inquinamento chimici e carte

Discussioni sull'etica e sulla filosofia applicata alla fotografia

Moderatore: etrusco

Avatar utente
liberalemucche
fotografo
Messaggi: 34
Iscritto il: 09/08/2011, 13:48
Reputation:
Località: pisa

inquinamento chimici e carte

Messaggioda liberalemucche » 08/02/2012, 14:44

chromemax ha scritto:Forse questo può essere un alettura istruttiva:
http://www.kodak.com/global/en/corp/environment/kes/pubs/pdfs/j300.pdf


interessantissimo, in effetti.
se ho capito bene, suggerisce di recuperare l'ag, poi mescolare riv. e fix per neutralizzare l'acidità (cosa già sentita) e poi buttare nel vaso.
probabilmente è la cosa più indicata per i nostri utilizzi. del resto le concentrazioni sono così basse...
dice anche che i chimici (solo kodak?) non sono non biodegradabili. questa cosa vorrei che fosse sincerata.

la lista sistra sarà per alte dosi?
chi lo sa?



Advertisement
Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: inquinamento chimici e carte

Messaggioda zioAlex » 08/02/2012, 14:46

x Luca e willi)
anch'io la penso così... Si inquina molto di + con cose che presumibilmente crediamo non inquinano o inquinano di meno! ;;)
per fortuna che c'é questa sensibilità per l'argomentazione ampia e complessa...
Sensibilità attivata sopratutto da persone + responsabili e coscenziose :)
si é vero, x me conta anche la quantità di un determinato prodotto apparte il suo livello di pericolosità...
Quante ne ho viste in alcune fabbriche con titolari senza scrupoli :-s
e li veramente ti sentivi meno del nulla.. :wall: :wall: :wall:


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 7967
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: inquinamento chimici e carte

Messaggioda chromemax » 08/02/2012, 14:56

i chimici x colore dal momento che contengono metalli pesanti,

Ho fatto un po' di ricerche e mi sembra che chimici per il colore non contengano metalli pesanti. Non sono un chimico e i miei studi della materia risalgono a troppi anni fa ma la maggior differenza dei chimici colore rispetto a quelli per il BN è negli agenti sviluppanti, che nel colore sono il CD-3 (C11H18N2O4S) e CD-4 (C11H20N2O5S), nelle cui molecole non sono presenti metalli pesanti.

ma ribadisco il concetto che inquina molto ma molto di più mia madre che lava i piatti ogni giorno

La pensavo così anch'io fino a qualche mese fa quando ho fatto un po' di ricerche e mi sono letto gli MSDS dei detersivi per lavastoviglie e degli sviluppi e ho cambiato idea: i detersivi di adesso hanno un impatto ambientale molto più ridotto di quanto pensassi. Non sono un ecologista radicale e fondamentalista, sviluppo e stampo senza perdere il sonno, ma non è vero che un litro di sviluppo in un mese inquina come o meno di due cicli di lavastoviglie al giorno, tutto qui.



Avatar utente
Willy985
guru
Messaggi: 520
Iscritto il: 24/11/2011, 23:25
Reputation:
Località: Napoli

Re: inquinamento chimici e carte

Messaggioda Willy985 » 08/02/2012, 15:18

Anche a me ti assicuro, sono sempre stato un ambientalista convinto iscritto al WWF da quando ero bambino :p Sempre fatto differenziata, ma è giusto anche precisare come stanno i fatti dopo aver letto possibili effetti nefasti sui depuratori etc. Ribadisco che se ne avessi l'opportunità sarei il primo a smaltire i chimici ma mi sembra giusto precisare che, invece di pensare a smaltimanti (quasi) impossibili dei nostri pochi ml di sostanze inquinanti se davvero si guarda all'ambiente, a mio modestissimo parere, sarebbe giusto partire da altri aspetti decisamente più inquinanti della nostra vita quotidiana (più inquinanti ma soprattutto molto più facilmente risolvibili come appunto oli esausti, utilizzo di prodotti naturali, attenzione anche al packaging etc etc) ;)


I Immagine my Nikon
flickr

Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1776
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: inquinamento chimici e carte

Messaggioda isos1977 » 08/02/2012, 15:35

bisogna essere consapevoli che i pochi litri di chimici fotografici che usiamo sono molto più pericolosi di tante sostanze che usiamo quotidianamente o di nostre abitudini...
detto questo..
ho chiesto a un amico che ha un laboratorio e mi dice che loro non possono ritirare liquidi per una questione di tracciabilità (pare che ci siano nuove norme SISTRI molto più stringenti)

ho chiamato l'amsa (a Milano è la società che gestisce i rifiuti). Come si sa le isole ecologiche non possono ritirare rifiuti speciali. Loro fanno un servizio a pagamento per il ritiro di prodotti fotografici che costa 100 € per il trasporto più 1,2€ al Kg di prodotto (se meno di 200 Kg c'è un supplemento di 50€ da pagare...)
ovviamente anche come privati bisogna iscriversi al registro sistri e seguire le varie procedure (temo anche il registro carico/scarico, ecc...)
l'operatore mi ha ribadito che questo tipo di rifiuto è speciale e quindi chi lo produce è responsabile PENALMENTE del corretto smaltimento...


"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: inquinamento chimici e carte

Messaggioda zioAlex » 08/02/2012, 15:42

chromemax ha scritto:
ma ribadisco il concetto che inquina molto ma molto di più mia madre che lava i piatti ogni giorno

La pensavo così anch'io fino a qualche mese fa quando ho fatto un po' di ricerche e mi sono letto gli MSDS dei detersivi per lavastoviglie e degli sviluppi e ho cambiato idea: i detersivi di adesso hanno un impatto ambientale molto più ridotto di quanto pensassi. Non sono un ecologista radicale e fondamentalista, sviluppo e stampo senza perdere il sonno, ma non è vero che un litro di sviluppo in un mese inquina come o meno di due cicli di lavastoviglie al giorno, tutto qui.


a livello d'informazione stiamo ancora bassi purtroppo... :(
nella descrizione da te fatta é proprio li che si vede la differenza ;) tra i detersivi di una volta e quelli di adesso che sono "a basso impatto ambientale", il passo c'é stato... :)
però sottolineo che conta anche la quantità di un determinato prodotto, se mi riallaccio
all'esempio "detersivi di mammà vs sviluppi per camera oscura", per ogni appartamento o famiglia hanno sempre un consumo giornaliero di detersivi vari, quindi senza che calcolo su quanto esce dagli scarichi che é variabile, posso però pensare che nel mio paese di 40000 abitanti sicuramente fanno uso (o abuso) di detersivi ma é altrettanto vero che tra i 40000 c'é soltanto una persona che ha una camera oscura! ...io :)) e non sviluppo e stampo tutti i giorni
(purtroppo) :D
il rapporto nel mio caso é 1:40000 direi mooolto basso :-B :)
comunque esistono delle direttive imposte dalla Comunità Europea su l'impatto ambientale che bisogna rispettare....


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: inquinamento chimici e carte

Messaggioda luca_dega » 08/02/2012, 16:06

io non so bene come funizoni, però mi piace immaginare che il tutto "sia nato" dalle esigenze di laboratorio degli ospedali: immagino che lo sviluppo di una lastra che misura 30x40 abbia tanto di quel "residuo" che io nemmeno in un 6 mesi di c.o. ci arrivo....quindi i bidoni di sviluppo esausto dei laboratori devono essere ben diversi dai miei (che sono "li, belli puliti" dentro le bottiglie in plastica....mi vien quasi voglia di riusarli :ymblushing: )
Detto questo, le sostanze chimiche che compongono gli sviluppi sono probabilmente di per se una mazzata per l'ambiente :((
concordo dopotutto sul non fare terrorismo od estremismo ambientalista: immagino si faccia peggio (per l'ambiente) in una settimana di su-e-giù in auto per andarre al lavoro che in un anno di c.o.
e allora che fare?
cercare di "compensare" la propria vita in modo da fare un pò di "metti la cera-togli la cera ?" Sporco di la e, per rimediare, cerco di sporcare meno di li ?
Mah, è come fare il ladro per un giorno la settimana e del volontariato per gli altri 6.... B-)

io cerco sempre di ridurre quel che posso: uso detersivi biologici (che poi verrà fuori che son peggio degli altri... :-o ma sono in balìa degli enti preposti ai controlli e mi DEVO fidare), faccio la differenziata, non butto assolutamente niente in giro, ecc... Quando ci sarà seriamente l'auto elettrica sarò probabilmente tra i primi a prenderla, ricaricandola il più possibile con pannelli solari, senza additare chi continuerà a circolare con auto a combustione.
io non rinuncerò certo a fare foto, però ribadisco: a me svuotare nello scarico quei liquidi mi fa una rooOooba...



Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1776
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: inquinamento chimici e carte

Messaggioda isos1977 » 08/02/2012, 16:30

Una volta un famoso ambientalista italiano (non faccio nomi ;-)) ha detto che la cosa più pericolosa per l'ambiente è l'uomo...
affermazione un po' estrema ma vera... qualsiasi cosa facciamo ha un impatto sull'ambiente...

poi ognuno di noi ha la sua sensibilità ambientale e decide cosa fare per ridurre il suo impatto...c'è chi è più attento e chi meno...

certo che la fotografia è un hobby.. mentre mangiare, scaldarsi e lavarsi sono necessità... e poi è vero che ogni cosa che facciamo ha un piccolo impatto, ma alla fine tante cose insieme portano a situazioni critiche... quindi penso non si debbano trovare scusanti per buttare nel lavandino i chimici...

capisco che soprattuto per qualcuno potrebbe essere veramente difficile trovare una soluzione e devo dire che la burocrazia italiana non aiuta!
Però bisogna trovare una soluzione... anche perchè penso che i cameraoscuristi siano molti di più di quanto pensiamo

ribadisco la disponibilità a trovare una soluzione di gruppo! magari ci si potrebbe appoggiare a un circolo fotografico?


"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: inquinamento chimici e carte

Messaggioda zioAlex » 08/02/2012, 17:11

luca_dega ha scritto:e allora che fare?
cercare di "compensare" la propria vita in modo da fare un pò di "metti la cera-togli la cera ?" Sporco di la e, per rimediare, cerco di sporcare meno di li ?
Mah, è come fare il ladro per un giorno la settimana e del volontariato per gli altri 6.... B-)

bhé così no, diventerebbe un tricchebalacche! :D

io cerco sempre di ridurre quel che posso: uso detersivi biologici (che poi verrà fuori che son peggio degli altri... :-o ma sono in balìa degli enti preposti ai controlli e mi DEVO fidare), faccio la differenziata, non butto assolutamente niente in giro, ecc... Quando ci sarà seriamente l'auto elettrica sarò probabilmente tra i primi a prenderla, ricaricandola il più possibile con pannelli solari, senza additare chi continuerà a circolare con auto a combustione.
io non rinuncerò certo a fare foto, però ribadisco: a me svuotare nello scarico quei liquidi mi fa una rooOooba...

questo é + che apprezzabile, come ho già detto, quello che maggiormente conta é la nostra "sensibilità" che abbiamo x ciò che riguarda l'impatto ambientale, da qualche parte dobbiamo pur iniziare no? :-*
pensate se al contrario non ci fosse stata questa sensibilità credo sarebbe stato peggio!
Se non c'é la volontà o l'interesse di cambiare le "piccole" cose, figuriamoci quelle + grandi..
Quindi apprezzo i piccoli passi al cambiamento positivo.. ;)


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: inquinamento chimici e carte

Messaggioda zioAlex » 22/03/2012, 20:03

...aggiungerei 2 documenti veramente interessanti:
IDROCHINONE_(I).pdf
(107.08 KiB) Scaricato 82 volte

Capitolo11.pdf
(65.83 KiB) Scaricato 73 volte

:)


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7



  • Advertisement

Torna a “Etica e filosofia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti