è tanto chiuso.


L'obiettivo in questione è Nikkor 90 f4,5 / f64

Pensavo che questi obiettivi avevano diaframmi molto chiusi per meglio gestire basculaggi, decentramenti e PDC...

Dovrei cercare in rete i test dell'ottica ma non sono poi sicuro di capirli... =))

Quindi normalmente dove cerco il diaframma ottimale? f16-f22?

Mi sa che stiamo OT, roba da grande formato.

Tornando al discorso esposizione....

Io avevo pensato di esporre le ombre in III e fare N-2 per portare l'acqua in zona 8.... Diciamo per mantenere dettaglio nel movimento dell'acqua...

Non è facile misurare l'acqua che scorre ma il ragionamento è sbagliato?

Mi spiegherai poi quell'effetto notte che dicevi in N-3 con pellicole a luci bloccate

Questa notte ho sviluppato il primo negativo...

F45 a 8 secondi è leggermente sottosviluppata, qualche piccolo dettaglio completamente mancante, le alte luci sono buone tranne forse qualche piccola macchia molto alta... Ho sviluppato a 5,5 min...

Come tratto l'altra lastra? Considerando che è esposta al doppio dovrei trovare dettaglio nelle zone vuote... Mantengo il tempo di sviluppo a 5,5? O faccio meno?

Gran figata il GF.... :x :x



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9336
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Gestione Sistema Zonale

Messaggioda chromemax » 25/06/2012, 11:52

Quindi con pellicole come la Across che hanno una curva delle alte luci piuttosto lineare e con sviluppi non compensatori, un N-1 puó essere considerato lo sviluppo ideale in scene con estensione massima delle alte luci in zona X; questo, al contrario dell' N-2, in questi casi garantirebbe una maggior sfumatura di tono nei bianchi.

... che poi devono essere "infilati" nella scala della carta da stampa con delle bruciature, ma anche di mantenere una buona brillantezza dei toni medi che altrimenti scivolerebbero un po' troppo in basso. Il problema degli sviluppi "enne-meno tanto" è che non solo diminuiscono il contrasto generale ma abbattono anche il contrasto locale, col risultato che si sottosviluppa per mantenere le alteluciluci (nel range della carta) ma poi si deve usare in stampa una gradazione più alta per avere una buona brillantezza dei toni medi e le alteluci "riscappano" via. Insomma un po' una rogna :)



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Gestione Sistema Zonale

Messaggioda Silverprint » 25/06/2012, 11:58

paolob74 ha scritto:Io avevo pensato di esporre le ombre in III e fare N-2 per portare l'acqua in zona 8.... Diciamo per mantenere dettaglio nel movimento dell'acqua...
Non è facile misurare l'acqua che scorre ma il ragionamento è sbagliato?


No, non è sbagliato. Secondo me è solo un po' esagerato, cioè basta N-1 perché col tempo lungo l'acqua è sfumata e comunque facendo N-1 la zona X va in VIII e mezzo (circa), casomai fosse sbagliato sarebbe una cosa che si corregge con una bruciatura di 1/4 di stop (circa)... E poi come dice Chromemax c'è il rischio di "ammorbidire" troppo.

paolob74 ha scritto:Questa notte ho sviluppato il primo negativo...
F45 a 8 secondi è leggermente sottosviluppata (sotto-esposta !!!), qualche piccolo dettaglio completamente mancante, le alte luci sono buone tranne forse qualche piccola macchia molto alta... Ho sviluppato a 5,5 min...
Come tratto l'altra lastra? Considerando che è esposta al doppio dovrei trovare dettaglio nelle zone vuote... Mantengo il tempo di sviluppo a 5,5? O faccio meno?


Quella a 8" è sotto-esposta e non sotto-sviluppata.
Se le alte luci sono buone con uno stop in più saliranno di quel tot (le hai misurate col densitometro?)... vedi te quanto, hai tutti i dati, se fosse troppo riduci lo sviluppo, altrimenti lasci lo stesso tempo.

Per l'effetto ultra morbido crepuscolare va bene anche l'acros, meglio forse la T-max 100 col Rodinal con una riduzione di sviluppo molto forte (N-3 ed oltre). L'idea è quella di farsi tutto il negativo senza che ci siano ampie zone sopra la V, con qualche punto più luminoso (mai sopra la VI, VII) qua e la.
L'altro effetto di cui parlavo è più visto, tipico di qualche anno fa nell'est e nella mittel-europa, duro, sotto-esposto e con i toni chiari non modulati (sarebbe un "tiraggio" fatto con scienza). Per questo serve un rivelatore energico, ma compensatore (D-76, per es) ed una pellicola con la spalla precoce, la Tri-x, anche l'HP-5 potrebbero andare, probabilmente anche quelle dell'est.

Per il diaframma in effetti bisognerebbe fare le prove, comunque, al solito, si va sui valori medi.
Per dire, i miei super-angulon XL (47 e 58) sono molto sensibili al diaframma, da 11 a 22 ok, di aprire non se ne parla (pena decadimento ai lati) e a 32 già peggiorano.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Gestione Sistema Zonale

Messaggioda paolob74 » 25/06/2012, 12:06

Quella a 8" è sotto-esposta e non sotto-sviluppata.


Chiedo perdono...

^:)^ ^:)^ ^:)^ ^:)^



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Gestione Sistema Zonale

Messaggioda Silverprint » 25/06/2012, 12:19

paolob74 ha scritto:Chiedo perdono... ^:)^ ^:)^ ^:)^ ^:)^


=)) =)) :))


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9336
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Gestione Sistema Zonale

Messaggioda chromemax » 25/06/2012, 12:21

Pensavo che questi obiettivi avevano diaframmi molto chiusi per meglio gestire basculaggi, decentramenti e PDC...

In teoria sarebbe il contrario, con i corpi mobili puoi avere pdc senza chiudere troppo il diafamma, ma poi non è proprio così :)
Il tuo 90 chiude così tanto perché si presume che non si ngrandisce molto da un 4x5 e quindi una perdita di qualità "assoluta" è meno evidente. Non troverai mai un 90 mm per il 135 che chiude così tanto, a quegli ingrandimenti la perdita di qualità sarebbe inaccettabile.

Quindi normalmente dove cerco il diaframma ottimale? f16-f22?

Il mio consiglio è quello di non cominciare a fissarti con l'apertura migliore, ma di gestire il diaframma in base alla pdc che vuoi ottenere e all'esposizione, comunque l'apertura migliore dovrebbe essere intorno a f8.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite