Il digingranditore di giulio limongelli

Spazio Aperto a qualunque tipo di discussione, idea o proposta non necessariamente legata alla fotografia

Moderatori: etrusco, DanieleLucarelli

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2276
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da ammazzafotoni »

Ma... Un qualche proiettore?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11783
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da Silverprint »

Col proiettore ci sono vari marchingegni già in uso da parecchi anni. Alcuni come il "lightjet" danno anche risultati piuttosto buoni, anche se inferiori alla proiezione ottica. Poi ci sono i vari fotorestitutori a led (es. Durst Sigma) o laser (es. Lambda).
Sono macchine costose, come costoso è l'ingranditore BN digitale DeVere a cui Limongelli credo si sia ispirato.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2276
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da ammazzafotoni »

Eh beh... money money...
Ma, artigianalmente, quindi non ci sono speranze di ottenere qualcosa di minimamente decente con un proiettorino (ne fanno di portatili per smartphone, ormai)?

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11783
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da Silverprint »

Con un proiettorino direi proprio di no.
L'immagine in movimento richiede una definizione inferiore rispetto all'immagine fissa. Per una definizione "fotografica" occorrono circa 10 l/mm. Basti farsi due conti rispetto alle dimensioni in pixel delle matrici per rendersi conto della limitatezza del possibile ingrandimento.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2276
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da ammazzafotoni »

Sicuramente hai ragione, il massimo di risoluzione che vedo online è 1920 x 1080 e comunque non costano poco...
Si parlava poi di filtri diffusori... Mah, rimane comunque un papocchio.

Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 1041
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da Ri.Co. »

ma al di là di tutto, qualcuno ha almeno avuto modo di vedere i risultati si stampa di Limongelli? Qui sicuramente gli occhi esperti non mancano e darebbero un giudizio affidabile su risultato :)

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9700
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da chromemax »

Ri.Co. ha scritto:ma al di là di tutto, qualcuno ha almeno avuto modo di vedere i risultati si stampa di Limongelli?
Personalmente non ne vedo il motivo, una buona stampa analogica è il frutto di un insieme di elementi armonizzati tra loro, proprio come un piatto di buona cucina (ad esempio la gamma dinamica per me è più importante della nitidezza). Imho il digi-ingranditore è un non-senso fotografico. Questa moda di stampare in argento i file digitali non riesco a capirla (mio limite), quando poi la dinamica è quella del sensore/scanner/schermo/matrice/stampante; tanto vale stampare (bene) in digitale che viene pure meglio.

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2276
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Il digingranditore di giulio limongelli

Messaggio da ammazzafotoni »

chromemax ha scritto:
Ri.Co. ha scritto:ma al di là di tutto, qualcuno ha almeno avuto modo di vedere i risultati si stampa di Limongelli?
Personalmente non ne vedo il motivo, una buona stampa analogica è il frutto di un insieme di elementi armonizzati tra loro, proprio come un piatto di buona cucina (ad esempio la gamma dinamica per me è più importante della nitidezza). Imho il digi-ingranditore è un non-senso fotografico. Questa moda di stampare in argento i file digitali non riesco a capirla (mio limite), quando poi la dinamica è quella del sensore/scanner/schermo/matrice/stampante; tanto vale stampare (bene) in digitale che viene pure meglio.
Beh, sai com'è...
Dopo aver speso almeno 5000€ di fotocamera + 2000 di obbiettivo + 2000 di hardware + 1000 di software ... mica vuoi andare a cercarti una fotocamera tradizionale usata (3-400€ medio formato o anche sole 50€ 35mm), metterci un rullino e scattare?

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi