Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Lenza93
fotografo
Messaggi: 55
Iscritto il: 30/08/2018, 0:22
Reputation:

Re: Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Messaggio da Lenza93 »

Ok grazie mille, ho capito! Credo che proverò un sistema tipo quello che ho "teorizzato" che non sarebbe altro che la trasposizione pratica delle tabelle di cui sopra, poi vedo se riesco a non incasinarmi!

avrei un altro paio di cosine che non ho capito esattamente:
- luce con cui guardare i provini/stampe: sviluppo in uno scantinato, luce artificiale che è quella che è, quando vedo una stampa e mi piace, il giorno dopo è sempre troppo chiara, è una questione di asciugatura o di luce sbagliata?
- trattamento della carta baritata: ad oggi ho stampato solo con politenata, ho comprato (per sbaglio a dire la verità) della carta baritata, ho capito che va trattata in modo diverso, avete qualche libro/link/quello che avete usato voi per imparare queste cose da consigliarmi? Grazie



Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 832
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Messaggio da kiodo »

Lenza93 ha scritto:Portate pazienza,
provini in progressione vs provini lineari? non ho capito la differenza.
se fai incrementi costanti, diciamo di un secondo a gradino, partendo da uno per arrivare a centouno, vedi subito che tra "uno" e "due" c'è un raddoppio della quantità di luce, da "dieci" e "undici" c'è un incremento solo del 10%, da "cento" a "centouno" l'incremento è appena del 1%.
Indipendentemente dal fatto che tu decida di continuare col metodo lineare, o di avventurarsi nel Fstop, ragiona su quanto ti ho scritto qui sopra. Impara a ragionare in percentuali, che forse è più pratico che in f/stop. Fai due stampe, la seconda con esposizione maggiorata del 10% rispetto alla prima, e memorizza di quanto si è scurita la seconda stampa rispetto alla prima, nelle ombre, nei toni medi, nelle luci: ti servirà, quando dovrai fare interventi localizzati: una "dose" di luce del 10% comincia ad essere percepibile. Così se avrai fatto una posa generale di, per esempio, 30", potrai valutare di dare 3" in più (il 10%, appunto!) negli angoli. O meglio il 20%? Il punto è che se passi da 30" a 31" non ha lo stesso effetto che se passi da 10" a 11", mentre se ragioni in termini percentuali... trovi sempre la risposta giusta!

Avatar utente
28zero
guru
Messaggi: 375
Iscritto il: 05/02/2018, 23:29
Reputation:
Località: Bari

Re: Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Messaggio da 28zero »

Io trovo i provini in f-stop più facili da interpretare. Eseguirli con un timer non f-stop è un po' complicato, dovendo impostate il tempo per ogni striscia. Io li faccio utilizzando un metronomo, arrotondando i tempi al secondo intero, in terzi di stop.

Inviato dal mio Redmi 4 utilizzando Tapatalk

Avatar utente
maxpina
esperto
Messaggi: 216
Iscritto il: 05/08/2019, 19:54
Reputation:
Località: Villanova Mondovì (CN)
Contatta:

Re: Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Messaggio da maxpina »

Scusate la domanda stupida... Ma qualsiasi immagine può essere trattata con questo sistema? Mi spiego.., se avete un soggetto chiaro all'interno di un locale poco illuminato e quindi sottoesposto rispetto al primo, facendo i provini non si rischia di cogliere la giusta esposizione soltanto in alcune zone che magari non rappresentano l'intero fotogramma? Non so se mi sono spiegato, io quando stampo faccio con un ritaglio di carta faccio un provino singolo su una zona del fotogramma che identifico come "media rappresentativa", non mi dispiace come sistema, unico problema è che andando a sviluppare un pezzo di carta molto più piccolo dell'originale ho la sensazione di avere tempi di sviluppo differenti, ossia mi pare di vedere apparire l'immagine più velocemente, e quindi poi non ho riferimenti quando sviluppero l'intero foglio di carta, sbaglio qualcosa?
Grazie

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11715
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Messaggio da Silverprint »

Ciao @maxpina, impostare così la stampa è errato.

In stampa si regolano esposizione e contrasto sugli estremi dalla gamma tonale.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
maxpina
esperto
Messaggi: 216
Iscritto il: 05/08/2019, 19:54
Reputation:
Località: Villanova Mondovì (CN)
Contatta:

Re: Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Messaggio da maxpina »

Silverprint ha scritto:Ciao @maxpina, impostare così la stampa è errato.

In stampa si regolano esposizione e contrasto sugli estremi dalla gamma tonale.
Vedi che mi serve il tuo corso Immagine ti avevo scritto mail...

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Lenza93
fotografo
Messaggi: 55
Iscritto il: 30/08/2018, 0:22
Reputation:

Re: Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Messaggio da Lenza93 »

Ciao ragazzi, sono andato finalmente in camera oscura e ho provato a fare un provino in "f-stop" devo dire che mi sono incasinato più di una volta, però ha funzionato! Piano piano grazie anche al vostro aiuto stanno venendo fuori le prime stampe.
L'unico limite che ho trovato al metodo è che per non incasinarmi devo usare dei tempi "semplici" diciamo di base 2 o 3 e fare un numero di gradini predefinito (mentre nel metodo classico posso fare tutti quelli che voglio) non ho ancora deciso quale adotterò, per ora sono felice dei risultati ottenuti e questo è l'importante!

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 832
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Messaggio da kiodo »

Puoi fare due provini successivi, con metodo diverso: il primo in fstop, per avvicinarti al tempo giusto; poi un secondo provino, lineare, nell'intervallo che hai individuato col primo.
Es.: primo, con tempi 4, 8, 16, 32.
Se trovi che il tempo giusto sta tra 8 e 16, fai un secondo provino con 8, 10, 12, 14

Inviato dal mio SM-G973F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Davide87
fotografo
Messaggi: 72
Iscritto il: 01/06/2019, 19:50
Reputation:
Località: Veneto

Re: Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Messaggio da Davide87 »

Lenza93 ha scritto: - luce con cui guardare i provini/stampe: sviluppo in uno scantinato, luce artificiale che è quella che è, quando vedo una stampa e mi piace, il giorno dopo è sempre troppo chiara, è una questione di asciugatura o di luce sbagliata?
Ciao,

Mi aggrego alla domanda posta da Lenza93.
Quale tipo di lampadina/luce è indicato per valutare i provini scalari e le stampe di prova?

Grazie.

Davide

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11715
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Iniziare a stampare per bene (o almeno quella è l'intenzione)

Messaggio da Silverprint »

Una lampada di bassa potenza col filamento a vista, non opalina cioè, la cui luce sia radente.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Rispondi