Ibrido 35mm, medio formato.

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2253
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Ibrido 35mm, medio formato.

Messaggioda ammazzafotoni » 27/08/2015, 14:25

E' la prima volta che sento il termine "foto intelligente". Cosa intendi?



Advertisement
Avatar utente
Ottavio Colosio
guru
Messaggi: 352
Iscritto il: 05/08/2014, 22:54
Reputation:
Località: Bergamo/Milano

Re: Ibrido 35mm, medio formato.

Messaggioda Ottavio Colosio » 27/08/2015, 15:32

Puoi anche pensare ad una Horseman Digiflex,
attacco baionetta Nikon ( e con adattatori tutte le altre, Hasselblad comprese ),
utilizza dorsi Hasselblad V, formato leggermente superiore al 24x36.
Riutilzeresti il 95% di cio' che gia' hai.
Qualita' costruttiva da far invidia ad una M6:
http://www2.xitek.com/exchange/showexch ... did=215877
https://www.flickr.com/photos/[email protected]/17304899485

8vio


Saluti

Ottavio


Matematicamente parlando, la fotografia e' un'applicazione lineare da R3 in R2

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5690
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Ibrido 35mm, medio formato.

Messaggioda -Sandro- » 27/08/2015, 16:15

Scusa Ottavio, non vedo sulla fotocamera l'ingranaggio che si accoppia al magazzino facendo avanzare la pellicola. Come funziona?



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2837
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Ibrido 35mm, medio formato.

Messaggioda Elmar Lang » 27/08/2015, 16:26

Salve,

scioccamente, dimenticavo un apparecchio medio formato ad ottiche e dorsi intercambiabili, a telemetro: la Koni-Omega Rapid!

Possedeva dorsi per i rollfilms 120 e 220, fornendo fotogrammi 6x7 ed era ispirata -in modo assai moderno- alle fotocamere "press" in uso all'epoca.

Il telemetro, ampio, luminoso, con cornicette per le ottiche, aveva anche la correzione automatica della parallasse.

Questa fotocamera nacque su idea della U.S. Navy durante gli anni '40, per l'esigenza d'una fotocamera d'uso rapido e robusta in ogni condizione d'uso.

Come ricorda il libretto d'istruzione, questo primo modello fu un successo tecnologico, ma un disastro commerciale, anche per gli alti costi di produzione.

Per questo, i detentori del brevetto, si rivolsero ad una delle allora più antiche ed apprezzate aziende giapponesi, la Konishiroku (le cui prime fotocamere risalgono al 1882), che apportò modifiche al progetto, senza stravolgerlo ed applicandovi le sue migliori ottiche, le Hexanon.

Purtroppo, essendo a telemetro, non consente il controllo della profondità di campo, se non sul barilotto dell'ottica, mediante i classici riferimenti.

E' più ingombrante di una Hasselblad, ma ne è un'alternativa (e ti evita l'acquisto delle 2 Pentacon Six 2, ma purtroppo anche il piacere di conoscere Herr Baier, il guru della storica 6x6 di Dresda).

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Advertisement
Avatar utente
Ottavio Colosio
guru
Messaggi: 352
Iscritto il: 05/08/2014, 22:54
Reputation:
Località: Bergamo/Milano

Re: Ibrido 35mm, medio formato.

Messaggioda Ottavio Colosio » 27/08/2015, 16:52

-Sandro- ha scritto:Scusa Ottavio, non vedo sulla fotocamera l'ingranaggio che si accoppia al magazzino facendo avanzare la pellicola. Come funziona?


La macchina e' pensata x il digitale quindi non ha l'accoppiamento meccanico al dorso,
dopo lo scatto si avanza manualmente con la manovella.
Mi sono trovato bene con la digiflex anche su pellicola, e' robusta, il modello 1 e' tutto meccanico,
costruzione impeccabile. ne esce un fotogramma di circa 40x30mm su 120.
Naturalmente con ottiche Hasselblad si lavora in stopdown.
Qualche anno fa la pagai 300eu.


Saluti

Ottavio


Matematicamente parlando, la fotografia e' un'applicazione lineare da R3 in R2

Avatar utente
EffE
guru
Messaggi: 324
Iscritto il: 10/09/2010, 0:05
Reputation:
Località: tra Italia ed Australia.

Re: Ibrido 35mm, medio formato.

Messaggioda EffE » 27/08/2015, 17:25

siracusano ha scritto:A me i vantaggi del digitale non sembrano particolarmente interessanti, ne faccio volentieri a meno.


Bastava scrivere solo questo.

bafman ha scritto:la magia.........

...preferisco una foto intelligente a una foto magica. Ma parecchio.


Siamo sintonizzati sulla stessa lunghezza d'onda.

ammazzafotoni ha scritto:E' la prima volta che sento il termine "foto intelligente". Cosa intendi?


Mi sarebbe piaciuto che chiedessi pure : cos'è la magia in fotografia? ;)

Intelligente è una foto, che al di la di virtuosismi tecnici, provoca empatia immediata, ti fa meditare, ti fa porre delle domande, che non siano sempre, e solo : che pellicola hai usato, che tempo, che diaframma...?


La somma dell'intelligenza sulla terra è costante; la popolazione è in aumento.

Avatar utente
fenolo
guru
Messaggi: 517
Iscritto il: 20/10/2014, 12:58
Reputation:

Re: Ibrido 35mm, medio formato.

Messaggioda fenolo » 27/08/2015, 18:13

Non vorrei "troppo" intromettermi. Ma per me le avete elencate tutte, anche i modelli piu esoterici. :d :d



Avatar utente
EffE
guru
Messaggi: 324
Iscritto il: 10/09/2010, 0:05
Reputation:
Località: tra Italia ed Australia.

Re: Ibrido 35mm, medio formato.

Messaggioda EffE » 27/08/2015, 18:23

fenolo ha scritto:Ma per me le avete elencate tutte, anche i modelli piu esoterici. :d :d


E nessuna che risolva il problema del mosso/sfocato in maniera "magica" :D


La somma dell'intelligenza sulla terra è costante; la popolazione è in aumento.

Avatar utente
siracusano
appassionato
Messaggi: 26
Iscritto il: 17/03/2014, 18:09
Reputation:

Re: Ibrido 35mm, medio formato.

Messaggioda siracusano » 27/08/2015, 18:36

Credo di aver toccato il nervo scoperto della fotografia col mio commento (anzi solo col post scriptum!).

In ogni caso, magari si può aprire un thread dedicato o usarne uno esistente (immagino la diatriba non sia nuova) e, con calma discuterne ampiamente, se vi fa piacere.

Lascio giusto un ultimo commento perché non voglio dare l'impressione che la mia fosse solo una provocazione.

La magia io la trovo in molti aspetti della fotografia analogica: dallo scatto (e la piccola scintilla nel cervello che si prova quando si sa di aver fatto un buono scatto), all'attesa dei risultati, alla comparsa delle immagini in camera oscura.

Tutto questo per me, oltre l'aspetto tecnico, ha un senso di magico, intangibile, incontrollabile.
E ci aggiungo il senso di magia che la fotografia ha, fin dalle sue origini, suscitato nelle persone.
Trovo poco magico e poco poetico
Il senso di "consumo" che la tecnica digitale offre. A me da questa sensazione: scatto, vedo, fine.
È un modo diverso, secondo me, di relazionarsi all'immagine. Un modo su cui val la pena discutere perché la differenza c'è e non è poca.

Sull'intelligenza. Direi che si può parlare di intelligenza del fotografo magari. La mia non credo sia superiore alla media, magari direi inferiore. Comunque qualche fotografo professionista bravo ho avuto il piacere di conoscerlo e non mi è sembrato che i nostri livelli di intelligenza fossero tanto diversi.

Saluti,
G.

Inviato dal mio XT1032 utilizzando Tapatalk



Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: Ibrido 35mm, medio formato.

Messaggioda Pacher » 27/08/2015, 18:38

EffE ha scritto:
fenolo ha scritto:Ma per me le avete elencate tutte, anche i modelli piu esoterici. :d :d


E nessuna che risolva il problema del mosso/sfocato in maniera "magica" :D

Ehh vabbè ho capito..vendo il Sonnar.. :))





  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 1 ospite