Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Idee e chiarimenti sull'organizzazione del forum Documenti

Moderatore: etrusco

Avatar utente
Salvatore Sedda
esperto
Messaggi: 241
Iscritto il: 11/12/2014, 10:52
Reputation:
Contatta:

Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Messaggio da Salvatore Sedda »

Ciao ho sviluppato qualche tempo fà un rullino Ilford HP5 tirato a 1600 ASA con Microphen stock. Ammetto era la prima volta che tiravo a 1600 ASA e non avevo mai stampato dopo i negativi, ieri provando a stampare mi sono accorto che il contrasto del negativo è altissimo. Ho usato inizialmente un grado 3 e il risultato è stato una stampa estremamente constrasta quasi senza nessun tono intermedio oltre il bianco puro e il nero pieno. Ho dovuto usare filtri di contrasto 00 per avere una stampa quasi accettabile.
Potete darmi qualche consiglio su come sviluppare il rullino senza che abbia tutto questo contrasto? allego una scansione come esempio.

Ho sviluppato in tank a spirale, 30 secondi di rotazioni leggere iniziali e 10 secondi ogni minuto sino a fine tempo.

Grazie.

Salvatore



Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
alexmare93
guru
Messaggi: 433
Iscritto il: 25/04/2014, 10:33
Reputation:

Re: Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Messaggio da alexmare93 »

Potresti diluire la concentrazione a 1+1 o 1+3(più consigliabile dato l'estremo contrasto che hai trovato)


Alessandro
Alessandro

Avatar utente
DanieleLucarelli
guru
Messaggi: 1153
Iscritto il: 12/08/2010, 16:56
Reputation:
Località: Livorno
Contatta:

Re: Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Messaggio da DanieleLucarelli »

Salvatore Sedda ha scritto:Potete darmi qualche consiglio su come sviluppare il rullino senza che abbia tutto questo contrasto?
Non si può.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12183
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Messaggio da Silverprint »

Insomma Alexmare, mica tanto. La riduzione della quantità di solfito riduce l'effetto compensatore, quindi, mantenendo gli stessi toni medi alla diluizione 1+1 il contrasto dovrebbe essere anche più alto. Passando ad 1+3 si avrebbe una compensazione per parziale esaurimento ed un peggioramento notevole dell'aspetto della grana, che, visto il tiraggio ed il formato di partenza, non mi pare sia un effetto auspicabile. Direi anche che visto il tiraggio la riduzione dell'energia del rivelatore potrebbe portare ad una densità comunque insufficiente sui toni medi e bassi.

Come dice Sandro il sovra-sviluppo produce comunque ed inevitabilmente un notevole aumento di contrasto, se poi viaggia insieme ad una sottoesposizione (come nel caso del tiraggio) si ha anche perdita dei dettagli dei toni scuri. Insomma, se non si vogliono negativi troppo contrastati la pratica del tiraggio va assolutamente evitata.

Aggiungiamo anche che l'HP5 di suo ha una sensibilità effettiva un po' più bassa delle altre 400 iso e tende facilmente a produrre densità molto elevate superato un certo livello di esposizione e mi sa che "la frittata" è difficilmente evitabile.

Personalmente, prima di ricorrere al tiraggio, userei ogni volta sia possibile una pellicola più sensibile, cioè la Delta 3200.

Dovendo, invece, proprio tirare proverei altri rivelatori come il nuovo Ars-imago FD, che, secondo me, è tra i più adatti allo scopo.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
alexmare93
guru
Messaggi: 433
Iscritto il: 25/04/2014, 10:33
Reputation:

Re: Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Messaggio da alexmare93 »

Silverprint ha scritto:Insomma Alexmare, mica tanto. La riduzione della quantità di solfito riduce l'effetto compensatore, quindi, mantenendo gli stessi toni medi alla diluizione 1+1 il contrasto dovrebbe essere anche più alto.
Ma questo vale per tutti i casi, o nello specifico per il microphen? Il mio ragionamento è stato che diluendo i concentrato si riduceva l'energia dell'agente e quindi creava meno contrasto, è quindi sbagliato di per sé come concetto?


Alessandro
Alessandro

Avatar utente
Salvatore Sedda
esperto
Messaggi: 241
Iscritto il: 11/12/2014, 10:52
Reputation:
Contatta:

Re: Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Messaggio da Salvatore Sedda »

Mi fa piacere sia nata una discussione in tempo zero sull'argomento. Da parte mia posso dirvi che la scelta di usare il Microphen non diluito è nata dal fatto che il bugiardino della HP5 diceva chiaramente che non può essere usato se non in stock per tiraggi a 1600 ASA. Come avrei dovuto dosare il tempo se lo avessi usato diluito se neppure la Ilford lo da come sviluppo possibile?

Ripeto, stampando con filtro 00 in un ingranditore a condensatore qualcosa di decente è quasi venuto, forse magari usandolo in un ingranditore luce non condensata ridurrei ancora di piu il contrasto.

Allego una scansione per darvi un idea della durezza del negativo :-)
Allegati
Foto 32.jpg

Avatar utente
fenolo
guru
Messaggi: 527
Iscritto il: 20/10/2014, 12:58
Reputation:

Re: Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Messaggio da fenolo »

Scusami se mi faccio i cavoli tuoi, ma perché per fotografare un albero e una scalinata di pietra hai usato 1600 asa?

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12183
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Messaggio da Silverprint »

alexmare93 ha scritto:Ma questo vale per tutti i casi, o nello specifico per il microphen? Il mio ragionamento è stato che diluendo i concentrato si riduceva l'energia dell'agente e quindi creava meno contrasto, è quindi sbagliato di per sé come concetto?
Sì è sbagliato, ma più che sbagliato è incompleto. Ciò che determina il contrasto del negativo (oltre quello della scena) è l'energia utilizzata per svilupparlo, non l'energia del concentrato. Vale a dire che posso utilizzare una concentrazione maggiore per meno tempo od una minore per più tempo ottenendo lo stesso contrasto.

Nel caso dei rivelatori con molto sodio solfito, i cosiddetti "polveroni" (X-tol, D-76, ID-11, Microphen, etc) si ha anche quel comportamento particolare per cui alla concentrazione maggiore sono più compensatori che non 1+1.

Però la misura del contrasto da sola non descrive l'andamento della curva caratteristica nel suo complesso. Vale a dire che a parità di contrasto l'andamento di due curve caratteristiche può essere diverso e di norma lo è. In caso di tiraggio occorre un rivelatore molto energico e sufficientemente compensatore, l'alta energia serve a produrre densità sufficientemente elevate in corrispondenza a valori di esposizione piuttosto bassi (dato che è sotto-esposto), mentre per evitare che il contrasto sia davvero eccessivo occorre che compensi... ma se compensa troppo i toni chiari oltre che chiari vengono piatti, etc. etc.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
Salvatore Sedda
esperto
Messaggi: 241
Iscritto il: 11/12/2014, 10:52
Reputation:
Contatta:

Re: Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Messaggio da Salvatore Sedda »

@fenolo: ho usato l'ahp5 tirato a 1600 Asa per fotografare la scalinata per pura sperimentazione, mai usata a quel tiraggio ed ero curioso di capire quanta grana venisse per confrontarla con quella della Delta 3200 usata a 1600 Asa. Tra l'altro era una giornata nuvola, passeggiando in un bosco mi sono detto perchè non usare il rullo che mi resta tirato di due stop per usare poi 1/125 ad almeno F4? Ero senza cavaletto pure.

ricapitolando, mi sembra dall'ultimo post di non aver sbagliato ad usare il Microphen Stock, resta sempre il dubbio di come fare per non avere tutto questo contrasto... sempre che sia possibile.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12183
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ilford HP5 @1600 asa - come si riduce il contrasto?

Messaggio da Silverprint »

Salvatore Sedda ha scritto:esta sempre il dubbio di come fare per non avere tutto questo contrasto... sempre che sia possibile.
Se fai un tiraggio NON è possibile. Qualche variazione l'avrai a seconda del tipo di sviluppo, ma comunque il contrasto della HP5 tirata a 1600 sarà sempre molto alto.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi