Il mio grasso grosso sviluppo C41

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
nectoaster
fotografo
Messaggi: 56
Iscritto il: 19/11/2010, 19:05
Reputation:
Località: Padova

Il mio grasso grosso sviluppo C41

Messaggioda nectoaster » 10/01/2014, 16:13

Ciao a tutti!
Il mio socio ed io, facciamo da qualche annetto e con soddisfazione Bianco e Nero ovviamente analogico, visto che diversi clienti ce lo chiedono abbiamo deciso di buttarci nello sviluppo colore, iniziando a fare dei test col C41. :ar!

Abbiamo la chimica, abbiamo i rulli esposti. :-bd

Ora leggendo praticamente mezzo forum (per i quali ringrazio tutti gli autori in ordine sparso) e diverse altre pagine sull'interweb ho capito molte cose ma due sono i quesiti che mi sono rimasti in quanto le informazioni che ho trovato sono frammentarie e poco chiare:

1. Preso atto del fatto che, a differenza del bianco e nero, tutte le pellicole hanno lo stesso tempo di sviluppo, esiste il "push" e il "pull"? come ci si deve comportare coi tempi di sviluppo e quali sono i risultati finali? :-t

2. Noi possiamo sviluppare sia con la tank a mano che su Jobo CPE2 con sistema Lift. Con la sviluppatrice e quindi rotazione continua, nel bianco e nero abbiamo notato risultati migliori diminuendo i tempi da bugiardino di circa il 10-15%, questa cosa dobbiamo aspettarcela anche dal colore? :!!


Ringrazio anticipatamente!!! ^:)^


...e che si domandino cos'avranno da fotografare quando non potranno più costruire circuiti integrati, perché a noi continuerà a bastare la luce...

Advertisement
Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 1031
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Il mio grasso grosso sviluppo C41

Messaggioda fabriziog » 10/01/2014, 16:24

Io uso la CPE2 per lo sviluppo delle dia e colore. Utilizzo il kit della tetenal e nel bugiardino trovi già le indicazioni per trattamenti push/pull e sviluppo a rotazione. Sono un'ottima base di partenza, almeno per me lo sono.



Avatar utente
nectoaster
fotografo
Messaggi: 56
Iscritto il: 19/11/2010, 19:05
Reputation:
Località: Padova

Re: Il mio grasso grosso sviluppo C41

Messaggioda nectoaster » 10/01/2014, 16:32

Grazie Fabdort,
recuperato qui ci ho dato un occhio: http://www.fotomatica.it/Istruzioni/tet ... or-tec.pdf
una cosa non è scritta bene: quando uso lo "stop" opzionale? di istinto pare ovvio dopo lo sviluppo, prima della sbianca, ma non vorrei fare cazzate :D
inoltre purtroppo non vedo ne' voce di modifiche di tempo per la rotazione ne' voce sui "tiraggi" :(


...e che si domandino cos'avranno da fotografare quando non potranno più costruire circuiti integrati, perché a noi continuerà a bastare la luce...

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 1031
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Il mio grasso grosso sviluppo C41

Messaggioda fabriziog » 10/01/2014, 16:40

Nella pagina 3 c'è la sequenza precisa sa seguire.
Il KIT è composto da 6 "boccette", pche poi vanno diluite assieme, secondo le indicazioni di pagina 2 per ottenere la soluzione per lo sviluppo colore, la sbianca e lo stabilizzatore.
La sequenza, che come detto vedi bene nella pagina 3 è la seguente:
1) la soluzione per fare lo sviluppo colore
2) Di seguito usi la diluizione per la sbianca/fissaggio
3) Per il lavaggio è sufficiente come sempre l'acqua
4) Con l'ultima soluzione fai la stabilizzazione

Non so cosa intendi con stop opzionale. A parte l'acqua non devi aggiungere niente oltre a quello che trovi nel kit



Advertisement
Avatar utente
nectoaster
fotografo
Messaggi: 56
Iscritto il: 19/11/2010, 19:05
Reputation:
Località: Padova

Re: Il mio grasso grosso sviluppo C41

Messaggioda nectoaster » 10/01/2014, 16:42

fabdort ha scritto:Non so cosa intendi con stop opzionale. A parte l'acqua non devi aggiungere niente oltre a quello che trovi nel kit

in pagina 4 sotto "Istruzioni Generali" parlano dell'utilizzo dello stop per avere risultati migliori nel caso la sbianca sia utilizzata più volte


...e che si domandino cos'avranno da fotografare quando non potranno più costruire circuiti integrati, perché a noi continuerà a bastare la luce...

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 1031
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Il mio grasso grosso sviluppo C41

Messaggioda fabriziog » 10/01/2014, 17:19

Non lo ho mai fatto, per cui non posso darti indicazioni precise. A sto punto rimango sintonizzato ed aspettiamo i + esperti



Avatar utente
guido
fotografo
Messaggi: 68
Iscritto il: 12/12/2013, 22:10
Reputation:
Località: Bari
Contatta:

Re: Il mio grasso grosso sviluppo C41

Messaggioda guido » 10/01/2014, 18:02

Il bugiardino intende dire che tra lo sviluppo e la sbianca-fissaggio si può realizzare una fase di arresto.

Questa fase serve sia a bloccare l'azione del rivelatore che a non inquinare con i suoi residui la sbianca-fissaggio (o solo la sbianca se si una uno sviluppo a 4 bagni), facendola durare di più.

Per l'arresto, oltre ai prodotti consigliati dal bugiardino, va bene anche una soluzione di acido citrico 15-20g/litro per un minuto circa; l'unica accortezza é di adoperarla più o meno sui 35-38C in modo da non provocare brusche variazioni di temperatura alla pellicola (o a 30C se usi lo sviluppo non-rotativo).
In alternativa puoi fare dei lavaggi con acqua, sempre a temperatura. Io personalmente uso e preferisco l'arresto.

Ciao :)


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk



Avatar utente
nectoaster
fotografo
Messaggi: 56
Iscritto il: 19/11/2010, 19:05
Reputation:
Località: Padova

Re: Il mio grasso grosso sviluppo C41

Messaggioda nectoaster » 11/01/2014, 0:22

Grazie Guido!


Per quanto riguarda push e pull qualcuno ha delucidazioni a riguardo?


...e che si domandino cos'avranno da fotografare quando non potranno più costruire circuiti integrati, perché a noi continuerà a bastare la luce...

MarcoLeoncino

Re: Il mio grasso grosso sviluppo C41

Messaggioda MarcoLeoncino » 04/05/2014, 12:34

Ciao a tutti, questo weekend mi sono dato allo sviluppo del colore con la chimica Tetenal... solo due pensierini delle 12:30:

- come giustamente diceva qualcuno, non serve alcun riscaldatore, una bacinella è piu' che sufficiente (che purtroppo avevo comprato).
- lo stab è qualcosa di veramente antipatico: a me è venuto uno schiumone orribile... qui le pinze tergifilm diventano indispensabili
- il processo è veramente facile da eseguire



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5687
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Il mio grasso grosso sviluppo C41

Messaggioda -Sandro- » 04/05/2014, 13:40

Lo stab fa tanta schiuma se lo agiti troppo. Agitazione lentissima, oppure nulla, immersione totale.





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti