Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: chromemax, Silverprint

luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Messaggio da luca_dega »

salute a tutti.

Io uso 2 Opemus 6: hanno entrambe la testa colore ed ho una testa a condensatori a parte.

ne ho 2 perchè son pigro e mi girano facilmente, per cui passando dal 35mm al 6x6 non ho il tempo e pazienza di smontare la testa e sostituire la mixing chamber box dedicata al formato (la scatoletta di polistirolo che serve a diffondere la luce)...
INella testa a condensatori le lenti son 2: lasciandole entrambre (configurazione per il 6x6) si può stampare anche il 35mm (la luce è "meno concentrata" e probabilmente i tempi di esposizione si allungano un pò, ma non ho mai avuto la voglia di provare :ymblushing: ).

E' vero che con i condensatori "hai più dettaglio" perchè la luce è meno diffusa, ma òcio che basta un micro-peletto od un segnetto sul negativo che le bestemmie vengon giù come la neve...! Io personalmente uso la testa a condensatori solo se c'è un negativo 35mm un pò...impastato. Per di più i filtri per le carte multigrado non sono "eterni" come quelli delle teste a colori :D , infatti mi sa che li devo ricomprare...

ps: con i Meopta io mi trovo bene. Ho anche un Krokus 3 che è una ciofèca ma mi va bene perchè arriva fino al 6x9 ed ho qualche negativo 6x7...



Avatar utente
Saio_dantes
esperto
Messaggi: 242
Iscritto il: 08/02/2012, 15:35
Reputation:

Re: Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Messaggio da Saio_dantes »

in caso di malaugurato guasto per un opemus 5, le parti di ricambio si trovano facilmente in giro per la rete? quello che dovrei prendere è fermo da una vita, l'ha riacceso e sembra funzioni tutto, dovrei controllare qualcosa in particolare?

grazie

p.s. per mantenere la temp corretta nella varie bacinelle cosa consigliate? bagnomaria come per lo sviluppo?
p.p.s. sono ancora molto indeciso se armare tutto l'ambaradan stampa oppure prendere un freddo e banale scanner! non mi insultate se potete :)

Avatar utente
Willy985
guru
Messaggi: 520
Iscritto il: 24/11/2011, 23:25
Reputation:
Località: Napoli

Re: Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Messaggio da Willy985 »

Per quello che ho visto i Meopta sono quelli più diffusi subito dopo i Durst quindi penso che per i pezzi di ricambio non sia così tragica... e comunque gli ingranditori sono aggeggi abbastanza semplici (alemno quelli "base") ed è difficile che si rompano o che ci sia qualcosa che non funzioni... e se non funziona qualcosa direi che si nota subito :p

PS: io ho visto mettere i contenitori con le soluzioni in bagnomaria e poi versare nelle bacinelle, per mantenere la temperatura nelle bacinelle ho visto una specie di "piastra" riscaldabile ma costa un botto, altre soluzioni non saprei

PPS: ti sto per insultare! :D No scherzo, credo che lo scanner sia un ripiego per chi non ha la possibilità per vari motivi di allestirsi una camera oscura, ma se ne hai la possibilità non ci penserei due volte ;)
I Immagine my Nikon
flickr

luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Messaggio da luca_dega »

io per "termostatare" le bacinelle mi son costruito i seguenti accrocchi, che però funzionano alla grande:

-) ho comprato su Ebay un termostato con sonda, di quelli da acquario, e 3 cavetti riscaldanti da 50W l'uno, di quelli da terrario, lunghi qualche metro (non ricordo bene... :ymblushing: )
-) ho comprato all'Ikea 3 tappetini di gomma di quelli che sono adibiti a porta-DVD da cassetto. Sono circa 40x50 ed hanno le "striature" che servono appunto ad incastrarci i DVD
-) in officina, nella fabbrica dove lavoro, mi son fatto dare qualche striscia di materiale isolante (è tipo "ovatta"...)

ho inserito nelle fessure dei tappetini (una si ed una no) dapprim iol materiale isolante e poi la serpentina di cavetto riscaldante.

Ho piazzato i 3 tappetini sul tavolo e sopra le bacinelle. All'interno di quella dello sviluppo ci metto la sonda del permostato, al quale ho collegato le tre prese dei cavetti riscaldanti: funziona alla grande anche con bacinelle 30x40 ed il tappetino di gomma si scalda appena (no rischi ! I cavetti in questione arrivano ad essere poco più che tiepidi...)

spesa tot. attorno ai 50 Euri ?..

...ora che ci penso questo è un bel nuovo post nella sezione "accessori camera oscura"...!

Avatar utente
andreafotosg
esperto
Messaggi: 109
Iscritto il: 02/02/2010, 14:35
Reputation:
Località: Bergamo

Re: Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Messaggio da andreafotosg »

Saio_dantes ha scritto:sto valutando anche io l'acquisto di un ingranditore ed ho trovato nella mia zona un meopta opemus 5 completo con obiettivo 50mm originale a 50/60 euro, che ne dite? è una buona occasione? altro dubbio, per le stampe in b/n è necessario il timer specifico da ingranditore? ho visto che sono abbastanza costosi... grazie a tutti

Ciao Saio_dantes,

io ho un Opemus 5 con obiettivo 50mm pagato esattamente 50 euro e lo utlizzo con soddisfazione e, pur avendo le istruzioni in francese (che purtroppo non conosco) mi ci trovo benissimo.

Quindi come detto anche da altri vai senza problemi !!!!!

E se poi avesse le istruzioni in italiano, sfoderando buona faccia di bronzo , ti chiederei se me ne fai una copia................

Ciao
Andrea
We're just lost souls swimming in a fish bowl,
year after year,
running over the same old ground.
What have we found?
The same old fears

Andrea

Avatar utente
Saio_dantes
esperto
Messaggi: 242
Iscritto il: 08/02/2012, 15:35
Reputation:

Re: Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Messaggio da Saio_dantes »

te lo farò sapere, ma intanto ecco il link con le istruzioni in inglese :)

http://www.meopta.com/CCE/DownloadFileList/

basta che vai sotto discontinued product manual e scegli opemus 5-en
grazie del consiglio, tra un po telefono e lo fermo!!

Avatar utente
andreafotosg
esperto
Messaggi: 109
Iscritto il: 02/02/2010, 14:35
Reputation:
Località: Bergamo

Re: Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Messaggio da andreafotosg »

Grazie per il link,

scaricato e mi divertirò nella lettura

Ciao
Andrea
We're just lost souls swimming in a fish bowl,
year after year,
running over the same old ground.
What have we found?
The same old fears

Andrea

Avatar utente
Saio_dantes
esperto
Messaggi: 242
Iscritto il: 08/02/2012, 15:35
Reputation:

Re: Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Messaggio da Saio_dantes »

appena preso l'ingranditore.... non vedo l'ora di mettermi all'opera :) c'ha ancora il libricino della garanzia timbrato a maggio 1979!!! eheheheh
primissimo dubbio, come consigliate di pulire i vari vetrini, obiettivo, lente... che sono completamente pieni di polvere? il panno di microfibra per gli occhiali va bene?

Avatar utente
Willy985
guru
Messaggi: 520
Iscritto il: 24/11/2011, 23:25
Reputation:
Località: Napoli

Re: Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Messaggio da Willy985 »

Per l'obiettivo io ho utilizzato gli stessi accorgimenti che uso per pulire quelli della macchina fotografica, pompetta, panno morbido ed eventualmente un liquido specifico per le lenti. Per i condensatori invece ho smontato tutto e sono andato pesante di panno e prodotto per pulire i vetri visto che erano diventati praticamente opachi! Tanto si tratta solo di un paio di pezzoni di vetro senza nessun trattamento (non ho chiesto consigli a dir la verità però sono usciti bene)
I Immagine my Nikon
flickr

luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: Il passo successivo: Ingranditore e stampa.

Messaggio da luca_dega »

se tra quella polvere c'è qualcosa di abrasivo, rovini tutto! Una riga non te la toglie più nessuno.
Rimuovi prima "il grosso" soffiandolo via delicatamente e/o spennellando con pennellino apposito (moooolto morbido: li compri facilmente per pochi Euro). Il panno usalo per pulire le lenti dallo sporco "grasso" e non dalla polvere !
poi la polvere ci sarà anche dentro l'ingranditore, ecc... quindi dai prima una (delicata) soffiata generale, altrimenti come rimonti l'accrocchio ti torna la polvere sui condesatori e sulle lenti in un'attimo... e fallo fuori dal luogo dove lo terrai ed userai, magari all'aperto...sennò non fai altro che spostare la polvere da un posto all'altro...

e se le lenti dell'ottica continuano ad essere "opache" anche dopo la pulizia, non insistere con il panno. Vuol dire che si sono velate (muffe, polvere interna, ecc) ed insistendo a pulirle non farai altro che peggiorare la situazione, rischiando di rovinare gli eventuali trattamenti superficiali. In quel caso portalo da qualche bravo fotoriparatore e vedi se si combina di pulirlo un pochino. Io dalle mie parti ne conosco uno veramente in gamba che fa questi lavori per 20-30 Euro... ma visto che con 50 Euro nell'usato trovi delle più che ottime lenti in condizioni perfette....

ciao

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi