HP5+ Microphen

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: HP5+ Microphen

Messaggio da zioAlex »

vi do la mia testimonianza..
Anni fa acquistai dei prodotti in polvere, già convenienti di per se e presi confezioni per (credo) 5 litri.. Non avendo un laboratorio, non avrei consumato in tempi relativamente brevi 5 litri di sviluppo o fissaggio! Così mi sono fatto delle mini dosi, con il mio bilancino da oreficie, per singolo sviluppo ovviamente con i giusti calcoli! I risultati erano ook! :-bd


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
maxnumero1
guru
Messaggi: 1177
Iscritto il: 13/01/2011, 12:50
Reputation:
Località: Parma

Re: HP5+ Microphen

Messaggio da maxnumero1 »

ripeto la domanda,perchè abbiamo divagato:
HP5+ Microphen,ottengo negativi senza grana?

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12123
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: HP5+ Microphen

Messaggio da Silverprint »

No, avrai la grana.
Non in evidenza come con sviluppi con meno solfito, ma sempre una 400 iso è.
Per togliere la grana ci vuole una pellicola meno sensibile e/o un formato più grande.
L'evidenza della grana è comunque dovuta a vari fattori. Non ultimi la tecnica di stampa (o acquisizione del file).
Una nota ancora, se usi un filtro flou la grana la noterai ancora di più. In una immagine ricca di dettagli minuti e textures la grana risulta meno percepibile che non su superfici uniformi o "uniformate", come sarebbero col flitro.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: HP5+ Microphen

Messaggio da zioAlex »

é corretto solo in parte, in un discorso molto ampio e generico la presenza della grana, prima di tutto bisogna conoscere le caratteristiche delle emulsioni per abinarle in un secondo momento al "giusto" bagno di sviluppo a seconda delle nostre esigenze personali in base anche a cosa vogliamo ottenere dall'accoppiata "pellicola/sviluppo".
Ci sono pellicole e pellicole, sviluppi e sviluppi;
porto un piccolo ma concreto esempio: Kodak Tri-X Pan (400) e Kodak T-Max 400 professional, d'istinto verrebbe da pensare che sono pellicole da 400 asa e quindi c'é GRANA! In realtà non é così...
In base ai dati tecnici delle 2 pellicole si nota che la Tri-x Pan offre una finezza di grana "grossa"
granularità diffusa 27 RMS
Acutanza 3,3
potere risolvente 89 l/mm con mira a contrasto 1000:1 etc. etc..
Di contro la T-Max 400 offre una finezza di grana molto fine; granularità diffusa 10; acutanza 13;
potere risolvente 125 l/mm con mira a contrasto 1000:1; questo significa che a parità di sensibilità la T-max già di suo ha una grana più fine rispetto la tri-x!
Poi c'é il discorso degli sviluppi, ognuno appartiene a una sua famiglia....
Il Microphen é uno sviluppo finegranulante, specifico per ottenere la massima sensibilità apparente delle pellicole. É ottimizzato per l'utilizzo agli estremi del range di esposizioni (+2/+3 stop), fornendo grana fine e buona nitidezza;
concludendo posso dirti che l'accoppiata da te proposta va bene!
Ricordatevi sempre il risultato finale che volete ottenere!! ;)
Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
maxnumero1
guru
Messaggi: 1177
Iscritto il: 13/01/2011, 12:50
Reputation:
Località: Parma

Re: HP5+ Microphen

Messaggio da maxnumero1 »

finegranulante,vuol dire che non tira fuori la grana?
quindi dovrebbe andar bene usato per sviluppare una pellicola come la Delta 100 PRO,usata per fare ritratti?

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12123
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: HP5+ Microphen

Messaggio da Silverprint »

Finegranulante vuol dire che la "mistifica"... :D

La grana meno evidente si ottiene in vari modi. Principalmente con sostanze che tentano di inibire la tendenza dei sali d'argento a formare agglomerati. Tra queste la principale è il sodio solfito, un solvente dell'argento. In quantità elevate (come nel microphen) ha sia un effetto solvente, sia un effetto compensatore (nel microphen questo è più accentuato) che previene un annerimento eccessivo delle parti maggiormente esposte. È il motivo per cui lo sviluppo è considerato adatto al "tiraggio" (pratica comunque abominevole).
Va tenuto presente in ogni caso che la compensazione ottenuta con alte percentuali di sodio solfito va a scapito della modulazione delle alte luci, di fatto compresse.

Io personalmente non lo vedo adatto alle Delta, la struttura core-shell dovrebbe già fornire una certa compensazione ed anche usato un po' a sproposito con un 100 asa, ove si presume non occorra tiraggio (si può usare pellicola più sensibile). Insomma può esserci il rischio di alte luci "tristi" o difficili da stampare con adeguata modulazione.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: HP5+ Microphen

Messaggio da zioAlex »

giusto! :D :D
la delta 100 ha una struttura della grana uguale alle T-max, pellicole di ultima generazione a "TG", tabular grain, tradotto a "grani tabulari" che struttjralmente hanno una grana più fine rispetto le pellicole di "vecchia" generazione...
Inoltre raccomando di conoscere le caratteristiche delle pellicole tra cui l'ACUTANZA LA NITIDEZZA LA GRANA LA GRANULOSITÀ LA GRANULARITÀ LA DENSITÀ E INFINE IL POTERE RISOLVENTE O RISOLVENZA.
Non esiste purtoppo o per fortuna la pellicola per eccellenza o miracolosa e neanche lo sviluppo.
Ogni pellicola e sviluppo ha i suoi pro e i suoi contro, tutte le pellicole come gli sviluppi sono ormai prodotti di alta qualità e tutti buoni, un esempio per assurdo potrei dire che se devo fare delle foto in notturna una pellicola da 25 asa non é buona (é ovvio!) oppure se vorrei fare un ingrandimento 70x100 ben definito non userei MAI una 3200! Non avrò una foto ma un puzzle a "pallettoni"! :))
anni fa ero andato in fissa con la mitica "Technical Pan" della kodak con un I.E. bassissimo, modificando la sensibilità in base allo sviluppo ed era esente da grana! Feci un ingrandimento 70x100 su pannello di legno di un ritratto di una mia amica prestatasi come modella oltretutto con un obbiettivo di bassa qualità (chiamasi anche fondo di bicchiere) :D
eppure la grana non si vedeva!! Si notavano tutte le qualità della pellicola :-bd
spero di averti aiutato
Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi