I Fotografi si conoscono...

Scelte tecniche, stilistiche ed espressive dei maestri della fotografia, analisi delle loro opere e del contesto in cui operavano.

Moderatore: etrusco

Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1909
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: I Fotografi si conoscono...

Messaggioda bafman » 27/08/2016, 10:47

Sorvolando su alcune amenità quali la curvatura terrestre o il sentirsi vermi mi sembra che non si legga con attenzione (stefnerv: avevo anche puntualizzato, conoscere, non riconoscere).
Nessuno attacca le persone e tanto meno un cultore e filologo di attrezzature fotografiche.

Ma metter su fotine corredate di informazioni sull'attrezzatura e imbrodarsi con i "complimenti per l'attrezzatura", il fantastico dettaglio, la valenza del nuovo sensore e blabla (a monitor!!!) si vede già troppo spesso e lo trovo provinciale e infantile... E in troppi forum.

L'attrezzo non ha colpe, ANZI. L'attrezzo aiuta. E CI MANCHEREBBE.
Ma se in questi giorni uso il Canon 85mm 1,2 per foto di famiglia o uno Zeiss Planar 80 per mie osservazioni di una barca di migranti non starò certo a menarne vanto a cose fatte. Varranno le fotografie, o non varranno nulla.
Sono vezzi di gioventù da cui siam passati in molti, ma poi si guarisce... Ma vedo che non è così per tutti.
Ammantare di ammirazione un fotografo perché ha usato Leica o Rollei è adolescenziale, se di fotografia si parla. Penso di avere il diritto di dirlo in questo mio topic; se invece si parla di attrezzatura allora va bene pure la Regina o Clapton. Ma è off topic. Tutto qui. Buon bagno.
Ultima modifica di bafman il 27/08/2016, 10:59, modificato 1 volta in totale.



Advertisement
Avatar utente
areabis
guru
Messaggi: 645
Iscritto il: 21/03/2014, 15:20
Reputation:
Località: Cervia

Re: I Fotografi si conoscono...

Messaggioda areabis » 27/08/2016, 10:54

PIERPAOLO ha scritto:ricordati che per la rivista Reflex ho utilizzato per 20 anni e più apparecchiature di tutte le marche, non mie chiaramente, in prove ed articoli mensili, (240 per l'esattezza solo per Reflex) per cui ho esperienze in pratica con quasi tutte le attrezzature più importanti e talvolta curiose.
Sui viaggi puoi leggere l'introduzione alla mia pagina FB.
L'invidia non ha ragione di essere, ho scelto una determinata strada molti anni fa, perseguendola con tenacia, anche contro pareri molto negativi, rinunciando ad alcune cose per altre.

Pierpaolo



perdonami Pierpaolo se nn mi sono spiegato bene .... la mia "invidia" è una "INVIDIA SANA" da chi nella vita ha fatto altre scelte diverse dalle tue e magari ha la possibilità di comprarsi qualche corredo in più ma nn ha il tempo per fare dei bellissimi viaggi come quelli che hai fatto tu ... anche se per lavoro, visto che il tuo lavoro tratta di Fotografia della quale sono innamorato.

a presto

Stefano


Stefano da Cervia

la passione tinge con i propri colori ciò che tocca ...

https://www.flickr.com/photos/[email protected]/

Avatar utente
PIERPAOLO
guru
Messaggi: 908
Iscritto il: 19/10/2010, 17:30
Reputation:

Re: I Fotografi si conoscono...

Messaggioda PIERPAOLO » 27/08/2016, 11:15

caro Stefano l'avevo capito perfettamente, ma ho voluto puntualizzare per non far credere che ho rovinato la mia famiglia con spese folli in corredi fotografici,,,senza produrre immagini, specie senza Leica!

ciao

pp



Avatar utente
stefnerv
guru
Messaggi: 510
Iscritto il: 07/09/2013, 14:01
Reputation:
Località: milano

Re: R: I Fotografi si conoscono...

Messaggioda stefnerv » 27/08/2016, 11:36

Corretto



Advertisement
Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: I Fotografi si conoscono...

Messaggioda Pacher » 27/08/2016, 18:17

… e alcuni si riconoscono dal loro stile. Si vede una fotografia mai vista prima e automaticamente se ne riconosce il fotografo. Quello che vorrei "capire" è perchè si vedono in giro sempre i soliti, fino alla noia….trovare spunti nuovi è difficile.. :(



Avatar utente
|DDS|
guru
Messaggi: 745
Iscritto il: 05/01/2013, 10:19
Reputation:

Re: I Fotografi si conoscono...

Messaggioda |DDS| » 28/08/2016, 9:33

Colgo questo tuo spunto interessante, Andrea (Ciao Pach!), per farne una "provocazione" un pò più ampia.
Spero che Alberto non me ne voglia se trascino la sua discussione fuori tema. :)

A mio modesto avviso, la questione dello stile del fotografo - inteso come impronta/zampino dell'autore, ben riconoscibile - è pernicioso all' arte, cronico nella Fotografia e proprio di una critica superata.
I fotografi che si conoscono e ri-conoscono sono spesso noiosi e stereotipati, così come le loro Leica, così come la stragrande maggioranza dei libri sulla critica dell'immagine fotografica, anche i migliori.
Basterebbe sforzarsi di essere un filo più intelligenti dei propri studi, dei propri idoli e a questo punto anche dei propri strumenti (cadiamo sempre più in basso), affinché essi stessi non rappresentino il nostro limite più grande: impegnandoci a fare della cultura un mezzo e non un fine; applicandoci a plasmare nuove correnti o quantomeno innovarle.

Dovremmo concederci al nuovo invece di star sempre a ravanare nel passato: dedicare il nostro tempo ed i nostri studi a sovvertire intelligentemente i vecchi schemi: stabiliamo nuovi codici. Non è facile: c'è bisogno di studiare moltissimo e contraddire ciò che si è studiato molto; le delusioni, le sconfitte e le figuracce sono dietro l'angolo.
La crisi della fotografia analogica, a mio avviso, è dovuta esclusivamente al fatto che noi fedelissimi ci sforziamo troppo di salvaguardarla come nicchia invece di metterla in discussione (anche sputtanarla se serve!) utilizzandola per creare cose diverse, originali e contemporanee.
Bisognerebbe anteporre le idee agli ideali, affinché le idee mettano in continua discussione gli ideali e ne rivoluzionino i contenuti: anteporre il fine al mezzo (la cultura, l'esperienza, sono mezzi), appunto.

C'è bisogno di invitare il pubblico ad un approccio diverso e proporre alla critica nuove prospettive di giudizio e nuove logiche di lettura a fondamento di un' analisi attuale delle opere fotografiche.
Questo lo si può fare, senza distinzione alcuna, con qualsiasi strumento: sia esso analogico, digitale, ibrido, più o meno performante, più o meno costoso.

I fotografi si conoscono, sì... fin troppo! Salviamoci dal manierismo!
C'è ancora qualcuno che non ha studiato e non li conosce: meglio!
Destrutturare una regola per crearne di altre è infinitamente più complesso che crearne candidamente di nuove.
Diamo le Leica e le Holga ai bambini, agli incolti, agli stolti: visto mai ne esca qualcosa di interessante.

Ciao :)


Enrico

Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1909
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: I Fotografi si conoscono...

Messaggioda bafman » 28/08/2016, 10:14

Devo mettermi in viaggio, vedró di darti il mio punto di vista stasera ma per il momento: ben ritrovato :ymhug:



Avatar utente
stefnerv
guru
Messaggi: 510
Iscritto il: 07/09/2013, 14:01
Reputation:
Località: milano

Re: R: I Fotografi si conoscono...

Messaggioda stefnerv » 28/08/2016, 10:27

Quello che succede quando un grande sfonda il muro e arriva a qualcosa di nuovo . Ma si pone una domanda che ho gia' fatto , esiste qualcosa di nuovo nel mondo della fotografia ???? O nell arte ???? Si puo' ancora sperare di giungere al nuovo stile ??? Secondo me tutti i fatti dicono che anche se vi fosse sarebbe ignorato distrutto e criticato in nome del passato ,.viviamo in un museo in cui i pezzi esposti siamo noi stessi ...



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2552
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: I Fotografi si conoscono...

Messaggioda Elmar Lang » 28/08/2016, 10:29

|DDS| ha scritto: (...) utilizzandola per creare cose diverse, originali e contemporanee.
(...) Salviamoci dal manierismo!
.

Il tuo intervento è molto interessante, ma dice cose scontate, purtroppo.

Nessuno può "creare" qualcosa di nuovo e valido, se non sia già saldamente in possesso di basi e sintassi. Picasso fu un innovatore, ma aveva dietro di se una solidissima preparazione accademica.

Circa il riconoscere le opere di un autore, non vi vedo nulla di male. Caravaggio è riconoscibilissimo: per questo egli è stantio?

Ed in fotografia, Ansel Adams; Rodchenko; Cartier-Bresson; Roiter, Fontana, Giacomelli: tutti riconoscibilissimi. E' un male?

Riguardo all'osservazione "...utilizzandola per creare cose diverse, originali e contemporanee", scusa, senz'offesa, ma mi ricorda troppo l'esclamazione di Moretti (mi pare nel noioso "Palombella Rossa"): "D'Alema, di' qualcosa di sinistra!".

Buona domenica,

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
stefnerv
guru
Messaggi: 510
Iscritto il: 07/09/2013, 14:01
Reputation:
Località: milano

Re: R: I Fotografi si conoscono...

Messaggioda stefnerv » 28/08/2016, 11:06

Si ma non mi pare che caravaggio.sia stato un professore di storia dell arte antica e teneva seminari su come dipingere il nuovo . Anzi pare che sia stato un poco di buono da evitare e anche un puttaniere/ubriacone , ma genio nella sua arte che poteva esprimere e di cui e' morto . Una volta c' erano gli artisti e non i professoroni , oggi ci sono solo i professoroni e di artisti neanche l ' ombra . A gia' un artista se almeno non ha due lauree non si puo' chiamare tale !!!!
Io e te E.L. siamo totalmente opposti nella visione del mondo spero che la tua visione delle cose sia quella giusta , vediamo fra 10 anni che succede :-D .





  • Advertisement

Torna a “La poetica dei "Grandi"”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti