grigio 18% chiedo lumi

Spazio Aperto a qualunque tipo di discussione, idea o proposta non necessariamente legata alla fotografia

Moderatore: DanieleLucarelli

Avatar utente
rame
esperto
Messaggi: 123
Iscritto il: 04/03/2011, 15:34
Reputation:
Località: Camposampiero (PD)

Re: grigio 18% chiedo lumi

Messaggioda rame » 17/12/2011, 14:27

Jagemal ha scritto:
l'occhio non funziona bene?? e chi sei tu per dirlo ?? /:) /:)

=)) =)) =)) =))


chromemax ha scritto:Già, il parallelismo tra l'occhio e la macchina fotografica è una semplificazione molto molto grossalana. Il sistema di visione umano è estremamente complesso e in buona parte ancora sconosciuto :)


:D E' vero l'occhio umano è una cosa straordinaria. Son io che tante volte non connetto molto bene 8-} 8-} 8-}



Advertisement
Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 779
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: grigio 18% chiedo lumi

Messaggioda gergio » 01/06/2013, 23:21

pavelo ha scritto:Si chiama "grigio al 18%" perchè è un colore che riflette solo il 18% della luce che lo colpisce. Non è un numero dato a caso, è l'esatta via di mezzo fra il bianco puro (riflessione 100%) e il nero pieno (riflessione 0%)....non è grigio al 50% perchè la progressione della riflettenza della luce si misura in maniera logaritmica.


Non ho capito da dove viene il numero "18";
sul Negativo di Ansel Admas a pagina 34 c'e' scritto: <i>il 18% e' noto come centro geometrico della riflettanze dal nero al bianco</i>.
non si dovrebbe definire anche la ragione della progressione? non riesco a capire, mi sfugge qualcosa... :-?

help



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8417
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: grigio 18% chiedo lumi

Messaggioda chromemax » 02/06/2013, 11:42

Non ho capito da dove viene il numero "18"

E' il valore di riflettanza del cielo sereno di Rochester nella mezza stagione :D

Battute a parte mi ci sono rotto la testa anch'io per un po' , non è facile arrivarci se nessuno te lo spiega e in giro si trovano poche informazioni e spesso discordanti.
Allora dovrebbe essere così: il materiale più scuro che esiste riflette all'incirca il 3%, quello più chiaro il 96%, se si fa la media geometrica tra questi due estremi si trova all'incirca il 18%.

path3809.png


Il motivo per cui si usa la media geometrica è che il nostro occhio ha una risposta logaritmica alla varazione di luminanza, quindi percepiamo come grigio medio un grigio che ha un valore di riflettanza del 18% appunto.
Invece per quanto riguarda l'esposizione oramai è assodato che il 18% è troppo chiaro come punto di riferimento e il valore di taratura degli esposimetri, come anche definito dagli standard ANSI, è tra il 12 e il 14%, ma questa è un'altra storia e ancora più incasinata.



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5092
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: grigio 18% chiedo lumi

Messaggioda -Sandro- » 02/06/2013, 11:49

Io avevo letto invece, e non ricordo dove, che il 18% corrisponde alla riflettanza media della superficie terrestre.



Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8417
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: grigio 18% chiedo lumi

Messaggioda chromemax » 02/06/2013, 11:54

Io avevo letto invece, e non ricordo dove, che il 18% corrisponde alla riflettanza media della superficie terrestre.

Se ne trovano di tutti i colori, quella del cielo di Rochester è la più gettonata, però c'è anche il cielo di Washington, la media di tutte le inquadrature di tutti i soggetti, il retino tipografico e gli inchiostri usati in tipografia (questa forse un po' verità ce l'ha), forse anche il colore del pelo del gatto di Eastman =)) :)) :))



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 3793
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: grigio 18% chiedo lumi

Messaggioda graic » 02/06/2013, 16:38

La risposta nonlineare dell'occhio e siamo d'accordo
La risposta logaritmica è una gran baggianata infatti un semplice calcolo mistra che il logaritmo (in base 10) di 0.5 è circa -0.3, come sanno tutti quelli che si occupano di audio questo è il motivo per cui la risposta di valuta tra i punti a -3 Decibel.
Anche la storia della media geometrica mi sa che è una favola infatti anche se fosse vero che il materiale più scuro (quale poi? il corpo nero della fisica?) riflette "circa" il 3% se questo "circa" viaggia tra 2 a 4 la media varia tra 12% e 20% con tanti saluti allo standard
Siccome mi ricordo che in passato si parlava del "cartocino kodak 18%" penso che in un passato molto lontano alla kodak avranno scelto questa intensità su base sperimentale e poi come molte cose kodak è diventato uno standard


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 779
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: grigio 18% chiedo lumi

Messaggioda gergio » 02/06/2013, 18:40

Ragazzi grazie per le risposte (anche se non riesco a vedere la consistenza delle une con le altre, il che mi porta a capire che mi manca qualche concetto).

Ora devo capire un'altra cosa.
All'inizio di questo post si chiedeva che percentuale di puntini bianchi servono per riprodurre il "grigio 18%": si chiedeva se servono 82/100 puntini bianchi;
assumendo che gli esposimetri siano tarati al 18% (e non al 12% come pare che sia nella realta' per alcuni, fattore K: boh), un esposimetro a luce incidente da' lo stesso valore che legge un esposimetro a luce riflessa che misura su un cartoncino al 18% (chiaramente illuminato dalla medesima luce).

Domanda: se faccio la misura con esposimetro a luce riflessa su una grande scacchiera (esempio che usa A.A. nel capito "l'esposizione") con un egual numero di piccole caselle bianche e nere, otterro' lo stesso risultato di misura che otterrei con un esp. a luce incidente?
(il che dovrebbe essere equivalente a chiedere se per fare una cartoncino 18% serve mettere un numero di puntini bianchi pari al numero di puntini neri).

Scusate la pignoleria, ma mi mancano alcune basi per capire come funziona l'esposizione con le pellicole, che vedo essere profondamente differente da cio' che avviene per i sistemi digitali, per cui non posso fare nemmeno delle prove dirette e veloci con la digitale per capire come risponde la pellicola (mi tocca necessariamente sviluppare )



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: grigio 18% chiedo lumi

Messaggioda Silverprint » 02/06/2013, 18:45

Partendo dalla fine...

È qualcos'altro che ti sfugge!

Il grigio al 18% (o 12%) è solo il punto di taratura standard. Un'altra percentuale qualsiasi avrebbe funzionato lo stesso.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Gionny
guru
Messaggi: 613
Iscritto il: 07/03/2013, 19:04
Reputation:

...

Messaggioda Gionny » 03/06/2013, 11:50

...
Ultima modifica di Gionny il 09/01/2018, 20:28, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 3793
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: grigio 18% chiedo lumi

Messaggioda graic » 03/06/2013, 13:31

Gionny ha scritto:Per quanto avevo letto io da qualche parte, il grigio 18% altro non è che un "tono medio", cioè che sta esattamente a metà fra il il colore più chiaro possibile (bianco) e quello più scuro possibile (nero), per cui si è scelto il grigio. La caratteristica dei toni medi è quella di riflettere il 18% della luce che li colpisce, da cui la dicitura "18%".

Ora ditemi voi se dico sciocchezze o se c'è un senso in tutto questo.


Non dci sciocchezze se giustifichi il concetto del "tono medio" cioè cosa significa "esattamente a metà"? Secondo quale scala? ne abbiamo gia escluse due: la lineare e la logaritmica, mi sa che resta solo il "cielo di Rochester"


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.



  • Advertisement

Torna a “Open Space”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite