Inibizione

Discussioni sull'etica e sulla filosofia applicata alla fotografia

Moderatore: etrusco

vngncl61 II°
superstar
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26/12/2015, 14:32
Reputation:

Re: Inibizione

Messaggioda vngncl61 II° » 05/09/2017, 11:02

effegi61 ha scritto:... fregata il fotografo che gli ha fatto la foto canonica alla prima pesata dal neonatologo, quella con il culo per aria che tutti abbiamo


Quando sono nato io, il neonatologo manco sapevano cosa fosse, mi cavò fuori Assuntina, aveva i baffi ed il pizzetto, e nessuno allora, e manco dopo, m'ha fotografato col culo all'aria.


Nicola


Meglio farlo, e poi pentirsi, che rimpiangere di non averlo fatto.

Advertisement
Avatar utente
effegi61
esperto
Messaggi: 242
Iscritto il: 12/05/2014, 8:48
Reputation:
Località: FVG

Re: Inibizione

Messaggioda effegi61 » 05/09/2017, 11:43

Quando sono nato io, il neonatologo manco sapevano cosa fosse, mi cavò fuori Assuntina, aveva i baffi ed il pizzetto, e nessuno allora, e manco dopo, m'ha fotografato col culo all'aria.


E vabbe' ma una carta d'identita' ce l'avrai pure no? Ecco, la tua anima c'e' l'ha quel fotografo li, spero che non ti sia fatto la foto nelle macchinetta della stazione ......anima raminga!


Fabio
_________________________________________________________________
"Pagheremo il prezzo che sara' necessario"

vngncl61 II°
superstar
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26/12/2015, 14:32
Reputation:

Re: Inibizione

Messaggioda vngncl61 II° » 05/09/2017, 11:54

Le foto su patente, passaporto e carta d'identità, le faccio in proprio, sennò che fotografo sarei? :D
Riguardo l'anima, cerco d'esser un buon cristiano, pur essendo ateo.


Nicola


Meglio farlo, e poi pentirsi, che rimpiangere di non averlo fatto.

Avatar utente
effegi61
esperto
Messaggi: 242
Iscritto il: 12/05/2014, 8:48
Reputation:
Località: FVG

Re: Inibizione

Messaggioda effegi61 » 05/09/2017, 11:58

Ma e' la prima quella che conta! E li che l'hanno fregata pure a te, rassegnati!


Fabio
_________________________________________________________________
"Pagheremo il prezzo che sara' necessario"

vngncl61 II°
superstar
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26/12/2015, 14:32
Reputation:

Re: Inibizione

Messaggioda vngncl61 II° » 05/09/2017, 12:27

Provo grande pietà per colui che s'è fregato la mia anima, doveva esser ridotto proprio male per arrivare a ciò.
Io, al suo posto, avrei optato per un chiodo arrugginito, con un po d'impegno avrebbe potuto cavarci qualcosa di buono, ma dalla mia anima!, starà ancora piangendo per l'errore commesso.


Nicola


Meglio farlo, e poi pentirsi, che rimpiangere di non averlo fatto.

Avatar utente
guerié
guru
Messaggi: 440
Iscritto il: 04/02/2013, 16:21
Reputation:
Località: san miniato pisa

Re: Inibizione

Messaggioda guerié » 05/09/2017, 14:11

effegi61 ha scritto:
una foto è prendersi l'anima del soggetto

Ah ok, la cosa si fa sempre piu' razionale adesso comincio a capire! L'anima della persona ritratta!...beh, potrei sempre obiettare che l'anima se l'e' gia fregata il fotografo che gli ha fatto la foto canonica alla prima pesata dal neonatologo, quella con il culo per aria che tutti abbiamo...il fatto dell'unicita' dell'anima e' universale, animisti cattolici ebrei e tutti quanti, o vogliamo contestare anche questo? Rassegnamoci, c'e' l'hanno gia' fregata a tutti!
forse dovevo metterci qualche faccina ironica nel messaggio... Ma ripensandoci è meglio fare i seri. Intanto l'anima degli animisti non è la stessa dei cattolici ebrei e musulmani. È qualcosa di legato con le credenze animiste. Non vi si sono dogmi o monoteismi ma in genere vi è apertura verso culti anche agnostici e filosofici on genere. Comunque il punto non è questo. Ma a quanto pare passa per l'essere razionali. In che senso razionli, nel decidere se fare una foto senza consenso è rubare o se stabilire quale sia il modo di affrontare il fenomeno. Non si può stabilire a mio avviso nessun principio razionale che stabilisca che sia giusto o sbagliato fare foto sensa consenso del soggetto. Questa regola morale o etica vien fuori dalla cultura di una società ma anche da una concertazione tra diverse opinioni. Le norme italiane mi pare prevedano un certo concetto di privacy che impedisce quanto meno di pubblicare immagini sensa un consenso del soggetto. Poi mi pare che scattare foto non sia proibito. Se la mia opinione è invece che anche scattare senz'a il consenso è un po' come rubare un qualcosa. Con ciò non dico che farlo debba essere un reato
punibile dalla legge questo devono deciderlo tutti i membri della società.


marco guerriero

Avatar utente
NNNN_AAAA
fotografo
Messaggi: 95
Iscritto il: 04/08/2017, 16:53
Reputation:

Re: Inibizione

Messaggioda NNNN_AAAA » 07/09/2017, 10:18

guerié ha scritto:
effegi61 ha scritto:
una foto è prendersi l'anima del soggetto

Ah ok, la cosa si fa sempre piu' razionale adesso comincio a capire! L'anima della persona ritratta!...beh, potrei sempre obiettare che l'anima se l'e' gia fregata il fotografo che gli ha fatto la foto canonica alla prima pesata dal neonatologo, quella con il culo per aria che tutti abbiamo...il fatto dell'unicita' dell'anima e' universale, animisti cattolici ebrei e tutti quanti, o vogliamo contestare anche questo? Rassegnamoci, c'e' l'hanno gia' fregata a tutti!
forse dovevo metterci qualche faccina ironica nel messaggio... Ma ripensandoci è meglio fare i seri. Intanto l'anima degli animisti non è la stessa dei cattolici ebrei e musulmani. È qualcosa di legato con le credenze animiste. Non vi si sono dogmi o monoteismi ma in genere vi è apertura verso culti anche agnostici e filosofici on genere. Comunque il punto non è questo. Ma a quanto pare passa per l'essere razionali. In che senso razionli, nel decidere se fare una foto senza consenso è rubare o se stabilire quale sia il modo di affrontare il fenomeno. Non si può stabilire a mio avviso nessun principio razionale che stabilisca che sia giusto o sbagliato fare foto sensa consenso del soggetto. Questa regola morale o etica vien fuori dalla cultura di una società ma anche da una concertazione tra diverse opinioni. Le norme italiane mi pare prevedano un certo concetto di privacy che impedisce quanto meno di pubblicare immagini sensa un consenso del soggetto. Poi mi pare che scattare foto non sia proibito. Se la mia opinione è invece che anche scattare senz'a il consenso è un po' come rubare un qualcosa. Con ciò non dico che farlo debba essere un reato
punibile dalla legge questo devono deciderlo tutti i membri della società.


Ovviamente per rubare intendevo la cosa tralasciano reati vari. Solo che mi disturba molto, nel 2017, vedere fotografie del barbone o comunque della persona a disagio chiaramente scattate senza consenso del soggetto abbinate ad un presunto manico del fotografo. Se non si ha il coraggio di farci qualche parola e di chiedere il permesso (sono convinto che la spontaneità non verrà persa) e quindi di beccarsi un bel no o un sonoro vai a fare in culo o magari un si, bisognerebbe avere il coraggio o la decenza di non scattare. Ando Gilardi scrisse una cosa bellissima su questo.



Avatar utente
rickeyunholy
appassionato
Messaggi: 10
Iscritto il: 28/04/2018, 20:06
Reputation:
Contatta:

Re: Inibizione

Messaggioda rickeyunholy » 30/04/2018, 0:55

Alessio SBAMMM ha scritto:Ciao a tutti, vi chiedo un consiglio.
Adoro la naturalezza, la spontaneità.
Eppure non riesco a scattare foto agli sconosciuti, mi spaventa l'idea che possano vedermi, dirmi qualcosa e perciò non riesco a lavorare come vorrei ed in maniera coerente.
Ultimamente ho notato che ho proprio il timore di avvicinarmi e di farmi scoprire, specie se i soggetti sono bambini e peggio ancora se vicino ci sono i genitori.
Come faccio?
Io vorrei poter scattare foto in libertà e come amo...
Aiuto!!


forzare qualcosa che non arriva da te gioca contro l'idea di spontaneità stessa.
l'alternativa potrebbe essere scattare senza essere visto, con uno sguardo voyeur (vedi l'illuminante lavoro di Vito Acconci), in modo da catturare davvero la naturalezza del soggetto, ma è una cosa che non puoi forzare, sarebbe già dovuta arrivare da te.
io ad esempio non riesco a fotografare sconosciuti, nonostante apprezzi parecchio i ritratti; immagino sia dovuto a qualche mia struttura mentale inconscia. in ogni caso non mi ha mai sfiorato l'idea di imporre qualcosa alla mia espressione, quindi ti consiglio di scattare quello che senti di voler immortalare.





  • Advertisement

Torna a “Etica e filosofia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti